Categorie

Olivia. Ovvero la lista dei sogni possibili

Paola Calvetti

Editore: Mondadori
Formato: EPUB con DRM
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,07 MB
  • EAN: 9788852025464
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    manu

    23/03/2014 01.05.14

    Non mi è piaciuto, mi aspettavo tutt'altro dalla trama. Ho faticato a finirlo e perseveravo a andare avanti nella speranza che qualcosa accadesse e invece quando avviene l'incontro con Diego è un po' raccontato di fretta e male come se la scrittrice avesse i minuti contati per terminarlo. Delusa.

  • User Icon

    Diana

    29/03/2013 17.29.09

    La prima cosa che mi viene in mente subito dopo aver finito di leggere questo libro è: noioso,snervante,deprimente,ripetitivo e chi più ne ha più ne metta. Tra i più brutti che io abbia mai letto. In una trama che parlava di Polaroid e alla fine è quasi inesistente l'uso che ne fà la protagonista all'interno del libro, si parlava di Amore, due persone che si sfiorano per tutta la vita per poi rincontrarsi e la scrittrice ne da un'accenno in due righe a metà libro per poi riprendere la storia nelle ultime 5 pagine. Allora o la trama del libro trae in inganno, o il libro è scritto con le mani e con i piedi.

  • User Icon

    Isa

    05/03/2013 11.23.26

    Racconto delicato, malinconico e nello stesso tempo divertente in cui e' facile cogliere tratti comuni a tutti noi.

  • User Icon

    Laura

    25/02/2013 10.15.34

    Scorro le recensioni che sono tutte estremamente positive e mi dispiace uscire dal coro dei commenti entusiasti, eppure? questo romanzo non mi ha convinto fino in fondo. Ci sono alcune pagine molto belle, molto intense, altre che sembrano parole messe insieme alla rinfusa. Quello che io non trovato in questo libro è una storia: vi sono frammenti, ricordi, mancanze, sofferenze, ma manca una trama che leghi insieme tutto questo. Deludente

  • User Icon

    paola pellai

    16/11/2012 15.31.44

    La storia di Olivia non la divori, ma l'accompagni. O forse è lei che ti accompagna. Perché nel suo cammino ci trovi tante tappe che sono state anche le tue tappe nella vita o che, magari, le hai scansate di poco. E' una storia di destini che si sfiorano prima d'incrociarsi. Il libro della Calvetti è scritto bene, semplice e senza tutte quelle diavolerie sintattiche che si ritrovano in tanti romanzi che oggi parlano di giovani. C'è l'eleganza della scrittura, senza mai cadere nella retorica o nello sdolcinato. C'è la magia di quella Polaroid che torna nei momenti importanti per immortalare un presente che apre sempre al futuro, persino quando si raffronta con la morte. Olivia è l'imprevisto che si riempie di certezze perché quelle certezze non le ha volute abbandonare per strada, travolte dalle lacrime e dalla neve, una volta che lo scatolone le è caduto dalle mani. E' la storia di attimi che si fanno vita almeno quanto la tua vita è stata modificata da altri attimi imprevisti. E' un cammino che inizia solitario e prosegue in due, nella semplicità dei gesti e nel tumulto del cuore. Una nuova storia inizia quando il libro finisce. "E sarà primavera per sempre". Nonostante la neve continui a cadere copiosa. Mi è piaciuto e l'ho regalato. Perché sono convinta che in un libro bisogna badare più alla qualità che alla quantità delle sfumature. Il riferimento alla trilogia di E. L. James (stesso editore, tra l'altro) è puramente voluto.

  • User Icon

    Vanessa illie

    10/11/2012 15.46.03

    Un libro che scava dentro e che non lascia nulla al caso, parole che rimangono impresse come un istante rimarrebbe impresso su una pellicola polaroid. Olivia, ovvero la lista dei sogni possibili è il libro che avrei voluto saper scrivere, ma c'è chi lo ha fatto e davvero in maniera magistrale. Mi sono persa fra le pagine di questo racconto, dove le parole diventano immagini, che non lasciano più la tua mente. Un libro da non lasciar scivolar via, ma da trattener con noi.

  • User Icon

    Michi

    29/10/2012 15.30.20

    Bello e assolutamente contemporaneo. Molti di noi penso che si saranno visti bene nei panni dell'Olivia licenziata a causa della crisi economica, purtroppo. Alcune pagine riflessive e utili a risollevare il morale! L'elemento più accattivante? Il titolo e la copertina: fantastici!

  • User Icon

    Luana

    28/09/2012 13.37.44

    Non riesco a dare un voto completamente negativo ma sono sincera, mi aspettavo qualcosa di diverso....A tratti pieno di spunti riflessivi, a tratti noioso... non saprei davvero dare un senso a questo libro... Non mi ha colpito particolarmente!

  • User Icon

    Debora

    07/09/2012 10.52.48

    Olivia è uno di quei libri che hanno la capacità di sollevarti da terra, sfiorarti il cuore, accarezzare l'anima. La scrittura è un ricamo perfetto che garantisce un ritmo alla storia della quale riusciamo a sentire la colonna sonora, tra le note di Bach e la felpata danza della neve. Due anime, Olivia e Diego, che nella girandola della vita si sono sempre sfiorate. E' naturale riconoscersi a specchio in Olivia, una ragazza squisitamente vera e forse per questo a tratti ingenua, ma maledettamente attraente nella sua semplicità! E' altrettanto naturale ritrovare in Diego l'eco di una sensibilità maschile che spesso viene celata e qui spalmata dolcemente come un unguento che medicherà le ferite. La Serendipity poi fa la sua parte, giocando a slittare ogni nostra previsione sugli eventi. Corrono così le pagine sul filo della imprevedibilità, funambole sopra il bianco della neve che accompagna il romanzo accanto alla magnifica chiusa poetica "Chiamerò, chiamerò il tuo nome" di Pablo Paolo Peretti. Un amore di libro!

  • User Icon

    Claudia

    05/09/2012 19.12.10

    È stato piacevole leggere la storia di Olivia e Diego, le pagine scorrevano veloci tra i ricordi dei protagonisti e mi sembrava di essere proprio accanto a loro. Mi ha affiscinato l'idea di bloccare gli istanti memorabili dell'esistenza con una polaroid. Mi ha ispirato dolcezza, tenerezza e simpatia per una storia che ho invidiato per la limpidezza dei personaggi tanto che mi sono immedesimata in loro. Vorrei avere il dono scrivere come Paola e vorrei sempre chiudere il libro che sto leggendo con un sorriso, come con Olivia! Consigliatissimo!

  • User Icon

    Viviana

    05/09/2012 09.29.36

    Non è solo la lista dei sogni possibili quella di Olivia, è amore, amicizia, passioni, valori. E' un mix coinvolgente di emozioni che trascina il lettore a tal punto da farci sentire tutti un po' Olivia. Olivia è l'emblema del fatto che non bisogna mai mollare, mai smettere di sognare anche quando sembra essere tutto buio. Se vi è capitato di pensare che sia tutto finito, leggete Olivia ovvero la lista dei sogni possibili, e cambierete idea.

  • User Icon

    Paola

    04/09/2012 21.57.26

    Mi aspettavo molto da questo romanzo perché la trama sembrava la storia della mia vita, e invece...che delusione! E'scritto male, pieno di banalità e non ti fa entrare nel vivo di niente. Alcune riflessioni meritavano di essere approfondite e invece sono sparpagliate senza senzo in una trama scarna e raffazzonata. Che peccato!

  • User Icon

    Brunella

    31/08/2012 17.59.32

    Noioso all'infinito, ripetitivo, prolisso. Non sono riuscita a finirlo.

