Categorie

Nexus. Perché la natura, la società, l'economia, la comunicazione funzionano allo stesso modo

Mark Buchanan

Traduttore: L. Serra
Editore: Mondadori
Collana: Oscar saggi
Anno edizione: 2004
Formato: Tascabile
Pagine: 273 p., Brossura
  • EAN: 9788804533337

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    vitaliano bacchi

    02/11/2012 16.15.30

    Il viatico che IBS ha dato a questa opera è probabilmente la più intelligente delle letture di sintesi del libro: può la GEOMETRIA svelare l'enigma del comportamento umano? Se la domanda è formulata bene, la risposta è sempre quella esatta e qui la domanda è formulata in modo geniale perchè si pone la questione del ruolo epistemico rivoluzionario della geometria nella intelligenza sociale con una radicalità e conferenza nemmeno leggibili nel testo del libro. Non è una idea nuova che l'intelligenza sociale possa essere more geometrico demonstrata come intuì Spinoza, ma la recente teoria delle reti in cui si iscrive nexus ne ha ripresentato l'attualità stavolta operativa, non solo metafisica come fu invece nel geniale inventore del razionalismo moderno. Il carattere geometrico della rete sociale e quindi l'idea di poter calcolare nessi e rapporti sociali significativi e conferenti soprattutto per l'istruttoria giudiziaria in settori criminali di ampio radicamento sociale (mafia, terrorismo) con gli stessi teoremi della geometria assiomatica euclidea, è l'ipotesi affascinante dell'autore, che purtroppo deborda nel teorizzarne la prassi con indicazione non euclidee, cioè non geometriche. A parte questa abduzione, l'opera introduce l'idea della strutturazione prossemica ma anche di modello e di sistema di un contesto sociale con modelli geometrici, soluzione che se attuata attribuirebbe un rigore ed una formalizzabilità rivoluzionarie allo studio dele dinamiche sociali e della indagine giudiziaria circa l'organizzazione associativa della impresa criminale operante in ambito sociale. E' un sogno, ma nexus lo fa vedere come nè remoto nè chimerico, perchè lo ipotizza secondo algoritmi rigorosi e promettenti: prima di Euclide l'assiomatizzazione della matematica pareva roba per dileggio dei sofisti, e invece col genio megarico divenne legge di calcolo facile e infallibile. Potrebbe accadere lo stesso con la teoria delle reti in campo sociale e l'opera ne induce l'idea.

  • User Icon

    Pasquale

    09/11/2011 11.00.46

    Nemmeno l'atomo più insignificante vive senza rapporti con gli altri esseri creati.Niente è irrelato: niente è separato; tutto è connesso; e il legame tra l'uno e l'altro elemento è così saldo, che non c'è nemmeno la possibilità che qualcuno o qualcosa resti isolato, in disparte. Ermete Trismegisto

  • User Icon

    alessandro

    08/12/2010 19.51.40

    L'argomento é interessante, ma non per merito dell'autore. Scrive in 270 pagine quello che poteva dire in trenta.

  • User Icon

    Antonino D'Ai

    05/11/2010 22.29.34

    E' un libro scritto con entusiasmo. L'autore ha come primo scopo quello di popolarizzare in maniera semplice e intuitiva l'importanza della teoria delle reti. Questa nuova scienza tocca ambiti che tra loro sembrano molto distanti (le relazioni umane, l'etologia, l'economia, il web e i percorsi dei fiumi) riuscendo però a descrivere la loro struttura con un unico formalismo. Forse c'è una punta di sana arroganza in questa visione olistica della realtà, ma è il fascino che solo grandi teorie possono offrire.

  • User Icon

    Giuseppe

    02/12/2008 18.42.22

    Uno dei libri più belli letti negli ultimi anni. Buchanan è bravissimo nel raccontare i recenti sviluppi della teoria delle reti. Bellissimo in particolare il resoconto di come Watts giunge, assieme a Strogatz, al famoso algoritmo dell'articolo di Nature del 98. Un libro che appassiona più di un romanzo. Divulgativo ma mai banalizzante. Contiene a volte alcune imprecisioni, ma è normale che accada in un saggio come questo che cerca di spaziare dalla biologia alla fisica, fino all'economia.

  • User Icon

    jonny lo piscopo

    02/04/2008 13.26.22

    Un libro veramente bello, M.Buchanan è un divulgatore scientifico che ha il merito di far cogliere in modo semplice (non semplicistico) leggi e argomenti di una certa complessità. Libro eclettico e interdisciplinare , diverse sono le scienze che convergono in una scienza emergente che è quella definita delle reti, e innumerevoli i campi di indagine e applicativi dove tale scienza si esprime, direi che gli aspetti umanistici tutto sommato emergono maggiormente che quelli tecnologici. Offre anche un bell'esempio sulla lettura dei comportamenti sociali per evitare trappole retoriche.

  • User Icon

    Andrea

    12/02/2006 11.54.54

    Buono. Più divulgativo (forse) di quanto non vorrebbe lo stesso autore il quale talvolta si lamenta della miope imposizione editoriale che, obbligandolo ad evitare qualsivoglia formula matematica, lo constringe a meno efficaci sequenze di esempi. Il testo è comunque chiaro e procede accompagnando per mano il lettore in una nuova zona della ricerca interdisciplinare poco nota al grande pubblico. Volume interessante anche per i numerosi riferimenti ad altri autori che consentono di approfondire l'argomento.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione