Nemico pubblico n. 1. L'istinto di morte di Jean-François Richet - DVD

Nemico pubblico n. 1. L'istinto di morte

L'instinct de mort

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: L'instinct de mort
Paese: Francia; Italia; Canada
Anno: 2008
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 9,37

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 4,55 €)

La vera storia di uno dei criminali più famigerati e carismatici d'Europa: Jacques Mesrine. Tornato dall'Algeria, dove era di stanza come militare, reso duro e spietato dalla guerra, finisce con il diventare un temuto criminale. Passa da un colpo all'altro insieme alla sua donna, Jeanne Schneider, finché non viene costretto dal clamore suscitato dalla sua figura a lasciare la Francia per andare in Canada.
4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    massimo

    30/01/2010 08:46:41

    Come sempre i francesi riescono a fare dei buoni film di gangster. Qui si parte dall'apprendistato in Algeria per raccontare le "gesta" di un piccolo malavitoso esaltato che si fa strada nel mondo della malavita. Non è però una storia di mafie o di bande: azioni isolate, con la trasferta in Canada sul filo del terrorismo (tema sfiorato di più nella seconda parte con riferimenti al rapimento Moro e alle "varianti" tedesca e palestinese). Nell'insieme è un buon film con buone scene d'azione. Non è però un film spettacolare e serrato, alla Dobermann, per restare a Cassell, con una colonna sonora solo di contorno. Alla fine, ne esce un messaggio un po' ambiguo, con il protagonista che viene quasi mitizzato, elemento classico in questo tipo di rappresentazioni del mondo visto dall'altra parte della legge. Ma tornando al discorso iniziale, sul tema in Francia sono usciti recentemente film piu' riusciti da 36 Quai des Orfèvres con lo stesso Depardieu al Paris Lockdown neanche uscito in Italia: questo si salva proprio per il cast sopra la media e per l'eccellente interpretazione del protagonista

  • User Icon

    luca68

    24/09/2009 15:21:53

    Il primo dei due capitoli è una meraviglia. Ritmo serratissimo, sceneggiatura di ferro, grandi interpreti con un Cassel in forma smagliante (a parte i chili di troppo, che però erano richiesti dal personaggio e che, se non ricordo male, lo appesantiscono soprattutto nella seconda parte). Difficile non tifare per il furfante sbruffone Mesrine contro la polizia. Il secondo capitolo mi è parso più convenzionale come stile narrativo e per me merita "solo" 4 stelle su 5

  • Produzione: Eagle Pictures
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 130 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Francese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Francese
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale: "Mesrine" e gli altri; trailers
  • Vincent Cassel Cover

    Nome d'arte di V. Crochon, attore francese. Figlio di Jean-Pierre C., dopo esperienze teatrali e televisive esordisce sul grande schermo nel 1988 con un ruolo di sfondo nella commedia Les cigognes n’en font qu’à leur tête (Le cicogne fanno di testa loro) di D. Kaminka, ma il grande successo arriva anni dopo come protagonista di L’odio (1995), cupo racconto sulla degradata periferia metropolitana francese di M. Kassovitz. Attore dal viso segnato e dallo sguardo freddo e magnetico, negli anni seguenti interpreta con un certo eclettismo film commerciali, spesso accanto all’attrice italiana M. Bellucci (Irréversible, 2002), fino al kolossal Giovanna d’Arco (1999) di L.?Besson e al successo del giallo psicologico I fiumi di porpora (2000) di M. Kassovitz, con J. Reno. Il suo ruolo più intenso e... Approfondisci
Note legali