Il miglio verde

Stephen King

Traduttore: T. Dobner
Collana: Pickwick
Edizione: 3
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 28 giugno 2013
Pagine: 556 p.
  • EAN: 9788868360283

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Horror e narrativa gotica - Narrativa horror

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,42

€ 10,12

€ 11,90

Risparmi € 1,78 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    04/01/2018 16:38:07

    Non servono tante parole per commentare. Ogni pagina di questo libro e' un'emozione unica ^_^

  • User Icon

    Luca

    11/10/2017 08:04:21

    Il libro, tutto insieme e non più a "capitoli", è venuto dopo il film. Era già un buon motivo per pensare che sarebbe stata una lettura bella ma banale, con i personaggi già crudamente associati ai volti del film. E invece... Invece questo libro è semplicemente un capolavoro. La narrazione in prima persona è magistrale, l'arricchimento derivante dalla scrittura un salto nel cuore. Quasi impossibile staccarsi dalle pagine, che scorrono una via l'altra, indomabili. L'ispirazione, menzionata più volte, di Charles Dickens, è lampante, ed il risultato incredibilmente bello. Fra l'altro era uno dei pochi di King che mi mancava, e l'ho vinto ad una pesca di beneficenza in un oratorio. Chissà se è stato John Coffey a farmelo arrivare in qualche modo. Leggetelo.

  • User Icon

    Francesco Argento

    22/09/2017 09:13:23

    L'unico modo per non piangere al termine di questo capolavoro, è non avere il cuore.

  • User Icon

    Martina

    17/09/2017 17:57:47

    Non ci sono parole per descrivere questo capolavoro di Stephen King! La storia è ambientata nel penitenziario di Cold Mountain e più precisamente nel blocco E, quello destinato ai condannati a morte sulla sedia elettrica. Il protagonista, Paul Edgecombe, il capo delle guardie carcerarie, assieme ai suoi colleghi, si troverà alle prese nel 1932 con l'arrivo al penitenziario di un uomo di colore accusato di aver violentato e ucciso due bambine, John Coffey, con il quale avranno inizio una serie di avvenimenti misteriosi che porteranno Paul ad interrogarsi se Coffey sia davvero colpevole. In questo libro di King sono descritti benissimo i vari personaggi, non solo i secondini ma anche i condannati a morte, che ci vengono prima di tutto mostrati come uomini. Altamente drammatica è la descrizione delle varie esecuzioni, che vuole condannare l'uso della sedia elettrica e mostrare come l'utilizzo di questo strumento sia barbaro non solo per chi viene condannato ma anche per chi deve far eseguire la condanna. Inizialmente quest'opera era divisa in 6 parti, poiché uscita a puntate; successivamente vennero raggruppate come sono attualmente. All'inizio di ogni parte il protagonista, da anziano, in una casa di riposo, si trova di fronte ad un avvenimento che lo porterà a scrivere e a rivivere ciò che accadde nel 1932. E con questo espediente che King avvia quindi la storia. Il libro è scorrevole e più si avanza e più è difficile staccarsi. La commozione del lettore, il pathos di alcune descrizioni, l'immedesimazione nei personaggi contribuiscono tutti a rendere questo libro un capolavoro, addirittura superiore al già ottimo film con Tom Hanks.

  • User Icon

    Veronica

    27/08/2017 12:32:50

    Strutturato molto bene, la trama si svolge in un posto ristretto alla luce del riflesso del linoleum verde dell'ultimo miglio, ma apre un occhio sull' universo di King. La grandezza di questo capolavoro è sottolineata dalla fedeltà della trasposizione cinematografica...era già perfetto così. Man mano che si procede con la lettura, si svelano particolari "magici" è fantascientifici ma con King ci siamo abituati e non è difficile accettarli per veri. Dispiace quando finisce, quasi lo si vorrebbe far durare per sempre, non oso immaginare la trepidazione dell'attesa di quando veniva pubblicato a puntate!!!

  • User Icon

    Giulia

    09/10/2016 12:42:24

    Questo è uno dei miei libri preferiti in assoluto, quando l'ho letto avevo già visto(purtroppo) l'omonimo film con Tom Hanks (bellissimo tra l'altro)e per questo già conoscevo tutti i colpi di scena. Credo che questa sia la prova che Il miglio verde è un grande libro: rimane affascinante (e commuovente) anche a chi ne conosce già la trama. Inoltre è il primo libro "a puntate" che ho letto. Naturalmente l'edizione è integrale ma quando King lo scrisse lo face mensilmente ed è interessante vedere come egli riesca a riprendere il filo del discorso ogni volta senza rendere il libro noioso anche a chi lo legge tutto d'un fiato. Ma la cosa più importante è che Il Miglio Verde è uno di quei libri che ti fa emozionare (e non una volta sola) senza scadere nel banale o nel patetico, cosa che non si può dire di molti altri libri oggi. COMPRATELO :)

  • User Icon

    Massimo57

    05/09/2016 10:46:11

    Tra le migliori opere di King, scritto molto bene e convolgente dalla prima alla ultima riga. Una storia affascinante, quasi poetica, sul bene e sul male mell'uomo. Veramente da leggere!

  • User Icon

    Salvatore

    25/11/2015 10:14:46

    Oscar! Uno dei libri più belli che abbia mai letto. Il re del brivido emozionante come non mai. Un tema così importante trattato con cruda coscienza è opera di un genio della letteratura. Se gli scrittori moderni italiani scrivessero insieme un libro di questa portata sarebbe già tanto! King tra i miei preferiti in assoluto. Questo capolavoro è c.o.n.s.i.g.l.i.a.t.o. Voto 5/5 con lode

  • User Icon

    Very

    25/08/2014 16:47:44

    Uno dei libri più belli che abbia mai letto. Appassionante, Vero, ma soprattutto carico di Emozioni. Ti tocca al cuore, davvero un capolavoro. Consigliato: da leggere ed emozionarsi!

  • User Icon

    Leonardo Banfi

    01/06/2014 10:25:28

    Un capolavoro del maestro S.K.. Una trama ottima sviluppata solo come King sa fare. Personaggi veri, con emozioni e paure in grado di portare tanta umanita' e bonta' in un braccio della morte, dove sono custodite le anime tormentate di coloro che sono destinati alla sedia elettrica, assassini, delinquenti, stupratori. E non solo, anche innocenti particolari solo in grado di fare del bene e giustiziati esclusivamente per il loro aspetto fisico in una america razzista e ignorante. Uno stile narrativo impeccabile, un finale sorprendentemente reale e crudo, per King il mondo delle favole non esiste, e' il mondo reale di tutti i giorni ad avere il sopravvento. Assolutamente da leggere, le parole scorrono veloci e senza respiro si arriva alla fine delle quasi 600 pg e si vorrebbe continuare ancora..... ma ormai si e' alla fine!

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Nel penitenziario di Cold Mountain, lungo lo stretto corridoio di celle noto come "Il Miglio Verde", i detenuti come lo psicopatico "Billy the Kid" Wharton o il demoniaco Eduard Delacroix aspettano di morire sulla sedia elettrica, sorvegliati a vista dalle guardie. Ma nessuno riesce a decifrare l'enigmatico sguardo di John Coffey, un nero gigantesco condannato a morte per aver violentato e ucciso due bambine. Chi è Coffey? Un mostro dalle sembianze umane o un essere diverso da tutti gli altri? Il capolavoro da cui è tratto il film omomino con Tom Hanks.