-15%
Le notti bianche - Fëdor Dostoevskij - copertina

Le notti bianche

Fëdor Dostoevskij

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Giovanna Spendel
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 4 novembre 2012
Pagine: 140 p., Brossura
  • EAN: 9788821575013
Salvato in 82 liste dei desideri

€ 5,02

€ 5,90
(-15%)

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Le notti bianche

Fëdor Dostoevskij

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Le notti bianche

Fëdor Dostoevskij

€ 5,90

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Le notti bianche

Fëdor Dostoevskij

€ 5,90

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 5,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quattro notti e un mattino per raccontare una storia che si muove al buio e nella penombra della coscienza. Un giovane sognatore, abituato a nutrirsi di sentimenti e impressioni, incontra nella notte una ragazza piangente e sola che sarà per lui l'appiglio verso il concreto mondo diurno. La città di San Pietroburgo saprà cullare nel suo bianco silenzio questa storia a due voci, fatta di confidenze notturne, attese e speranze e il mattino, al risveglio, rimarrà quello strano sapore in bocca, quella domanda di realtà inevasa: nelle notti bianche, negli improbabili intrecci e nei sussurri furtivi di due ipotetici amanti, qual è il vero confine del sogno?
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,33
di 5
Totale 16
5
7
4
8
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Elisabetta

    19/09/2019 19:50:37

    Un racconto leggero ma profondo allo stesso tempo. La narrazione scorre veloce, si vive insieme al protagonista l’enfasi della sua avventura, ma ad un occhio attento non potrà sfuggire la densità di significato.

  • User Icon

    anto

    11/03/2019 15:22:14

    Racconto di grande attualità perché spesso siamo incapaci di condividere con gli altri le nostre emozioni e ci nascondiamo dietro allo schermo del computer. Il protagonista esce di notte per evitare la gente... poi, grazie al buio, troverà le stelle...

  • User Icon

    Carmela

    21/09/2018 12:17:23

    Ho apprezzato moltissimo l'idea di una storia che si svolge in quattro notti, ho apprezzato il buio e Pietroburgo come sfondo, ho apprezzato la penna di Dostoevskij che tiene incollati e non lascia andare via. Infatti, ho letto questo romanzo tutto d'un fiato e raggiunto l'ultima pagina senza neppure accorgermi dello scorrere del tempo. Un libro che tratta di sorprese, fantasia, della notte che ci schiude tutti un po'. Alla fine ero solo triste di averlo ultimato così in fretta, seppure non potevo aspettarmi conclusione migliore.

  • User Icon

    car

    15/10/2017 08:32:09

    Ottimo

  • User Icon

    Veronica

    25/08/2017 19:48:14

    Racconto intenso e romantico, ma molto lontano dalla banalità del termine, di fatti non finisce con il classico finale alla "e vissero felici e contenti", bensì con un protagonista che perde la donna a cui si è raccontato per 4 notti di seguito. Si respira in queste pagine la dolcezza dell'aria, l'avvicinamento che il protagonista desidera con la ragazza con cui si affaccia per qualche ora sul mondo, un avvicinamento che nulla ha a che vedere con la malizia, che è candido, platonico è bianco, come le notti trascorse al chiaro di luna insieme a Nasten'ka. Questo è un racconto per sognatori.

  • User Icon

    Francesco

    03/03/2016 20:33:32

    un libro che ti emoziona e ti fa capire chi è il sognatore. letto moltissime. compratelo perchè davvero lo riprenderete in mano più e più volte.

  • User Icon

    Stefano Vaglio Laurin

    25/04/2013 23:54:47

    Il protagonista e' un giovane sognatore, non si capisce se di natura o d'intenzione , rassegnato cioe' alla irrealizzabilita' dei suoi desideri . Fatto e'che il Nostro incontra Nasten'ka . Costei piu' che una sognatrice , come essa stessa si dichiara, appare essere un'alienata. La trama del romanzo si estende per sole quattro notti nel corso delle quali i due confessano reciprocamente le proprie inquietudini e dialogano circa l'amore di lei per un inquilino che sta per tornare a prenderla dopo un anno trascorso lontano , necessario pero' a racimolare le fonti di sostentamento per la loro storia sentimentale . Visto che lo sconosciuto non torna, il protagonista decide di dichararsi a Nasten'ka . Tutto sembra mettersi per il meglio tra lui e la ragazza sino a che , il mattino successivo alla quarta notte il fidanzato latitante riappare e Nasten'ka pianta in asso il protagonista. E fin qui la trama. Che interpretazione si puo' dare alle intenzioni di Dostoevskij nello scrivere questo romanzo? Forse che i sogni sono una prigione ed evaderne si rivela un inferno. Il passaggio dall'evanescenza dei desideri alla materialita' della loro realizzazione e' un confine da non varcare. Antagonismo come la notte e il di' ."La notte e' il momento in cui il sognatore trova la sua via. L'alba rappresenta per lui invece la peggior punizione". Queste sono pero' parole di Oscar Wilde. Chissa' perche' mi son tornate in mente chiudendo l'ultima pagina del libro di Dostoevskij.

  • User Icon

    Vito

    20/04/2013 03:15:08

    Un capolavoro, un libro intenso, ove viene discussa la tematica del sentimento.....

  • User Icon

    Lorena

    05/04/2013 21:24:46

    Quattro notti per conoscere bene il Sognatore e Nasten'ka; Lui è solo e vive in un mondo tutto suo, lei ha una nonna assillante ma nel frattempo aspetta l'arrivo di un uomo che vuole sposarla. Si confidano l'un l'altro, lui si innamora di lei segretamente e alla fine le rivela i suoi sentimenti...e ricorderà per sempre quelle quattro notti cosi diverse in tutta la sua vita...

  • User Icon

    Adriana

    14/12/2012 09:42:42

    "Era una notte incantevole, una di quelle notti che succedono solo se si è giovani..." Questo incipit vale, da solo, tutto il libro.

  • User Icon

    Maggie

    21/07/2012 13:46:40

    Se amate la letteratura russa.. non potete assolutamente perdervi le notti bianche di Dostoevskij!

  • User Icon

    Umberto Mottola

    19/05/2012 11:08:37

    Con tutto il rispetto per un grande scrittore come Dostoevskij, questo racconto lungo o romanzo breve, non mi è piaciuto molto. Il protagonista, appunto il sognatore, è uno sfigato che quando è sul punto di aver conquistato una ragazza di nome Nasten'ka, vede spuntare fuori il fidanzato, che sembrava l'avesse abbandonata, e rimane con un palmo di naso. La ragazza dice che se potesse li amerebbe tutte e due e che vorrebbe che il sognatore rimanesse suo amico. Cosa improbabile. Inoltre il nostro sognatore mi sembra che non abbia molta voglia di combinare qualcosa di buono nella vita e che accetti con una certa rassegnazione gli eventi. Lo stile della narrazione è fresco e lineare ma a tratti è piuttosto "teatrale", soprattutto nei dialoghi.

  • User Icon

    maxblues66

    28/06/2010 18:13:17

    Ennesimo romanzo di Dostoevskij letto ed ennesimo capolavoro. Impressionante la sua modernità nello scrivere, nel descrivere le persone, nel descrivere le situazioni calcolando che sono scritti che hanno piu' di un secolo.

  • User Icon

    Carlo

    04/10/2008 22:35:05

    gradevole racconto da leggere se non lo si è mai letto

  • User Icon

    m.e.

    21/04/2008 10:46:52

    mi è piaciuto davvero tantissimo un picolo capolavoro lo consiglio vivamente

  • User Icon

    Roberto

    27/11/2007 23:05:16

    un piccolo capolavoro di Dostoevskij

Vedi tutte le 16 recensioni cliente
  • Fëdor Dostoevskij Cover

    Figlio di un medico, un aristocratico decaduto stravagante e dispotico, crebbe in un ambiente devoto e autoritario. Nel 1837 gli morì la madre, da tempo malata, e D. venne iscritto alla scuola del genio militare di Pietroburgo, istituto che frequentò controvoglia, essendo i suoi interessi già risolutamente indirizzati verso la letteratura (risalgono a quegli anni le sue prime letture importanti: Schiller, Balzac, Hugo, Hoffmann). Diplomatosi nel 1843, rinunciò alla carriera che il titolo gli apriva e, lottando con l’indigenza e con i disagi di una salute cagionevole, cominciò a scrivere: il suo primo libro, il romanzo Povera gente (1846), che ebbe gli elogi di critici come Belinskij e Nekrasov, rivela già l’attenzione pietosa di D. per... Approfondisci
Note legali