  • User Icon

    Veronica

    30/08/2012 20.55.07

    Ciò che mi ha attratto di più di questo libro a primo impatto, è stata la copertina! Sì è vero, non bisogna mai giudicare un libro dalla copertina, ma anche l'occhio fa la sua parte, e dato che sono appassionata di fotografia, non potevo farmela scappare, e il contenuto non è stato affatto deludente. A parer mio, questo libro sarebbe da rileggere due volte, una per la curiosità, perchè non vedevo l'ora di sapere come andasse a finire, ma allo stesso tempo non volevo che finisse; e la seconda volta, per goderselo con calma, pagina dopo pagina, in tutto e per tutto. "La Polaroid è l'attimo che scegli, lo scatto resta un segreto finchè non asciuga, immortala i tuoi momenti più belli, più intimi e gioiosi, gli oggetti le persone che ami e anche quelle che ti incuriosiscono soltanto. Nonna". E questa passione per la Polaroid trasmessa dalla nonna era meravigliosa, tutte quelle citazioni e storie che hanno rispolverato la vecchia fotografia analogica da me molto amata (ormai, da molti dimenticata). Avrei voluto anch'io una nonna così..una grande Nonna! E l'amore in questo libro, dolce e inaspettato, un po' come nel film "Serendipity" : "L'amore è gratis, altrimenti che amore è?, e la felicità, nella sua forma più nobile, sta dove meno te l'aspetti. Devo cercarla." A me piacciono i libri che dopo averli letti mi lasciano un sorriso in bocca, e questo è uno tra quelli!

  • User Icon

    Marta

    27/08/2012 10.55.58

    "Olivia ovvero la lista dei sogni possibili" è una di quelle storie che già dalle prime pagine vi penetrerà sotto la pelle, vi pulserà nelle vene, vi arriverà dritta al cuore e passerà anche per la vostra mente. Olivia viene licenziata dalla sua compagnia e si ritrova a ripensare alla sua vita, ai suoi progetti e ai sacrifici fatti per arrivare a ricoprire quell'incarico, in un rifugio insolito, un bar tabacchi, apparentemente inadatto, ma che si rivela il posto più opportuno dove riflettere sul suo presente, sul suo passato e sul suo prossimo futuro.Nonostante il suo IPhone continui a illuminarsi e a riflettere la preoccupazione di Sarah, la sua amica di sempre, Olivia inizia a riordinare i pensieri e a scrivere una lista di cose che potrebbe fare ora, ripercorrendo così anche alcuni episodi salienti della sua vita.Un personaggio indelebile è certamente l'adorata nonna, quella che, regalandole una Polaroid, le ha trasmesso la passione per la fotografia.La nostra protagonista ripercorre anche i tempi universitari, quando era andata a Londra con l'intento di trovare un libro che le sarebbe servito per la tesi di laurea e invece aveva trovato la Serendipità, ovvero quella "sensazione di euforia che si prova quando si scopre una cosa non cercata mentre se ne sta cercando un'altra, ovvero l'essere disposti, mentre si cerca qualcosa di ben determinato, a trovare altro, ad accogliere mondi, visioni e riflessioni che non ci eravamo aspettati di incontrare."Nel frattempo la vita parallela di Diego si snoda con qualche difficoltà.Il suo Destino è stato segnato dalla perdita del fratello Andrea, un grande musicista che, per un misterioso motivo, aveva deciso di farla finita.La sua vita va avanti, seppur non soddisfacendolo, poichè si rende conto che gli manca qualcosa.Ma la Serendipità giunge anche per i nostri due protagonisti.Il Destino li fa incontrare davanti a un tavolo e,con una stretta di mano, presenta a entrambi la soluzione che non si aspettavano.

  • User Icon

    Eleonora

    22/07/2012 15.34.02

    Olivia mi ha incantata..stregata.. ho ritrovato in lei tanto di me. E credo ci sia un'Olivia in ognuno di noi.. Grazie Paola, per avermi fatto ricordare che è ancora possibile sognare e che, quando meno ce l'aspettiamo, accade qualcosa che scardina la quotidianità e ci fa tornare a Vivere.. Ele.

