Recensioni Melissa la donna che cambiò la storia

  • User Icon
    22/07/2018 14:30:15

    Non lo si può considerare un romanzo storico in senso stretto, più che altro è un romanzo ad ambientazione storica. Le vicende della giovane pitagorica non s’intrecciano con grandi eventi, tranne all’inizio, ma si limitano ad essere ambientate in una realtà antica. Una realtà che l’autore ci presenta prendendosi qualche libertà ma dandoci una visione abbastanza interessante dei sanniti e degli etruschi. Purtroppo però la Magna Grecia ha un ruolo decisamente marginale, non viene dato spazio né al suo mondo né alla sanguinosa e violenta salita al potere dei regimi democratici che l’ha caratterizzata in quegli anni. Sebbene non sia certo una lettura ricca di azione o combattimenti scorre bene e non annoia, anzi ci sono dei momenti abbastanza intriganti. Inoltre essendo incentrato su “un’allieva di Pitagora” non mancano piccole riflessioni e discussioni filosofiche. Tuttavia in certe occasioni la narrazione sembra correre troppo, sembra essere troppo sbrigativa e tendere a “tagliare corto”. E questo si riflette anche sui vari personaggi, che pur non essendo tanto male avrebbero potuto essere più approfonditi. Forse mi sbilancerò un pochino ma, nonostante non sia il mio genere di libro e non lo consigli a chi cerca un bel romanzo storico, credo meriti quattro stelle come lettura. Se avessi potuto avrei dato tre stelle e mezzo.

    Leggi di più Riduci