Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Nuovo cinema Paradiso

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 73 liste dei desideri

€ 10,39

€ 12,99
(-20%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (11 offerte da 7,90 €)

Un famoso regista torna nel suo paese natale in Sicilia dopo trent'anni. I luoghi della sua infanzia gli riportano alla memoria il Cinema Paradiso, il proiezionista Alfredo, che gli ha trasmesso la passione per i film, e il suo primo amore.
4,76
di 5
Totale 17
5
15
4
0
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Chiara

    16/05/2020 22:09:01

    Un grande film per la regia di Tornatore con le musiche di Morricone. Il film è quasi nostalgico, ricordando tempi passati in cui anche solo il cinema faceva sognare. Grandioso il cast e le interpretazioni. Un film che va assolutamente visto.

  • User Icon

    Marco

    16/05/2020 14:41:12

    Capolavoro indiscusso del panorama cinematografico italiano, non a caso vincitore ai premi oscar del 1990 come miglior film straniero. Un inno alla vita, e all'amicizia ,quell'amicizia perenne di cui ne avremmo tutti bisogno, il tutto contornato dalle meravigliose musiche del maestro Ennio Morricone.

  • User Icon

    paolaut

    14/05/2020 11:08:17

    Non mi trovo d'accordo con tutto questo entusiasmo: ho trovato il film a tratti banale e noioso, oltre che retorico nel tentativo di essere poetico. Girato bene, bei costumi e buone scenografie, fotografia apprezzabile, ma non direi che sia questo capolavoro imperdibile che si racconta...

  • User Icon

    n.d.

    17/02/2020 21:38:10

    Delicatamente toccante. Vivere attraverso gli occhi di un bambino...la magia del cinema!

  • User Icon

    Roberto

    20/08/2019 13:20:09

    Uno dei film più belli di sempre. Sentimenti forti, nostalgia, amore e voglia di affermazione sociale. Tutto condensato in un vero capolavoro

  • User Icon

    Ernesto

    04/09/2012 21:22:20

    Nell'era del digitale, dei cinema multisala, e del 3D, fa rivere emozioni che ormai erano andate perdute. Un grazie a Giuseppe Tornatore ed a Ennio Morricone.

  • User Icon

    ISMAELE

    19/04/2011 13:22:23

    IL FILM IN ASSOLUTO CON LA F MAIUSCOLA. è IL MIO FILM PREFERITO E CREDO CHE OGNI ITALIANO ALMENO UNA VOLTA DOVREBBE VEDERLO... CONSIGLIO PERO' LA VERSIONE INTEGRALE (170 minuti) PERCHE' è ANCONORA PIU' COMMOVENTE, ED HA UNA PARTE IMPORTANTE CHE è STATA TAGLIATA NELLA VERSIONE NORMALE (118 minuti)... RITENGO SIA IL CAPOLAVORO DI TORNATORE.. AMPLIFICATO DALLA COLONNA SONORA DEL GRANDE MORRICONE.

  • User Icon

    Giuseppe Di Caro

    07/12/2009 13:28:01

    Una storia bellissima per un film un po' meno bello. Metafora della "morte del cinema" e insieme bibliografia essenziale del cinema come settima arte. I baci rubati (e quelli mancati) di Totò ed Elena vengono restituiti in tutta la loro forza evocativa, dal cortometraggio finale, montato da Alfredo per Totò. Una specie di collage della vita mancata dei due ragazzi, che sfugge alla censura ottusa dei genitori di Elena. La versione director's cut toglie poesia all'intero film e, a mio avviso, spiega troppe cose. In realtà non si sentiva il bisogno dell'appendice con Brigitte Fossey, bene fece a suo tempo la produzione ad amputare quella parte. E il film vinse l'oscar. Naturalmente Tornatore ripropone la versione nella maniera in cui l'ha ideata, ricommettendo ancora lo stesso errore.

  • User Icon

    Scipione

    29/10/2009 17:33:16

    In questo film troverte tutto ciò che desiderate da un film ....perfetto, completo! La colonna sonora del maestro Morricone è sublime.

  • User Icon

    Mafuni

    10/06/2009 17:24:37

    Mai nessun film mi è entrato dentro l'anima come questo!OPERA SOMMA di un grande regista.

  • User Icon

    Paolo

    17/04/2009 21:55:24

    Senza dubbio il miglior film di Tornatore. Ispirato sotto diversi punti di vista. La colonna sonora di Morricone stupenda, valore aggiunto ad una grande opera che nella sua versione originaria non può non emozionare chi si pone le domande più profonde sulla propria esistenza. Caro Giuseppe non prendertela se non riuscirai in futuro ad avere un successo così completo. Difficile fare qualcosa di meglio anche per tutti gli altri...

