Uno, nessuno e centomila

Luigi Pirandello

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Edizione: 2
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 maggio 2014
Pagine: 234 p.
  • EAN: 9788806221966

58° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Classica (prima del 1945)

Salvato in 193 liste dei desideri

€ 8,50

€ 10,00
(-15%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Uno, nessuno e centomila

Luigi Pirandello

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Uno, nessuno e centomila

Luigi Pirandello

€ 10,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Uno, nessuno e centomila

Luigi Pirandello

€ 10,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 10,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Pubblicato nel 1927 è il romanzo più tipico di Pirandello, quello in cui meglio si manifesta il nucleo fondamentale di quel particolare sentimento della vita e della società che sta alla base di tutta la sua grande opera teatrale. Vitangelo Moscarda si convince improvvisamente che l'uomo non è "uno", ma "centomila"; vale a dire possiede tante diverse personalità quante gli altri gliene attribuiscono. Solamente chi compie questa scoperta diventa in realtà "nessuno", almeno per se stesso, in quanto gli rimane la possibilità di osservare come lui appare agli altri, cioè le sue centomila differenti personalità. Su questo ragionamento il tranquillo Gengé decide di sconvolgere la sua vita.
4,36
di 5
Totale 27
5
17
4
7
3
2
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Beatrice

    08/09/2019 11:40:02

    Non è assolutamente un’opera di facile lettura (senza la dovuta attenzione non si riesce a coglierne tutta l’importanza) ma dalla grande potenza. Alla prima lettura ero un po’ confusa (e sconfortata dalla sua ripetitività in alcune espressioni) anche se avevo afferrato il tema principale del romanzo, ma con la seconda ho potuto cogliere i singoli frammenti che compongono la solitudine di Vitangelo Moscarda, la trappola di una società costruita, di identità costruite, la profondità umana che sorge dalle riflessioni del protagonista in tutta la sua verità. Bellissimo!

  • User Icon

    maria laura marino

    24/07/2019 16:12:44

    Chi siamo davvero? Neppure noi stessi lo sappiamo. Il giorno in cui il protagonista di questo romanzo di Pirandello se ne rende conto, è un giorno catastrofico. È l'apocalisse. Perché non solo nessuno si conosce, ma nessuno conosce nessuno. E noi siamo mille e nessuno per noi stessi e mille e nessuno per tutti gli altri. Ma allora chi siamo? Uno, nessuno e centomila. O forse... solo noi stessi? Ma cosa significa "noi"? Ecco come Pirandello riesce a mettere in crisi l'uomo:o meglio, a mostrare la crisi dell'uomo. Un uomo la cui identità si perde nella vacuità della società. Un uomo a cui la società sta stretta. Un uomo che non accetta etichette. Un uomo senza identità. Uno, nessuno, centomila.

  • User Icon

    Sa

    02/04/2019 10:09:09

    La prima parte è un po' noioso e complicato da capire; sono tornata più volte indietro a rileggere i vari passaggi, perché un po' difficile da comprendere. Concetti ingarbugliati e anche ripetitivi. Poi da circa metà libro in poi entra nel vivo della storia, con il classico umorismo di Pirandello, e diventa più scorrevole e si chiariscono i concetti letti prima. Non è tra i miei preferiti di Pirandello, a mio parere troppo filosofico, ma vale comunque la pena di essere letto. Pirandello comunque sempre divertente.

  • User Icon

    Maria

    11/03/2019 22:43:03

    Tutto ha inizio da un giudizio inaspettato riguardo il naso del protagonista. L’incipit è geniale, ed è il pretesto per Vitangelo Moscarda di rivedere ogni aspetto della propria vita. Vitangelo si rende conto che, cambiando la prospettiva e il tempo di osservazione, non solo cambia la percezione della realtà ma la realtà stessa. Quindi non esiste alcuna realtà assoluta, ma infinite e mutevoli. L’opera è divisa in nove libri, a loro volta divisi in capitoli. I capitoli sono brevi, all’inizio il libro era stato pensato come inserto a puntate per una rivista letteraria (“Fiera letteraria”). La lettura ne consegue scorrevole e veloce. Peccato che per i primi libri venga ripetutamente formulato, con parole diverse, lo stesso concetto (relatività e disgregazione dell’io). La conclusione è poesia che si presta alla prosa.

