Il meglio della vita

Rona Jaffe

Traduttore: M. Bonetti
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 543 p., Brossura
  • EAN: 9788865590812
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:

€ 4,86

€ 9,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cinziaandrei

    01/01/2017 07:47:35

    dani70, temo che i menu' di nozze non siano cambiati molto, da quel che mi dicono gli amici americani...e anche quando sono fastosi, pare facciano schifo lo stesso. libo letto tanti anni fa, amo Rona

  • User Icon

    dani70

    20/10/2013 09:14:17

    Che bei tempi gli Anni 50!!! Penso che non sarebbe male se tornasse un po' di quella semplicità (che meraviglia il menù del pranzo di nozze di Mary Agnes: minestrina, pollo, piselli, patatine, insalata e torta). Inoltre, avendo io studiato stenografia ed essendo amante dei libri, ho apprezzato maggiormente questo romanzo ambientato in una casa editrice con una sala riservata alle stenografe/dattilografe ed una montagna di manoscritti da leggere. Che bei tempi, ripeto, gli Anni 50!!!

  • User Icon

    France

    15/09/2013 15:29:57

    Romanzo abbastanza carino, sinceramente mi aspettavo di meglio. Lo stile è chiaro e scorrevole, ma la trama è un po' "sempliciotta" e si percepisce la concezione datata dell'autrice. Le protagoniste sono piuttosto simpatiche, anche se vengono tratteggiate in modo alquanto vago ed hanno una personalità un po' sbiadita e banalotta. Alcune situazioni sono divertenti, altre appassionanti, ma altrettante sono piene zeppe di dialoghi lunghissimi ed inutili in cui fragili fanciulle si lagnano e si ri-lagnano supplicando uomini "duri e fighi" di amarle e sposarle e vivere per sempre felici e contenti. Sì, insomma, il tutto adatto all'epoca in cui è ambientato e giustificato dal fatto che l'autrice stessa ha vissuto e scritto in quegli anni, ma alla lunga (sono quasi 600 pagine di libro) la lettura diventa un po' pesante. Non posso giudicarlo un brutto libro, anzi, ma onestamente non è proprio quello che fa per me. Per chi ama il genere è sicuramente un capolavoro.

  • User Icon

    Chiara

    01/07/2013 23:53:26

    A me e' piaciuto molto. Ambientazione anni '50, ma ci si affeziona subito a queste giovani donne, come se fossero la nostra amica del cuore o la nostra collega. Giovani donne e il lavoro; giovani donne e l'uscita dalla famiglia. Ma soprattutto giovani donne e gli uomini, e l'amore. Ognuna ha la sua idea ben precisa dell'uomo che vuole avere accanto, dell'amore che vuole ricevere e dare, della famiglia che avra' e della vita che condurra'. Ma desideri e realta' non coincidono quasi mai. O comunque non per noi, ma solo per le altre. O cosi' sembra...spesso sembra che le altre siano piu' fortunate e riescano a realizzare i loro sogni. Tra i temi trattati, ho trovato interessante la contrapposizione tra cio' che si desidera e la realta'. Quanto mediare, "accontentarsi", fare un esame di realta', e quanto invece continuare a perseguire l'ideale? Col rischio di non raggiungerlo mai? E' un libro piacevole e scorrevole, che mentre intrattiene fa anche un po' pensare a se', e a cos'e' per noi il meglio della vita.

  • User Icon

    eLy

    23/06/2012 11:03:26

    Un punteggio medio, perchè non è nè un libro da sconsigliare, ma per quanto mi riguarda neanche da ricordare con particolare interesse. Spaccato di vita di alcune ragazze a new york, con sogni, ambizioni e paure. Nonostante la lunghezza del libro, non sono riuscita ad affezionarmi a nessuno dei personaggi-

