Il metodo antistronzi. Come creare un ambiente di lavoro più civile e produttivo o sopravvivere se il tuo non lo è

Robert I. Sutton

Traduttore: F. Saulini
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 223 p., Brossura
  • EAN: 9788865830499
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,42

€ 9,90

Risparmi € 1,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    angelo

    02/05/2016 15:05:42

    Ingredienti: le caratteristiche peggiori di possibili capi o colleghi, piccoli rimedi e consigli per la sopravvivenza in ufficio, poche e semplici regole per eliminare gli stronzi dal mondo del lavoro, i tanti danni e i pochi vantaggi che la categoria apporta a sé e agli altri. Consigliato: a chi crede che solo gli stronzi possano fare carriera, a chi ha bisogno di vaccinarsi col buonsenso contro un male contagioso.

  • User Icon

    ales

    19/01/2011 11:57:55

    mamma mia che bel libro, pensavo fosse una cavolata dal titolo, invece si è rivelato davvero interessante! complimenti all'autore!

  • User Icon

    roberto

    30/07/2008 17:50:43

    Piacevole, facile, a volte ironico. Di grande aiuto per che si trova in situazioni descritte nel libro. Il metodo è alla fin fine quello dettato dal buon senso o dall'esperienza; e il capitolo sul "costo totale stronzi" puo avere senso in America o da altre parti, non certo in italia dove predomina una certa mentalità.

  • User Icon

    diablera

    30/03/2008 22:43:45

    per chiunque lavori, soprattutto se ha subìto mobbing a causa di stronzi. una bibbia.

  • User Icon

    Nicola

    07/01/2008 15:02:34

    Concordo con Alessandro, il libro è una raccolta di testimonianze ed aneddoti anche divertenti. Si legge un po' come si leggesse un libro di Dilbert (Scott Adams). Di "metodo" ce n'è poco, quello che anche il buon senso di ognuno di noi può suggerire.

  • User Icon

    Priar#1

    30/12/2007 22:19:41

    Una piacevole lettura. L'autore fornisce alcuni elementi oggettivi per la definizione di asshole (stronzo). Cerca di fornire indicazioni su un indicatore CTS (Costo Totale Stronzi) di difficile aggregazione. Cita numerosi esempi, concentrato sulle società statunitensi, ancora distanti dalla realtà italiana, a mio parere. Dà indicazioni di buon senso. E' meglio stare lontani dagli stronzi e se si deve convivere ci si concentri sulle piccole vittorie. Autore che non conoscevo, cinico quanto basta ammette che a volte può servire essere asshole. Pensando a tutti i codici etici che vanno tanto di moda, ribadisce che è meglio non dire nulla piuttosto che andare contro ai principi scritti ed espressi. Ho visitato il sito internet ed il blog, ma mi sembrano molto marginali, forse era meglio un forum.

  • User Icon

    Roberto

    21/12/2007 11:37:29

    E' un ottimo libro, la lettura scorre veloce, comprarlo e farne pubblicità farà fare dei soldi ad autore ed editore, ma mi piace pensare che la sua diffusione possa lanciare un moda che forse ci porterà ad un ambiente di lavoro più sano.

  • User Icon

    rebecca rigon

    26/11/2007 11:46:42

    libro dal titolo certamente provocatorio ma efficace, che consiglirei a chiunque volesse cercare di capire e combattere la tanta/troppa gente che scarica le proprie frustazioni nell'ambiente lavorativo. una buona lettura per gli amanti del genere.

  • User Icon

    Rosa

    23/11/2007 14:21:04

    Il libro è grandioso! Si legge che è una bellezza e al tempo stesso è davvero brillante! Interessante il fatto che lo studio si concentri su quanto male questi individui facciano anche all'azienda! Meditate gente, meditate!

  • User Icon

    Laura

    23/11/2007 14:19:54

    E' un libro che trovo molto utile, soprattutto perchè pratico, e insegna a non compatirsi. E, parlando della mia esperienza personale, ora che sono tornata al lavoro dopo la maternità mi accorgo che di individui come ne descrive l'autore ce ne sono parecchi, intorno a me!

  • User Icon

    Rennie

    23/11/2007 11:03:24

    Da come la vedo io, Robert Sutton è riuscito a far passare un messaggio: le difficoltà che si incontrano sul posto di lavoro, a tutti i livelli, causa persone sgradite (gli stronzi del titolo). E non si ferma a questo, ma spiega come a queste difficoltà, intoppi, spesso soprusi si può e si deve porre rimedio, in modo molto pratico e immediato, senza grafici e risultati di sondaggi spesso inutili nell'immediato. Un esempio di enorme perspicacia, civiltà e conoscenza del mondo del lavoro, non solo americano, ma a livello mondiale. A me il libro non solo è servito, ma lo sto diffondendo, perchè il suo manifesto non mi sembra cosa da poco in questi tempi bui per l'occupazione.

  • User Icon

    Chiara

    23/11/2007 10:50:53

    Scorrevole e molto piacevole, penso che questo libro sia un saggio molto intelligente sui negativi risvolti psicologici dei sopprusi subiti in ufficio da tutti noi visti per la prima volta anche dal punto di vista dei danni che questo provoca alle aziende. FINALMENTE! L'ho regalato a tutti i miei amici: chi non ha uno s*#@?!# in ufficio?!?

  • User Icon

    donato

    21/11/2007 18:40:28

    Bella forse la idea, anche coraggiosa forse, ma l'Autore non va al di là di riferire di indagini statistiche su vari soprusi e di aneddoti. Avrebbe per esempio fornire, in aggiunta, valutazioni sulle metodiche di tali analisi "statistiche". Non ci sono approfondimenti, nè tentativi di spiegazione. Unica "scusante" per un libro altrimenti a mio modo di vedere superficiale, la difficoltà del tema trattato

  • User Icon

    Luca Mauri

    28/10/2007 09:51:30

    Per quanto il libro sia annacquato in certi punti, si tratta di un testo piuttosto interessante. Lodevole è l'impegno dell'autore che non si limita a scrivere opinioni ed esperienze di prima o seconda mano, ma che arricchisce la narrazione con cifre reali che danno spessore ai commenti. Anche se un po' superficiale in alcuni passaggi, mi sento di consigliare assolutamente questo libro, non perché proponga molte soluzioni, ma quanto piuttosto perché aiuta a fare le domande giuste su sé stessi e sugli altri. Visto il periodo, consiglieri anche alle Aziende di valutarlo come regalo natalizio a tutti i dipendenti, a ogni livello.

  • User Icon

    Alessandro

    12/10/2007 21:50:11

    Più che un metodo è una raccolta di testimonianze poco approfondite sui danni degli stronzi in azienda. Tutto il libro si basa su un concetto girato e rigirato nei vari capitoli. Ho fatto fatica a finirlo e non lo consiglio a nessuno.

Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione