Morte della democrazia. L'ascesa di Hitler e il crollo della Repubblica di Weimar - Benjamin Carter Hett,Maria Baiocchi,Anna Tagliavini - ebook

Morte della democrazia. L'ascesa di Hitler e il crollo della Repubblica di Weimar

Benjamin Carter Hett

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 3,46 MB
Pagine della versione a stampa: XVIII-344 p.
  • EAN: 9788858432662
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Come poté un governo democratico permettere ad Adolf Hitler di conquistare la Germania? Affermare che Hitler fu regolarmente eletto è troppo semplice. Il Führer non avrebbe mai potuto ottenere il potere se i politici di punta non avessero risposto a un'ondata di insurrezioni populiste cercando di cooptarlo; una strategia che invece li schiacciò in un angolo, dal quale l'unica via d'uscita fu quella di accogliere i nazisti in Parlamento. Benjamin Carter Hett mette a nudo la catastrofica sicurezza dei politici conservatori, convinti che i nazisti li avrebbero senza dubbio sostenuti, non capendo invece che i loro sforzi li stavano in realtà consegnando nelle mani di Hitler, a cui affidarono di fatto gli strumenti per trasformare la Germania in una feroce dittatura.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marco

    03/08/2020 11:43:15

    Libro scritto in modo magistrale che ripercorre con un ritmo incalzante - e analisi chirurgica - i passi che fatalmente portarono allo smantellamento della repubblica weimeriana e l'ascesa del nazismo. Il tema può sembrare sovrapporsi con quello trattato ne "I becchini. L'ultimo inverno della Repubblica di Weimar" uscito quasi in contemporanea, ma non è così. In un certo senso questo di Carter Hett è un unicum: descrive con una chiarezza, che talvolta mette i brividi, un processo politico esemplare. Non mi sembra affatto vero che egli ricorra con disinvoltura a paragoni o concetti contemporanei. Le peculiarità del periodo sono rese perfettamente. Ma è forse vero che le condizioni di debolezza di una repubblica e la mediocrità della sua classe politica, quando è tale, si potrebbero rintracciare in molti altri casi della storia. Consigliato al massimo grado.

  • User Icon

    michele

    10/06/2020 18:28:17

    La peculiarità è lo stile da romanzo thriller che incolla alle pagine. L'autore sfrutta al meglio questa sua capacità romanzesche. Ma in alcuni passaggi usa troppo facilmente etichette contemporanee per spiegare fatti di quasi 100 anni fa. Un libro di storia comunque interessante che indaga i grossolani errori commessi dai politici di Weimar che hanno permesso l'ascesa al potere di Hitler.

  • Benjamin Carter Hett Cover

    Benjamin Carter Hett ha studiato a Toronto e Harvard. Insegna Storia alla City University di New York. Vive a New York City.Ha scritto, tra l'altro, Burning the Reichstag, Crossing Hitler e Death in the Tiergarten. È co-vincitore (insieme a Brian Vick) dell'Hans Rosenberg Book Prize della Central European History Society, per il miglior libro sulla storia dell'Europa centrale, per Burning the Reichstag: An Investigation into the Third Reich's Enduring Mystery, pubblicato nel gennaio 2014 dalla Oxford University Press. Nel 2019 Einaudi ha pubblicato in Italia La morte della democrazia. L'ascesa di Hitler e Weimar. Approfondisci
Note legali