  • User Icon

    missfarfalla

    28/11/2011 12:30:35

    Un consiglio a chi lo leggerà: all'inizio non scoraggiatevi. E' uno di quei libri che partono in sordina e iniziano un po' a decollare, ma poi -almeno, per chi ha gusti simili ai miei- ti prendono talmente che vorresti non finissero mai! All'inizio mi era sembrato talmente vuoto, scontato, datato, che dopo le prime 40 o 50 pagine stavo proprio per abbandonarlo. Meno male non l'ho fatto! Confesso che, per la prima volta, sto commentando un libro senza averlo ancora finito: non ha molto senso, ma voglio dire quanto lo sto amando! Delicatissimo, sottile nelle osservazioni psicologiche, rese con un linguaggio semplicissimo eppure profonde e precise; uno di quei rari libri che con una sola frase frase ti fanno ritrovare un ricordo, uno stato d'animo dimenticato da tantissimo: il misto di sensazioni contradittorie quando il cuore inizia a battere per qualcuno, ma anche la dolcezza di una sera di primavera o il colore della luce in un tramonto d'estate. E come ha già scritto una persona è strano ritrovare, nero su bianco e descritte con disarmante semplicità e chiarezza, delle sensazioni sottilissime, dei pensieri che non avresti mai saputo esprimere a parole, ma soprattutto che credevi fossero solo tuoi. Le protagoniste sono "vere" e per niente datate; ma soprattuto mi colpisce una certa malinconia di fondo, come se l'autrice, seppure giovane, vedesse la storia attraverso un velo di nostalgia, triste e dolcissima insieme. Curioso notare come a 60 anni di distanza i sentimenti delle protagoniste siano ancora attuali, ma le età ora sono come "slittate in avanti": le ventenni del romanzo, donne quasi in carriera o madri di famiglia, come situazione corrispondono alle trentenni o quarantenni di oggi. (Per inciso, come una lettrice ha già fatto notare: ma quanto bevevano?) Ho ancora una cinquantina di pagine e poi l'avrò finito; e so già che ne sentirò la mancanza. Uno di quei libri -pochissimi- che ti entrano nel cuore.

  • User Icon

    alessiaa

    08/07/2011 09:49:34

    Anni 50, New York. L'ambientazione mi ricorda Mad Mad ma scopro con piacere a differenza della passività della serie televisiva, una freschezza e un genuinità profonda. la scrittrice introduce le protagonista con dolcezza ed efficacia, riuscendo a non far perdere il filo della narrazione nemmeno per un istante. All'interno della Fabian le ragazze sognano, amano e lavorano sodo per conquistarsi la propria indipendenza. Rispetto alle altre mi sono affezionata in particolar modo a Caroline, che risulta essere la donna più matura, stabile e centrata. La morbidezza della scrittura e la dolcezza di cui è intriso il romanzo fanno venir voglia ancora di credere che sotto sotto anche io, nel 2011, non ho mai smesso di essere un pò come loro,e mi ritrovo a sognare come facevo da bambina. Dolce e mai banale. Da leggere.

  • User Icon

    Valentina g

    19/04/2011 19:12:59

    Che delizia questo Il meglio della vita, libro scritto nel 1958 dall'allora giovanissima Rona Jaffe. New York, una casa editrice di riviste e best seller a Radio City, e quattro ragazze. Caroline: pronta ai cambiamenti e ancora non ben definita, dai colori sofisticati come le foglie degli alberi del Central Park in autunno; Barbara: amareggiata ma piena d'amore per la sua bambina, un inverno pronto a scaldarsi nell'euforia del Natale; April e le sue ambizioni lievi e distinte come la vela di una barca sull'Hudson, che neanche il più cinico degli uomini riuscirà a smorzare; e Gregg, arguta e complicata, intensa fino ad essere soffocante come un agosto tra i grattacieli. Nel romanzo si parla di aborto, divorzio, avances con le impiegate, tradimento; e le quattro protagoniste cercheranno di passare attraverso tutto questo sempre puntando verso quel che ritengono sia per loro "il meglio di ogni cosa". Non facile, già allora, ma neanche impossibile. Romanzo "rosa" scritto meravigliosamente, quattro donne forse già viste ma che non annoiano un solo istante. Vi prego, ripubblicate gli altri romanzi della Jaffe!

  • User Icon

    Roberta

    03/02/2011 12:10:16

    Bellissimo racconto di amicizia e solidarieta' femminile, attraverso la vita lavorativa e sentimentale di cinque ragazze nella New York degli anni Cinquanta. Ci si affeziona subito a Caroline, Gregg, Mary Agnes, April, e Barbara, ognuna diverse caratterialmente, ma con un'unica ragione di vita: sposarsi, perche' la carriera e il lavoro sono ottimi obiettivi, ma non permettono di ottenere "il meglio della vita". Romanzo attuale, in cui le protagoniste sembrano delle moderne Bridget Jones.