  • User Icon

    N.AKASHI

    29/01/2009 15:31:23

    Secondo me, la "Nuovo Cinema Paradiso" e il miglior film di Giuseppe Tornatore.

  • User Icon

    Guzzo G.

    22/07/2008 11:02:26

    Capolavoro assoluto !!

  • User Icon

    Fabio Scarnati

    28/03/2008 13:34:37

    Finalmente la versione integrale (Director's cut) del capolavoro di Tornatore. Questa di 170 minuti è la versione pensata e voluta dal regista siciliano.Quando il film uscì nelle sale,per esigenze di distribuzione, i produttori di allora convinsero il regista a tagliare gli ultimi 50 minuti di film.La pellicola risultò così fin troppo allegerita e il senso dell'intero film alla fine risultò totalmente stravolto rispetto a come il regista l'aveva pensato e voluto. Ora possiamo apprezzare il film nella sua integrale bellezza,con tutte le scene tagliate nella versione di 118 minuti(tra cui,bellissima,la scena dell'incontro del protagonista con Elena,la ragazza amata in gioventu', quella in cui fanno l'amore in auto).In conclusione comprate questa versione, Director's Cut, e lasciate stare le altre, quelle "mutilate".

  • User Icon

    ELENA

    23/01/2008 14:08:12

    Beh che dire? Un capolavoro, anche se io l'ho scoperto tardi, circa un anno fa, ma mi è rimasto dentro...solo al sentire la musica vengono i brividi....

  • User Icon

    Armando Zappalà

    27/12/2007 12:29:47

    Non ci sono parole per definire la bellezza di questo film, ogni siciliano rivedrà dentro questo capolavoro un pezzo della propria vita...e farà le sue valutazioni se è giusto stare o andare: IMPERDIBILE

  • User Icon

    Daniele

    16/11/2007 10:23:15

    Guardando questo film si resta senza parole... A mio parere lo considero il film dei film! Davvero un capolavoro di Tornatore che sarà ricordato all'infinito... Da applausi!!!

Vedi tutte le 17 recensioni cliente
  • Produzione: Dolmen Video, 2007
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 168 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,77:1
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici: commento audio del regista; manifesto originale
  • Giuseppe Tornatore Cover

    Giuseppe Tornatore nasce nel 1956 a Bagheria in Sicilia e giovanissimo inizia ad occuparsi prima di teatro (mettendo in scena testi di Eduardo e di Pirandello con una filodrammatica) poi di cinema. Per guadagnare qualcosa fa film in super 8 per i matrimoni. Inizia la vera e propria professione girando documentari per la Rai e con uno di questi, Le minoranze etniche in Sicilia, vince il festival di Salerno. Con la regia della seconda unità di Cento giorni a Palermo di Giuseppe Ferrara del 1984 ha inizio la sua attività di regista cinematografico. Tornatore è anche produttore e co-sceneggiatore di questo film.Nel 1986 si ha il suo primo film, Il Camorrista con Ben Gazzarra, Leo Gullotta e la musica di Nicola Piovani: per essere al suo primo lungometraggio vengono... Approfondisci
  • Philippe Noiret Cover

    Attore francese. Formatosi a teatro e nel cabaret, diventa uno dei più richiesti attori d'oltralpe a partire da Zazie nel metrò (1960) di L. Malle, in cui è lo stravagante zio della bambina in giro per Parigi. Faccia anonima, fisico sgraziato, recitazione sobria e precisa, si mostra l'interprete ideale di decine di personaggi «medi», uomini comuni impegnati nei drammi o nelle amenità della vita che caratterizza con grande efficacia senza ricorrere a impeti o a narcisismi. Innumerevoli i suoi ruoli: con il regista B. Tavernier indossa per es. i panni dimessi del padre che scopre all'improvviso l'omicidio compiuto dal figlio in L'orologiaio di Saint-Paul (1974), quelli del giudice in Il giudice e l'assassino (1975), e quelli di Philippe d'Orléans in Che la festa cominci (1975), ma dà il meglio... Approfondisci
  • Leo Gullotta Cover

    Attore italiano. Inizia a recitare a quattordici anni nel teatro stabile della sua città. A Roma è attivo nel cinema, in teatro e in televisione. Raggiunge una vastissima popolarità grazie alle parodie che interpreta negli spettacoli della compagnia del Bagaglino, varietà caratterizzati da una comicità immediata, a volte qualunquista. Talento comico e drammatico spesso più intenso dei film che interpreta, si distingue nel grottesco Mi manda Picone (1983) di N. Loy, nella ricostruzione del caso Tortora presentata da M. Zaccaro (Un uomo perbene, 1999), in Vajont (2001) di R. Martinelli, nell’eccentrico Scarlet Diva (2000) di A. Argento e nella commedia vanzinesca In questo mondo di ladri (2004). Approfondisci
Note legali