Noi, bambine ad Auschwitz. La nostra storia di sopravvissute alla Shoah - Andra Bucci,Tatiana Bucci - copertina

Noi, bambine ad Auschwitz. La nostra storia di sopravvissute alla Shoah

Andra Bucci,Tatiana Bucci

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Collana: Strade blu
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 15 gennaio 2019
Pagine: 134 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788804708254
Salvato in 218 liste dei desideri

€ 16,15

€ 17,00
(-5%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Noi, bambine ad Auschwitz. La nostra storia di sopravvissute...

Andra Bucci,Tatiana Bucci

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Noi, bambine ad Auschwitz. La nostra storia di sopravvissute alla Shoah

Andra Bucci,Tatiana Bucci

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Noi, bambine ad Auschwitz. La nostra storia di sopravvissute alla Shoah

Andra Bucci,Tatiana Bucci

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Secondo le stime più recenti ad Auschwitz-Birkenau vennero deportati oltre 230.000 bambini e bambine provenienti da tutta Europa, solo poche decine sono sopravvissuti. Questo è lo struggente racconto di due di loro.

«Il mio nome è Liliana Bucci, ma tutti mi chiamano Tatiana. Sono nata a Fiume il 19 settembre 1937 e sono una delle pochissime bambine sopravvissute al campo di sterminio di Auschwitz.
Io sono Alessandra Bucci, ma da sempre tutti mi chiamano Andra. Sono nata a Fiume l'1 luglio 1939, e anch'io, come mia sorella Tati, sono una delle pochissime bambine sopravvissute al campo di sterminio di Auschwitz»


La sera del 28 marzo 1944 i violenti colpi alla porta di casa fanno riemergere negli adulti della famiglia Perlow antichi incubi. La pace trovata a Fiume, dopo un lungo peregrinare per l'Europa cominciato agli inizi del Novecento in fuga dai pogrom antiebraici, finisce bruscamente: nonna, figli e nipoti vengono arrestati e, dopo una breve sosta nella Risiera di San Sabba a Trieste, deportati ad Auschwitz-Birkenau, dove molti di loro saranno uccisi. Sopravvissute alle selezioni forse perché scambiate per gemelle o forse perché figlie di un padre cattolico, o semplicemente per un gioco del destino, le due sorelle Tatiana (6 anni) e Andra (4) vengono internate, insieme al cugino Sergio (7), in un Kinderblock, il blocco dei bambini destinati alle più atroci sperimentazioni mediche. In questo libro, le sorelle Bucci raccontano, per la prima volta con la loro voce, ciò che hanno vissuto: il freddo, la fame, i giochi nel fango e nella neve, gli spettrali mucchi di cadaveri buttati negli angoli, le fugaci visite della mamma, emaciata fino a diventare irriconoscibile. E sempre, sullo sfondo, quel camino che sputa fumo e fiamme, unica via da cui «si esce» se sei ebreo, come dicono le guardiane. L'assurda e tragica quotidianità di Birkenau penetra senza altre spiegazioni nella mente delle due bambine, che si convincono che quella è la vita «normale». Il solo modo per resistere e sopravvivere alla tragedia, perché la consuetudine scolora la paura. Finché, dopo nove mesi di inferno, ecco apparire un soldato con una divisa diversa e una stella rossa sul berretto. Sorride mentre offre una fetta del salame che sta mangiando: è il 27 gennaio 1945, la liberazione. Che non segna però la fine del loro peregrinare. Dovrà passare altro tempo prima che Tatiana e Andra ritrovino i genitori e quell'infanzia che è stata loro rubata. Le sorelline trascorreranno ancora un anno in un grigio orfanotrofio di Praga e alcuni mesi a Lingfield in Inghilterra, in un centro di recupero diretto da Anna Freud, dove finalmente conosceranno la normalità. Secondo le stime più recenti ad Auschwitz-Birkenau vennero deportati oltre 230.000 bambini e bambine provenienti da tutta Europa, solo poche decine sono sopravvissuti. Questo è lo struggente racconto di due di loro.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,75
di 5
Totale 8
5
6
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    katu

    20/05/2020 18:07:28

    Ho letto libro anche nella versione per bambini con mia figlia di 9 anni, volevo fargli conoscere un pezzo della nostra storia, con gli occhi di 2 bambine sopravvissute al campo di concentramento di Auschwitz.

  • User Icon

    Leda

    15/05/2020 08:07:28

    da tempo volevo leggere questo libro che mi ha sempre attirato per la struggente storia delle sorelle Bucci. Ho seguito alcune loro interviste e le trovo entrambe di esempio per la forza e la determinazione. Una storia davvero toccante e incredibile. Lo consiglio a tutti: non si puó dimenticare la storia, tantomeno l’orrore dell’essere umano!

  • User Icon

    Ale

    14/05/2020 12:04:44

    Toccante testimonianza. A noi è impossibile capire davvero ciò che hanno provato queste persone che sono state rinchiuse nei campi di concentramento e a cui è stata negata la vita, ma questa opera ci aiuta a farcelo immaginare. Scorrevole e facile lettura. L'ho utilizzato anche in classe con i miei alunni per riflettere sul giorno della memoria.