  • User Icon

    Fanny

    06/01/2010 17:40:05

    Non posso che definirlo bellissimo e avvicente, un libro assolutamente da consigliare. La trama inserita sopra da IBS è solo una piccola parte di tutto quanto contiene il libro, le storie sono molto, ma molto più complesse! Ho la sensazione che l'idea di "Sex and the city" venga proprio da questo libro, tanto si assomigliano, sia l'ambientazione che la storia delle ragazze, pur con tutte le differenze dettate dalle diverse ambientanzioni temporali. Comunque veramente scritto bene, belle descrizioni della società newyorkese dell'epoca e della vita intima delle ragazze. Però, quanto bevevano!

  • User Icon

    ELISABETTA

    19/01/2009 19:47:03

    bello!!!da definire in una sola parola...femminile...nessuno sa quanto una ragazza,donna può trovarsici descritta...ti parla di ciò che hai provato con una semplicita quasi imbarazzante...perchè prima di leggere questo si pensa che ognuna di noi ha il proprio mondo...poi capisci che ciò avvviene semplicemente perchè tu appartieni a il mondo delle donne!!!!

  • User Icon

    chiara171

    14/05/2008 12:15:10

    Azzeccatissimo "romanzo di formazione" degli anni '50, spigliato e frizzante. Pare di vedere un vecchio film in bianco e nero, con le ragazze dalle onde perfette, le immancabili sigarette in bocca, gli scotch soda, gli uomini col cappello e le decapottabili. Da leggere.

  • User Icon

    giulia

    12/09/2007 22:48:59

    E' un libro bellissimo, all'inizio non mi sembrava niente di particolare, ma andando avanti è stupendo

  • User Icon

    ALBA69

    06/09/2007 15:28:22

    L'esordio seppur scontato mi ha scoraggiato e la lettura delle pagine successive mi ha davvero intrigato e l'ho letto in due giorni. Ho riflettuto sul fatto che alcune costanti dell'animo femminile si ripetono sempre uguali attraverso il tempo. Da leggere

  • User Icon

    silvia

    06/07/2007 15:41:55

    UN LIBRO DELIZIOSO. LE PAGINE SCORRONO SENZA ACCORGERSENE E CI SI IMMERGE SEMPRE DI PIU' NELLA VITA DELLE PROTAGONISTE, A VOLTE PENSAVO PROPRIO DI ESSERE NEI LORO PANNI. LEGGETELO.

  • User Icon

    bibi

    24/06/2007 20:00:36

    sinceramente l'ho trovato un libro molto noioso: le storie delle protagoniste non sono per niente coinvolgenti ,non è un libro che mi sento di consigliare!

  • User Icon

    francesca riela

    31/05/2007 15:45:24

    In un primo momento non mi ha coinvolto, ma allo stesso tempo c'era qualcosa che non mi faceva smettere di leggere... A distanza di qualche mese però lo ricordo come il libro che più ho nel cuore, per la delicatezza con cui si racconta e perchè ancora assolutamente attuale.

  • User Icon

    sarah

    06/04/2007 14:23:11

    davvero bello e coinvolgente, davvero reali le protagoniste e attuali nonostante siano passati cinquant'anni dall'ambientazione, chi non si riconosce in una delle segretarie e chi non spera o non ha sperato per il proprio futuro di realizzare i sogni e che la vita possa davvero riservare il meglio, molto femminile, un vero libro da donna

  • User Icon

    Serena

    03/04/2007 15:31:57

    Un bel romanzo rosa! Curioso trovare tanta modernità tra ragazze degli anni '50. Divertente, sentimentale, intrigante, dolce. Da consigliare

  • User Icon

    angela

    30/03/2007 16:06:39

    più 'rosa' di così non si può. una lettura goduriosissima e inarrestabile: nei momenti in cui non leggevo mi sono trovata a chiedermi cosa stessero facendo le ragazze. bella anche la breve postfazione.

Vedi tutte le 22 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione