Categorie
Editore: Il Maestrale
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
Pagine: Brossura
  • EAN: 9788864290164
Usato su Libraccio.it - € 6,48

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Umberto Nabòcco

    31/10/2010 20.52.22

    Notevole come saggio e saggista, il Pansa del romanzo mi aggrada assai come costruttore di eventi e come esteta di quelle lettere che vanno a comporre sequele di parole che vanno a comporre il mondo. E il mondo dimostra esso di scrutare e scorticare, anche sanguinando le unghie.

  • User Icon

    ant

    08/10/2010 10.09.57

    Il Giampaolo Pansa che più mi piace, e spero che più piaccia a tutti i lettori che han voglia di leggere vicende allo stesso tempo sì fantasiose ,ma anche attinenti alle cose politiche e culturali che ci succedono intorno. Un libro già edito come: Ti condurro fuori dalla notte ma che nel 2010 l'autore ha voluto riproporre come Notte a Is Arenas La trama: una giornalista francese, Angela Mercier, si mette sulle orme e alla ricerca di un famoso giornalista italiano(che non è altro lui stesso: Pansa ma che nel libro si chaima Bruno Viotti) scomparso misteriosamente ...e tutto questo non solo per scopi di editoria o di scoop(sì c'è anche il giallo nel libro..) Tra peripezie varie(la francesina si reca a Casale Monferrato luogo di origine del giornalista Viotti e incontra prima la sorella dello stesso e poi successivamente altre donne che con il protagonista hanno avuto a che fare) trova Viotti in un angolo sperduto e paradisiaco della Sardegna(suggestive ed accattivanti le descrizioni paesaggistiche dei luoghi sardi, sopratutto della spiaggia dei chicchi di riso Is Arbus).Tra un tira e molla vario finalmente Viotti si apre e inizia a raccontare gli anni di giornalismo d'asalto nel periodo in cui in Italia imperversava il terrorismo(sopratutto rosso). Ecco questa a mio parere è la parte più gustosa e accattivante del testo. Mi auguro che Pansa torni presto a scrivere libri così

Scrivi una recensione