  • User Icon

    reb

    13/05/2020 09:22:44

    "Noi, bambine ad Auschwitz" racconta, come dice il titolo, una delle pagine più dolorose e agghiaccianti della storia, attraverso la voce di due protagoniste, ovvero le sorelle Bucci che, non si sa per quale ragione, sono sopravvissute ai campi di sterminio e le camere a gas. Una storia che parte da Fiume, dove la loro pace viene spazzata e quasi tutta la famiglia viene deportata e giunge ad Auschwitz, dove le sorelle Bucci hanno vissuto l'orrore dei corpi ammassati come spazzatura e creduto che quella vita fosse per loro normalità, l'unico modo che hanno per avere salva la pelle. Una storia che giunge poi a Lindberg, dopo la liberazione, dove le due sorelle assaporano la libertà e l'abbraccio con i propri cari. Oggi le sorelle Bucci sono donne, madri e nonne che sono testimoni dell'orrore e raccontano ai giovani nelle scuole la loro vita o si recano nei campi di concentramento per non dimenticare. In seguito ai recenti fatti (vedi Liliana Segre), leggere la loro storia e testimonianza di vita aiuta a riflettere per tenere vivo il ricordo e la memoria che è "Un filo sottile, che rischia di spezzarsi. Basta un niente e nessuno ricorda più quello che è successo".

  • User Icon

    mimi1216

    11/05/2020 13:50:22

    Questo libro mi è stato donato in occasione del viaggio del memoria, ed è stato molto toccante, fornisce moltissimi spunti di riflessione e ti catapulta in una realtà che non potresti neanche immaginare di vivere. È difficile comprendere il dolore e la sofferenza che le due ragazze hanno attraversato, ma questo libro ti coinvolge in modo tale da farti provare, almeno in parte, ciò che le giovani hanno subito.

  • User Icon

    GIAMBA

    13/05/2019 14:59:10

    Toccante testimonianza

  • User Icon

    Tizy

    11/03/2019 06:50:31

    Tatiana e Andra Bucci sono due testimoni della Shoà, nate a Fiume nel 1937 e nel 1939. La loro famiglia materna, i Perlow, si era stabilita nella città istriana in seguito alle persecuzioni contro gli Ebrei in Russia. A Fiume le bimbe vivevano con la nonna, la madre Mira, e gli zii e il cugino in una casa dove non sono mai mancati cura e amore, mentre il padre e lo zio erano per mare. Nel marzo del 1944 in seguito a una delazione i componenti della famiglia furono arrestati, portati alla Risiera di San Sabba e di qui mandati ad Auschwitz. Inizia per le due bambine la realtà del campo di concentramento: all'arrivo l'amatissima nonna Rosa e la zia Sonia vengono immediatamente mandate alla camera a gas. Le bimbe sono risparmiate forse perché scambiate per gemelle, e quindi avrebbero potuto essere utili al dottor Mengele per gli esperimenti che svolgeva su cavie umane. Separate dalla madre, le due bambine stanno nella baracca dei bambini insieme con il cuginetto Sergio De Simone, che con un infame trucco "Chi vuole rivedere la mamma faccia un passo avanti" verrà ingannato, utilizzato come cavia per esperimenti medici e infine impiccato nelle cantine della scuola Bullenhuser Damm insieme ad altre piccole vittime, 20 in tutto. Sfuggendo alla sorveglianza, la madre Mira visita le sue bambine, facendo loro ripetere i loro nomi, temendo per il futuro. Alla liberazione del campo, Tatiana e Andra vengono inviate a Praga in un orfanotrofio, imparano il ceco e frequentano la scuola, ma non hanno ricordi positivi di quel periodo. Successivamente vengono mandate in Inghilterra, in una magnifica struttura per bambini sopravvissuti come loro, dove finalmente riprendono a vivere, circondate dalle cure di persone amorevoli. La madre, che non ha mai smesso di cercarle, infine le ritrova e riesce a riportarle in Italia, ma nel frattempo le piccole, che parlano tre lingue, hanno dimenticato l'Italiano. Il ritorno alla vita nel dopoguerra non è sempre facile, ma alla fine Tatiana e Andra

  • User Icon

    valeria

    08/03/2019 09:29:27

    Questo libro è davvero molto bello! Ho trovato molto interessante la storia di queste bambine, sopravvissute alla shoah e terribilmente provate... leggendo il libro ho provato delle sensazioni davvero forti, come se a tratti mi trovassi al posto loro. Non si può dimenticare tutto ciò che è successo per colpa della cattiveria umana... lo consiglio vivamente a tutti, per non dimenticare questo terribile olocausto e documentarsi meglio su ciò che è accaduto...

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Andra Bucci Cover

    Deportata ad Auschwitz con la sorella Tatiana nel 1944 (quando avevano solo 4 e 6 anni), sopravvissute. Pubblicano nel 2018 con Mondadori Noi, bambine ad Auschwitz. Approfondisci
  • Tatiana Bucci Cover

    Deportata ad Auschwitz con la sorella Andra nel 1944 (quando avevano solo 6 e 4 anni), sopravvissute. Pubblicano nel 2018 con Mondadori Noi, bambine ad Auschwitz. Approfondisci
Note legali