  • User Icon

    fla

    11/03/2019 21:56:52

    Chi di noi non si è mai trovato faccia a faccia con se stesso e non ha avuto una crisi? Una storia e un racconto meraviglioso da leggere almeno una volta nella vita. Pirandello non delude mai.

  • User Icon

    flavia

    11/03/2019 21:53:38

    Basta leggere chi è l'autore per essere sicuri di restare affascinati dal libro. Grande classico che ci mette davanti alla realtà e alle sue mille sfaccettature. Ognuno di noi dovrebbe leggerlo almeno una volta nella vita.

  • User Icon

    Marianna

    11/03/2019 18:33:55

    Il romanzo vuole mettere in evidenza gli ideali e gli schemi che ci vengono imposti dalla società e cercare di far capire al lettore che i corpi delle persone assumono continui aspetti diversi a seconda del punto di vista di chi lo osserva. Quindi anche noi siamo “Uno, Nessuno e Centomila”. È questo il messaggio che Pirandello vuole comunicarci. Personalmente ho trovato questo libro molto interessante e anche curioso per il metodo stilistico utilizzato da Pirandello, anche se in alcune parti, soprattutto gli esempi filosofici, erano molto difficili da capire. Mi è piaciuto soprattutto l’uso del dialogo, rivolgendosi ad un "voi" immaginario, perché mi sentivo chiamata in causa, e a volte mi è sembrato che l’autore capisse cosa stavo pensando. Inoltre gli argomenti trattati sono estremamente attuali, spesso anche a noi capita di essere fraintesi dagli altri, che non comprendono veramente chi siamo, così la nostra personalità non può rivelarsi a pieno perché qualsiasi cosa tentiamo di fare non sarà mai capita dagli altri, che guardano verso di noi con i loro occhi.

  • User Icon

    Antonella Grasso

    11/03/2019 13:58:17

    Nei secoli le domande dell'uomo sono state sempre le stesse: chi sono? Da dove vengo? Dove vado? Il dramma dell'identità di ognuno di noi si scontra irrediabilmente con il concetto che ognuno di noi ha di se stesso in relazione a quello che gli altri hanno di noi. Io sono uno, ma poiché gli altri hanno pareri difformi su di me sono centomila e quindi nessuno, perché non ho una singola identità

  • User Icon

    rosalba

    11/03/2019 07:40:44

    Adoro Pirandello e il suo modo di narrare con quell'umorismo che cela il dramma dell'essere umano

  • User Icon

    Chiara

    10/03/2019 13:56:40

    L'opera migliore in assoluto di Pirandello, risaltante le migliaia impressioni che il nostro essere suscita negli altri. Consigliato.

  • User Icon

    Luli

    09/03/2019 06:48:16

    Il genio di Luigi Pirandello è indubbio e questo ne fa uno dei più grandi autori della letteratura italiana. Questo libro è uno dei meglio riusciti, introspettivo, mai noioso e caratterizzato dallo stile unico del Maestro. Da non perdere.

  • User Icon

    Costanza

    09/03/2019 05:23:26

    La vita di una persona, raccontata con profonda introspettiva, guardata con mille sfaccettature, differente per la visione di sé stessi, con i propri occhi e con quelli degli altri. Ognuno di noi, è ciò che è, ma nel contempo, non lo è...

  • User Icon

    stef

    08/03/2019 17:51:43

    Un classico che è sempre bello da leggere

  • User Icon

    Antonio

    08/03/2019 11:04:56

    Un capolavoro assoluto di Luigi Pirandello, un romanzo pervaso di genialità e umorismo, in cui viene sviluppata la tematica pirandelliana della frammentazione dell'io. Secondo l'autore l'identità di ognuno non è quella che si pensa di avere guardandosi allo specchio, ma quella che gli altri, usando i propri occhi, ritengono essere la giusta identità. Ognuno di noi può essere visto dagli altri in modo diverso, cioè esistono tanti "io" per quante sono le persone che ci osservano. L'idea è analoga a quella che ha dato vita all'altro romanzo di Pirandello (così è se vi pare) ove è detto che la realtà di tutte le cose può variare a seconda del parere di chi le guarda.

