La messa in scena del prodotto. Packaging: identità e consumo

Valeria Bucchetti

Editore: Franco Angeli
Collana: Architettura
Edizione: 2
Anno edizione: 2003
In commercio dal: 11 giugno 2008
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 160 p.
  • EAN: 9788846417442
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 22,00

Venduto e spedito da IBS

22 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
Giovanni Anceschi , Prefazione
Introduzione
(Da imballaggio a packaging: Disegno Industriale e Comunicazioni visive)
Parte I. Il packaging: carrozzeria e protesi comunicativa
L'affermazione del packaging
(Lo statuto della merce; Visibilità e spettacolarizzazione delle merci; Crescita quantitativa e livellamento qualitativo dei prodotti; Il progetto delle apparenze come fattore differenziante; Una diffusione capillare)
Il packaging come funzione comunicativa diffusa
(L'inserimento nello scenario del consumo; L'alone comunicativo del prodotto; Il packaging come attore massmediale; Un dispositivo segnaletico; Un'interfaccia per l'utilizzo e il consumo)
Il packaging nel sistema comunicativo complessivo
(Corporate image: moltiplicazione delle immagini di marca; Le coordinate comunicative; La regia della marca)
Parte II. Le modalità di produzione e di consumo visivo del packaging
Il packaging come messa in scena del prodotto
(L'emersione del contenuto; Un dispositivo complesso; La veridicità della messa in scena ; La messa in scena come configurazione discorsiva)
La comunicazione verbo-iconica
(La messa in pagina e i suoi meccanismi narrativo/informativi; L'organizzazione della superficie; Area primaria e persuasione, area secondaria e prescrizione)
Area primaria e messa in scena
(I modi della gerarchizzazione; Le convenzioni grafiche e la costruzione della scena)
Forme e materiali nel processo di messa in scena
(La tecnologia come significante; La forma come componente dell'identità; I valori della superficie)
Produzione e consumo delle immagini
(L'enunciato visivo come effetto di senso; Isotopie concorrenti e isotopie alternative; Sistema omologante e scarto dalla norma).