La nuova alleanza. Metamorfosi della scienza

Ilya Prigogine,Isabelle Stengers

Traduttore: P. D. Napolitani
Editore: Einaudi
Edizione: 2
Anno edizione: 1999
Pagine: 288 p., ill.
  • EAN: 9788806153045

10° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Scienze, geografia, ambiente - Argomenti d'interesse generale - Storia delle scienze

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 19,55

€ 23,00

Risparmi € 3,45 (15%)

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

"Le scienze umane non possono prescindere dall'idea di una freccia temporale orientata, sia a livello individuale sia a livello collettivo; il tempo è una dimensione fondamentale dell'esistenza. Come riconciliare questa convinzione con le leggi fondamentali della fisica classica e quantistica, secondo cui il passato e il futuro sono intercambiabili?" Da domande come questa prende avvio la speculazione di Prigogine e Stengers, per una nuova definizione di quei fenomeni di irreversibilità e indeterminazione, davanti a cui la scienza classica subisce una battuta d'arresto.
Il mondo della fisica classica è costituito da fenomeni reversibili, in cui la temporalità è un'illusione; Ilya Prigogine e Isabelle Stengers sostengono invece in questo volume che le leggi hanno una direzione nel tempo: le caratteristiche di tutte le parti del sistema del mondo sono immutabili e le parti non fanno che svolgere in eterno le conseguenze di uno stato iniziale, imperfettamente conosciuto ma perfettamente conoscibile. La scienza ritiene oggi che, lungi dall'essere un'illusione, l'irreversibilità giochi un ruolo essenziale nella natura e sia all'origine di molti processi di organizzazione spontanea, probabilmente alla base dell'auto-organizzazione biologica. La reversibilità e il determinismo si applicano soltanto a semplici, limitati casi, mentre l'irreversibilità e I'indeterminazione sono la regola.Il mondo è nel suo complesso ben lontano dall'equilibrio: quando ci spostiamo dall'equilibrio a condizioni lontane da esso ci spostiamo dal ripetitivo e dall'universale verso lo specifico e l'unico. Per usare un linguaggio antropomorfo, in condizioni di lontananza dall'equilibrio la materia comincia ad essere capace di percepire differenze nel mondo esterno, può reagire con grandi effetti a piccole cause, può trovarsi davanti a biforcazioni. Una piccola fluttuazione può dare inizio ad una nuova evoluzione che cambierà drasticamente l'intero comportamento del sistema macroscopico.

Prefazione alla nuova edizione italiana. -Prefazione all'edizione del 1992. -Introduzione: La sfida alla scienza. -Libro primo: Il miraggio dell'universale: la scienza classica. I. Il progetto della scienza moderna. Il. L'identificazione del reale. III. Le due culture. - Libro secondo: La scienza della complessità. IV. L'energia e l'età industriale. V. I tre stadi della termodinamica. VI. L'ordine per fluttuazione. - Libro terzo: Dall'essere al divenire. VII. Lo scontro delle dottrine. VIII. Il rinnovamento della scienza contemporanea. IX. II vortice del tempo. Conclusione: Dalla Terra al Cielo: il reincantamento della natura. -Indice analitico. -Indice dei nomi.