Traduttore: E. Broseghini
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2012
Pagine: 281 p., Rilegato
  • EAN: 9788804615071
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Arthur Schopenhauer è furioso. Ha appena consegnato "Il mondo come volontà e rappresentazione" e l'editore ne rimanda a chissà quando la pubblicazione. Meglio andarsene allora, lasciarsi alle spalle per un po' la Germania. Parte per l'Italia con in tasca un biglietto firmato da Goethe, l'amico di famiglia che, con una punta di malizia, lo raccomanda a Lord Byron. Il poeta inglese, infatti, in quei mesi è a Venezia, ma con i suoi canti per le libertà dei popoli e i costumi disinvolti si è già fatto una cattiva fama, attirando su di sé l'occhio delle instancabili spie di Metternich. In viaggio con uno studente stravagante e un improbabile gruppo di Brahmani, il giovane Arthur si mette nei guai prima ancora di arrivare sulle rive del Tagliamento: la polizia austriaca non lo perde di vista, insospettita dalla compagnia e da quella sconveniente raccomandazione. Giunto a Venezia, contro ogni previsione Arthur non si precipita a incontrare Byron, verso il quale nutre in fondo una certa gelosia. A catturarlo sono le calli, i campi e i labirinti lungo i canali, che nascondono i suoi movimenti e confondono gli inseguitori. Ma Arthur non riesce a passare del tutto inosservato. A trovarlo sono Ciccio, un cagnolino che gli farà da guida ovunque, la capricciosa cantante lirica Angelica Catalani e Tita, il gondoliere di Byron, che gli insegna il suo difficile mestiere. A incantarlo però sarà soprattutto Teresa, la ragazza che lavora per i vetrai di Murano e che lo costringerà a rivedere la sua idea dell'amore.

€ 9,75

€ 19,50

Risparmi € 9,75 (50%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 8,78 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Federico

    03/11/2012 10:14:36

    Un po' una delusione: i personaggi, e che personaggi! (Schopenhauer, Goethe, Byron, Metternich, Johanna e Adele Schopenhauer, ecc.), mancano un po' di profondità, ma soprattutto di quello spessore intellettuale, di quella introspezione (specialmente in un "rimuginatore" come Schopenhauer) che ci si aspetterebbe da personaggi come loro. Anche l'ambientazione è scarna e spesso priva di quella prospettiva storica che potrebbe dare più calore e sapore al romanzo. Forse ci volevano ali più robuste per affrontare questo viaggio...

Scrivi una recensione