Nestore. L'ultima corsa (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Alberto Sordi
Paese: Francia; Italia
Anno: 1994
Supporto: DVD
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 10,39

€ 12,99
(-20%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 10,34 €)

Gaetano, conducente di una carrozzella a cavalli a Roma, ha 75 anni e il padrone della licenza lo vuole pensionare. Per il cavallo Nestore si profila la "soluzione finale" al macello. Ma Gaetano non ci sta e vaga per Roma col fedele animale. Nestore viene rubato, poi ritrovato, e Gaetano si rifugia col cavallo dal nipotino. Cacciati entrambi anche da lì, riprendono il vagabondaggio.
  • Produzione: Mustang Entertainment, 2020
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 101 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Alberto Sordi Cover

    "Attore e regista italiano. Comincia a recitare a metà degli anni ’30 dividendosi fra l’avanspettacolo, il teatro di rivista e piccole comparse al cinema (dà la voce a Ollio/O. Hardy). Il primo film da coprotagonista è I tre aquilotti (1942) di M. Mattòli, anche se negli anni ’40 i maggiori successi gli vengono dal teatro leggero e dalla radio, medium nel quale S. sperimenta e costruisce una galleria di personaggi che porterà infinite volte e con grande successo al cinema, ritraendo un uomo banalmente medio la cui apparente cattiveria nasconde una malcelata ingenuità, un cialtrone sostanzialmente vigliacco, uno sbruffone succube delle circostanze, un individuo in bilico fra la tragedia e la farsa. F. Fellini si accorge del suo immenso talento e lo chiama a interpretare il meschino divo dei... Approfondisci
  • Alberto Sordi Cover

    "Attore e regista italiano. Comincia a recitare a metà degli anni ’30 dividendosi fra l’avanspettacolo, il teatro di rivista e piccole comparse al cinema (dà la voce a Ollio/O. Hardy). Il primo film da coprotagonista è I tre aquilotti (1942) di M. Mattòli, anche se negli anni ’40 i maggiori successi gli vengono dal teatro leggero e dalla radio, medium nel quale S. sperimenta e costruisce una galleria di personaggi che porterà infinite volte e con grande successo al cinema, ritraendo un uomo banalmente medio la cui apparente cattiveria nasconde una malcelata ingenuità, un cialtrone sostanzialmente vigliacco, uno sbruffone succube delle circostanze, un individuo in bilico fra la tragedia e la farsa. F. Fellini si accorge del suo immenso talento e lo chiama a interpretare il meschino divo dei... Approfondisci
  • Eros Pagni Cover

    Attore italiano. Valente attore di teatro, esordisce sul grande schermo agli inizi degli anni '60 come comparsa in film minori. In seguito si impone come ottimo caratterista, ma il cinema non sa sfruttare appieno le sue doti e la sua carriera non decolla. È Spatoletti in Film d'amore e d'anarchia (1973), e Bagonghi in Tutto a posto e niente in ordine (1974) entrambi di L. Wertmüller, il commissario in Profondo rosso (1975) di D. Argento e in Ritratto di borghesia in nero (1978) di T. Cervi. Dagli anni '80 interpreta occasionalmente ruoli di sfondo in film mediocri e commerciali, mietendo invece successi sul palcoscenico. Approfondisci
Note legali