Momo. Alla conquista del tempo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Enzo D'Alò
Paese: Italia
Anno: 2001
Supporto: DVD
Salvato in 35 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 7,99 €)

Momo ha nove anni e possiede un dote molto speciale: nessuno, guardandola negli occhi, è in grado di mentirle. Grazie a questo suo dono e ai suoi strani amici, Momo riuscirà a fermare i cattivi "Uomoni Grigi", finti venditori porta a porta che rubano il tempo agli esseri umani.
4,6
di 5
Totale 5
5
3
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Paola

    05/02/2020 14:31:11

    Devo dire che, considerando da sempre "Momo" un capolavoro, nonché uno dei miei libri preferiti, ero un po' titubante quando, dopo avere letto il libro a mia figlia, abbiamo visto insieme questo film d'animazione. Il responso finale è stato, invece, positivo: il cartone animato, pur riassumendo o modificando alcune parti della storia (come dev'essere, del resto, in una trasposizione cinematografica), comunica perfettamente emozioni e significati del romanzo. Approvato!

  • User Icon

    Vittorio

    22/09/2019 10:24:58

    Film meraviglioso, mi commuove sempre. Insegna il valore del tempo, a vivere ogni istante pienamente, senza lasciarsi conquistare da uomini grigi che ce lo rubano per i loro interessi di lucro. La dolcezza di Momo è irresistibile.

  • User Icon

    Concetta

    10/03/2019 12:01:43

    I cartoni che dovrebbero vedere oggigiorno i bimbi.. bellissimo

  • User Icon

    Giulia

    07/02/2009 15:52:08

    Il film è un cartone ma il tema trattato è complesso e profondo,e quindi è utilissimo anche per i più grandi. Quando si guarda questo film ci si sente immersi e pervasi da un'atmosfera magica,surreale,cioè l'atmosfera della storia. In questo e in altre cose somiglia molto a "La Gabbianella e il Gatto",altro capolavoro inimitabile dell'animazione. Così anche "Momo" è un piccolo ed emozionante gioiello,che ci insegna a vegliare sul nostro Tempo e a custodirlo come il tesoro più prezioso,per non trovarsi mai un giorno a dover dire "non ho più tempo".

  • User Icon

    Lara

    16/09/2005 14:10:42

    E' bellissimo, questo film mi ha fatto maturare e mi ha fatto scoprire Ende. Però non lo vedo per bambini, il significato è decisamente troppo intenso, come La gabbianella e il gatto, del resto. Ma se si legge il libro si rimane col cuore in gola e si piange. Se volete un mio consiglio... comprate prima il libro e poi il dvd. Assolutamente rinnego che D'alò abbia sacrificato alcune parti del libro (tipo Mastro Hora, che nel libro cambia età, insomma è magico, qui invece sembra un vecchietto qualunque)ed abbia aggiunto alcune stupide (il galletto e la civetta)ma quel che lo salva sono le musiche e le parole di Gianna Nannini, (su cui troverete una mia recensione sui dischi che ho), bellissime meravigliose e molto significative. Ma mai paragonato al libro, quello è mille volte meglio. Quindi: prima leggere il libro, poi vedere il film (e diventare fan di Gianna, mi raccomando!).

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2002
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 75 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS 5.1);Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Enzo D'Alò Cover

    Regista e sceneggiatore di serie televisive e di animazione, è attivo in questo campo sin dal 1983, e ha ottenuto numerosi riconoscimenti a livello internazionale.Nel 1996 esordisce alla regia con film d'animazione La freccia azzurra, che si aggiudica due nastri d'argento e il David di Donatello (per la migliore colonna sonora, composta dal cantautore Paolo Conte).Nel 1997, in collaborazione con Osvaldo Cavandoli (il "Cava" autore del famosissimo e seminale cartoon La Linea), cura la regia della serie TV dedicata a Pimpa, la cagnolina a pois rossi nata dalla matita di Altan. La serie è trasmessa sulle reti RAI in diversi paesi, e vince il Premio Internazionale "Cartoon on the Bay".Nel 1998 dirige quello che ad oggi è il suo... Approfondisci
  • Giancarlo Giannini Cover

    "Attore italiano. Inizia la carriera artistica frequentando l'Accademia nazionale d'arte drammatica e debutta quindi in teatro e poi in televisione con lo sceneggiato David Copperfield. Con l'allestimento teatrale di Due più due non fanno quattro inaugura una collaborazione con L. Wertmüller, che prosegue con i film Rita la zanzara (1966) e Non stuzzicate la zanzara (1967) trasformandosi in un autentico sodalizio. La vera scoperta delle sue doti d'attore avviene però solo nel 1970, con il ruolo del pizzaiolo in Dramma della gelosia, tutti i particolari in cronaca di E. Scola. Perfetto nel ruolo del proletario focoso e passionale, ha l'opportunità di dare libero sfogo alla sua carica di istrionismo nei primi due grandi successi della Wertmüller (Mimì metallurgico ferito nell'onore, 1972, e... Approfondisci
  • Sergio Rubini Cover

    Attore, sceneggiatore e regista italiano. Esordisce sul grande schermo come attore alla metà degli anni '80 e nel 1987 è già protagonista di Intensità di F. Fellini. Bruno, fisico asciutto e temperamento nervoso, è perfetto per ruoli sopra le righe a metà tra il comico e il drammatico ma soltanto pochi registi lo sfruttano al meglio: è un fedifrago ossessionato dalla sua ex fidanzata nella commedia Storie d'amore con i crampi (1995) di P. Quartullo, padre immaturo di quindicenni in crisi nel drammatico L'albero delle pere (1998) di F. Archibugi, ansioso divorziato terrorizzato dai dentisti nel surreale Denti (2000) di G. Salvatores. Negli anni '90 tenta con successo la strada della regia e dirige, sceneggia e interpreta le commedie agrodolci La stazione (1990, David come miglior regista esordiente)... Approfondisci
  • Diego Abatantuono Cover

    "Attore italiano. Dopo aver esordito come cabarettista al Derby Club di Milano e con i Gatti di Vicolo Miracoli, viene notato da R. Arbore che lo inserisce nel cast del Pap’occhio (1980). Arrivato al successo nei primi anni ’80 nel ruolo del «terrunciello» in film come Viuuulentemente mia e Eccezzziunale... veramente (entrambi di C. Vanzina, 1982), imprime una svolta alla sua carriera con Regalo di Natale (1986) di P. Avati, in cui mostra pregevoli doti di attore drammatico. Il suo nome si lega poi al successo internazionale di G. Salvatores, per il quale dà vita a estrosi personaggi in Marrakech Express (1989), Turné (1990), Mediterraneo (1991), Puerto Escondido (1992), Nirvana (1997). La sua carriera discontinua alterna convincenti risultati in film d’autore (Il toro, 1994, di C. Mazzacurati;... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali