Salvato in 81 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Melancholia
9,99 €
DVD
Venditore: Movietrade
9,99 €
disp. immediata disp. immediata (Solo 3 prodotti)
+ 4,90 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Movietrade
9,99 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
ibs
9,99 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Movietrade
9,99 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
ibs
9,99 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Nome prodotto
9,99 €
Chiudi
Melancholia di Lars Von Trier - DVD
Melancholia di Lars Von Trier - DVD - 2
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Justine dovrebbe essere felice. Ha appena sposato Michael, il ricevimento è alle porte. Eppure una strana depressione sembra prendere il sopravvento. E mentre gli invitati sono pronti a festeggiare, il pianeta Melancholia si avvicina pericolosamente alla Terra, minacciando una catastrofe.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2011
DVD
8032807039909
Chiudi

Premi

    2011 - Festival di Cannes Miglior Attrice Dunst Kirsten

Informazioni aggiuntive

BiM, 2020
Eagle Pictures
130 min
Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
Italiano
Wide Screen
speciale: \Lo stile visivo di Melancholia\" - \"L'Universo di Melancholia\"; trailers"

Valutazioni e recensioni

4,2/5
Recensioni: 4/5
(20)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(9)
4
(8)
3
(1)
2
(2)
1
(0)
Giancarlo Locarno
Recensioni: 5/5

Fim terribile, dove la fantascienza fa da contorno, il vero protagonista è la depressione, non se ne comprende la causa, arriva anche nel giorno più bello. Nella seconda parte assume una dimensione cosmica, con il pianeta Melancholia che si avvicina sempre di più alla terra. Sembra allora che il regista cerchi la chiave della depressione in questa discesa verso il nulla. Justine, la malata reagisce più stoicamente degli altri alla fine. Un film proprio da vedere.

Leggi di più Leggi di meno
andrea
Recensioni: 3/5

Tanto fumo e poco arrosto, così posso descrivere questa pellicola di Lars von Trier. Troppo lento a mio avviso, la seconda parte del film è però sicuramente più avvincente e alza il mio voto finale.

Leggi di più Leggi di meno
Marco
Recensioni: 4/5

La migliore interpretazioni drammatica di Kirsten Dunst, in un film apocalittico frutto del genio discusso di Lars Von Trier. La protagonista, Justine (Kirsten Dunst) sta per sposarsi, sua sorella Claire si occupa di organizzare la festa del matrimonio nella villa in campagna, dove vive con il marito ed il figlio. Purtroppo un gigantesco pianeta, dal nome "Melancholia", è ormai inevitabilmente in rotta di collisione con la Terra, e la fine è prossima. Il tema, all'esterno, della fine del mondo, e, sulla Terra, quello dell'insoddisfazione che attraversa le vite di tutti i personaggi. Il film è molto introspettivo, in cui la catastrofe naturale imminente mette in risalto tutti i turbamenti, spesso nevrotici, dei protagonisti. Quel pianeta, così luminoso, ora lontano ora vicinissimo, sembra essere la proiezione dei sentimenti malinconici dei personaggi. Forse Justine, metaforicamente, si lascia trasportare dalla lenta corrente del fiume proprio come l'Ofelia (costante il riferimento a Shakespeare) nel famoso dipinto omonimo di John Everett Millais? Premio a Kirsten Dunst per la migliore interpretazione femminile al 64esimo festival del cinema di Cannes, miglior film, scenografia e fotografia agli European film Awards 2011.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,2/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(9)
4
(8)
3
(1)
2
(2)
1
(0)

Conosci l'autore

Kirsten Dunst

1982, Point Pleasant, New Jersey

Propr. K. Caroline D., attrice statunitense. Inizia la carriera all'età di tre anni come baby-modella per l'agenzia Ford. Con all'attivo più di settanta spot pubblicitari e diversi videoclip, appare al cinema per la prima volta (non accreditata) nell'episodio di F.F. Coppola di New York Stories (1989). La sua filmografia è composta da una lunga serie di ruoli da bambina prodigio hollywoodiana (da Jumanji, 1995, di J. Johnston a Small Soldiers, 1998, di J. Dante) e da alcune prove di sorprendente maturità recitativa (dalla bambina-vampiro in Intervista col vampiro, 1994 di N. Jordan, all'adolescente Lux Lisbon in Il giardino delle vergini suicide, 2000, di S. Coppola). Raggiunge la popolarità internazionale interpretando la ragazza dell'uomo-ragno in Spider-Man (2002), Spider-Man 2 (2004) e...

Charlotte Gainsbourg

1971, Londra

"Propr. C. Lucy G., attrice francese. Figlia di Serge G. e J. Birkin, vince il suo primo César a quattordici anni grazie a Sarà perché ti amo (1985) di C. Miller, in cui interpreta un’adolescente annoiata e in cerca di affetto. Per lo stesso Miller è la ragazzina inquieta e vitale di La piccola ladra (1988). Il padre la dirige in Charlotte for ever (1987) in cui descrive il loro rapporto confondendo realtà e finzione. Rimarchevoli sono anche le sue recenti interpretazioni in Félix et Lola (2000) di P. Leconte, Mia moglie è un’attrice (2001), diretto dal marito Y. Attal, e Lemming (2005) di D.?Moll, che ha inaugurato il 58° Festival di Cannes. Recita accanto a un trasognato G. García Bernal in L’arte del sogno (2006) di M. Gondry; in Nuovomondo (2006) di E. Crialese è Lucy, un’austera lady...

Kiefer Sutherland

1966, Londra

Attore e regista inglese. Figlio d’arte (i genitori sono gli attori Donald S. e S. Douglas), esordisce sul grande schermo agli inizi degli anni ’80 in ruoli che gli permettono di dimostrare un certo eclettismo. Lo ricordiamo studente di medicina affascinato da un esperimento in cui rischia la vita nel suggestivo Linea mortale (1990) di J. Schumacher, altero e freddo Athos nel mediocre rifacimento dumasiano I tre moschettieri (1993) di S. Herek, ambiguo magnate nel giallo Tentazione pericolosa (2000) di L. Chubbuck. Dagli anni ’90 tenta anche con scarso successo la strada della regia con i drammatici Last Light - Storia di un condannato a morte (1993) e Viaggio senza ritorno (1997) e la commedia Woman Wanted (Cercasi donna, 1999). Sin dagli esordi alterna la carriera cinematografica agli impegni...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore