Montserrat Caballé Sings Bellini & Verdi - CD Audio di Vincenzo Bellini,Giuseppe Verdi

Montserrat Caballé Sings Bellini & Verdi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: EMI Classics
  • EAN: 5099968287221
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 7,50

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 7,50 €)

Disco 1
1
Il Pirata: Oh! s'io potessi ... (Atto II)
2
Il Pirata: Col sorriso d'innocenza ... (Atto II)
3
Il Pirata: Oh! Sole! ti vela ... (Atto II)
4
I Puritani: O rendetemi la speme ... (Atto II)
5
I Puritani: Qui la voce ... (Atto II)
6
I Puritani: Vien, diletto, è in ciel la luna ... (Atto II)
7
Aida: Qui Radamès verrà... O patria mia
8
Don Carlo: Tu che le vanità
9
La forza del destino: Pace, pace, mio Dio
10
Macbeth: Una macchia è qui tuttora! (Atto IV)
11
Otello: Era più calma ... Piangea cantando (Atto IV)
12
Otello: Ave Maria (Atto IV)
  • Vincenzo Bellini Cover

    Compositore. Q la precoce formazione e i primi lavori. Figlio di Rosario B., organista, maestro di cappella e compositore di musica sacra, e di Agata Ferlito, dimostrò una precocissima attitudine alla musica, tanto che a sei anni scrisse la sua prima composizione. Prese le prime lezioni dal nonno Vincenzo Tobia, organista e compositore, e dal padre; presto si fece conoscere come organista e compositore di musica sacra e di canzoni nelle chiese e nei salotti della città, e nel 1819 il comune di Catania gli offrì i mezzi per recarsi a studiare al conservatorio di Napoli. Qui ebbe per maestri G. Furno, G. Tritto e N. Zingarelli; quest'ultimo lo indirizzò allo studio del melodramma napoletano e delle opere strumentali di Haydn e Mozart. Durante gli anni di conservatorio B. continuò a comporre... Approfondisci
  • Giuseppe Verdi Cover

    Compositore.La giovinezza e i primi successi. Le origini assai modeste gli resero difficile l'accesso a studi regolari. Iniziò sotto la guida di Pietro Baistrocchi, organista di Roncole, ed esercitandosi su una spinetta acquistatagli dai genitori. Poi Antonio Barezzi, mercante di Busseto e suo futuro suocero, si interessò perché potesse seguire i corsi del locale ginnasio e avesse lezioni da Ferdinando Provesi, organista di Busseto. Intanto, ormai quindicenne, V. aveva cominciato a scrivere musica, profana e sacra, ad uso della locale Società filarmonica e di privati di Busseto; ma il suo desiderio di completare gli studi al di fuori dell'ambiente provinciale urtò contro numerose difficoltà: non ebbe il posto di organista nella chiesa di Soragna, non riuscì a ottenere sovvenzioni finanziarie,... Approfondisci
Note legali