  • User Icon

    Lucia

    11/12/2018 19:43:09

    Consigliato

  • User Icon

    Leo

    22/09/2018 07:39:09

    Bellissimo, un romanzo che fa riflettere su come effettivamente la realtà non sia univoca, ma molteplice come molteplici sono gli individui che la guardano.

  • User Icon

    Antonio

    21/09/2018 09:02:21

    Io adoro Pirandello, è uno dei miei scrittori preferiti. Per me “Uno, nessuno e centomila” è la sua opera più riuscita. Introspettiva, profonda, che indaga la parte più recondita dell’individuo, del protagonista Moscarda. Una sorta di psicoanalisi dei personaggio. L’individuo che non è una monade, ma è fatto di tanti lati e sfaccettature. Uno per sè stesso, centomila per gli altri e alla fine nessuno. Un’opera mai noiosa, divertente, intelligente, che ti attrae verso di sé dall’inizio alla fine. Consiglio a tutti di leggerlo, non ve ne pentirete

  • User Icon

    Alessia

    21/09/2018 00:26:20

    Eccellente sotto ogni punto di vista: stile, trama, messaggio. D’altronde con Pirandello non si sbaglia mai, meno che meno con quello che per me è stato il suo più grande successo. Un classico che in quanto tale è intramontabile e che per questo si consiglia a tutti, sempre e comunque!

  • User Icon

    Antonio

    20/09/2018 00:41:37

    Questa lettura non è semplice, bisogna fermarci, tornare in dietro, riprendere per poter seguire i ragionamenti complessi e ingarbugliati di una mente disperata dalla perdita della propria identità, dalla frantumazione della propria persona, dalla perdita delle proprie certezze, dallo smarrimento della propria serenità in una angosciosa solitudine, “ dove l'estraneo siete voi”. Ma dietro alle elucubrazioni di Vitangelo Moscarda si cela una terribile verità: la fragilità e il disorientamento dell'uomo che colma il proprio vuoto interiore costruendo illusioni e chimere. Proprio per la particolare ed eccezionale esposizione della realtà scoraggiante ma ineluttabile dell'essere umano, per la rianalisi di termini-chiave come nome, identità,coscienza e pazzia, consiglio appassionatamente “Uno, nessuno e centomila”, un scrigno da scrutare attentamente per le sue innumerevoli perle di saggezza.

  • User Icon

    valeria

    19/09/2018 15:43:17

    Pirandello condensa in questo romanzo le sue tematiche fondamentali, dalla crisi di identità del singolo, all'ipocrisia della società, alla costrizione che regole di ogni tipo esercitano sulla persona, alla ricerca della consapevolezza, costi quel che costi. E' un libro ricco di monologhi, di conversazioni interiori che coinvolgono anche il lettore, che viene accompagnato in un turbine di pensieri e di cambiamenti radicali della vita del protagonista e di chi gli sta intorno. Molti concetti espressi dall'autore si dimostrano più che mai attuali nella società che ci circonda: ogni persona indossa una "maschera"a seconda della situazione e ognuno può percepire l'altro e la realtà circostante in modo diverso così che non esiste un solo modo di interpretare la realtà ma centomila modi diversi.

Vedi tutte le 27 recensioni cliente
  • Luigi Pirandello Cover

    Nacque nel podere di campagna detto il Caos, da una famiglia della borghesia commerciale di tradizione risorgimentale e garibaldina, sia da parte del padre Stefano che della madre, Caterina Ricci-Gramitto. Preso soprattutto da interessi filologici e letterari, frequentò le università di Palermo, Roma e Bonn, dove si laureò nel 1891 con una tesi in tedesco di fonetica e morfologia (in traduzione italiana: 'La parlata di Girgenti'). Tornato in Italia nel 1892 e stabilitosi a Roma, grazie a Luigi Capuana strinse contatti con la cultura militante, collaborando con scritti critici e poesie alla «Nuova Antologia», conducendo sul «Marzocco» un’accesa polemica antidannunziana e insistendo in molti interventi su vari periodici sul tema della crisi... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali