La metamorfosi

Franz Kafka

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Anno edizione: 1998
Formato: Tascabile
In commercio dal: 8 luglio 1998
Pagine: 112 p.
  • EAN: 9788817150149
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 3,73

€ 6,90

Punti Premium: 4

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Alessandro Medri

    30/04/2011 15:59:59

    Questa edizione del notissimo racconto di Kafka si segnala non tanto per la discreta traduzione - ve ne sono già decine, anche migliori - quanto per la straordinaria introduzione del massimo germanista italiano di tutti i tempi, Giuliano Baioni; il quale, in questa che è una delle cose migliori da lui scritte, mette a disposizione le fondamentali chiavi di lettura per accostarsi all'opera kafkiana nel suo complesso.

  • User Icon

    M.Laura

    27/06/2005 12:25:13

    Oh, Kafka, che mito! E' mio dovere confessare che è da qualche tempo che non leggevo un qualcosa di tale spessore!D'altronde con questo racconto Kafka ci mette di fronte una sottile allegoria della condizione umana e fa sì che ognuno di noi possa riflettere ma allo stesso tempo gustare il racconto da cui emerge la vera essenza del suo stile...

  • Franz Kafka Cover

    Scrittore boemo di lingua tedesca. Figlio di un agiato commerciante ebreo, ebbe col padre un rapporto tormentoso, documentato nella drammatica "Lettera al padre" (1919). Il fidanzamento con Felice Bauer, interrotto, ripreso, poi definitivamente sciolto, la relazione con Dora Dymant, con cui convisse dal 1923, testimoniano l'angosciata ricerca di una stabilità sentimentale che non fu mai raggiunta. Intraprese lo studio della Giurisprudenza, si laureò nel 1906 e si impiegò in una compagnia di assicurazioni. Malato di tubercolosi, soggiornò per cure a Riva del Garda (1910-12), poi a Merano (1920) e, da ultimo, nel sanatorio di Kierling, presso Vienna, dove morì. Praga era, ai tempi, un vivace centro culturale e particolarmente viva era la presenza della cultura... Approfondisci
Note legali