  • User Icon

    rosaliamaria

    20/07/2012 17.37.35

    Raramente un libro riesce a incatenarmi dalla prima all'ultima pagina, e quando arriva la parola fine vorresti saperne ancora. E ti rimane in bocca, e nel cuore, quella strana consapevolezza di dire "Un giorno lo rileggerò!" e ritroverò la leggerezza, la saggezza, l'ironia, la tenerezza, di Olivia. Come un'amica o una figlia, o forse come un po' di me stessa, di come ero e di come sono. Ecco, Olivia mi ha fatto provare tutto questo e mille altre cose, un po' un piccolo principe al femminile e con un'attualità inusuale e descritta virtuosamente. La storia di Olivia s'intreccia, a momenti, con quella di Diego, che è il suo alter-ego maschile, il predestinato forse... E in questo misterioso intreccio si sviluppano, in dosati flash-back, i ricordi di Olivia, il suo dialogare con la nonna defunta e adorata, quasi una morbida coperta di Linus per Olivia. Diego è crepuscolare, legato al passato tragico, ma la sua storia è un poco discosta: è Olivia la protagonista, è Olivia il futuro, e lei, con la sua positività - mai esagerata - intravede già il domani, e stila liste su liste di desideri possibili. Ho amato questo libro, e mi sento di consigliarne la lettura, per le emozioni che mi ha saputo dare nei giorni in cui ne divoravo le pagine!!!

  • User Icon

    Ilaria Malanchino

    19/07/2012 21.43.00

    Olivia ha la mia età, ha pensieri, desideri, che abbiamo tutte credo, però ha anche un angelo custode che la aiuta ad affrontare la vita, a reagire...Vien voglia di chiedere un consiglio! Le polaroid sono un percorso affascinante nella sua vita, meglio di un diario, con le quali ferma momenti che hanno un significato per lei, e mantengono la complicità col suo angelo... Diego, il protagonista maschile, vive un grande dolore che assimila con il tempo, ne esce e comincia a Vivere.... Sono persone che si sfiorano più volte nella vita senza mai toccarsi...Vien da chiedersi quante volte capiti anche a noi, tutti i giorni....

  • User Icon

    Marialaura Rossiello

    19/07/2012 13.15.20

    Olivia è un po' fuori dagli schemi, con la passione per la Polaroid, un amore per la nonna che non c'è più e una speranza disillusa di trovare l'amore, l'altra metà della mela, il pezzo del suo puzzle che s'incastri alla perfezione con gli altri, come se fosse una cosa naturale, come se non potesse accadere diversamente. E' stata licenziata Olivia, che a quasi trentaquattro anni si trova in un bar tabacchi a riflettere e fare uno pseudo bilancio sulla sua vita di addetta stampa, single e con una vera e propria mania per le liste. E poi, c'è lui, Diego, timido cronico che sembra non riuscire a incastrarsi con nessuna donna. Ci prova, cerca d'innamorarsi - anche se sa bene che l'amore non è qualcosa che si può cercare, ma semplicemente trovare - scontrandosi, però, troppo spesso con un ricordo drammatico difficile da lasciare chiuso a prendere polvere in una scatola. Olivia corre anche solo con i pensieri, Diego resta immobile dietro alle paure. Olivia crede nel destino, Diego dal destino si sente tradito. Olivia lo guarda, Diego ricambia. La vita di una giovane donna precaria in "Olivia ovvero la lista dei sogni possibili", s'incontra con quella di un uomo che ha paura di amare. Di questo libro colpiscono le frasi che Paola Calvetti, perfetta coreografa di un danza armoniosa, ha inserito nella storia come fossero un fil rouge, una linea disegnata con gessetti colorati sul pavimento da seguire per arrivare al traguardo. Uno stile scorrevole che, nonostante i pochi dialoghi, non annoia il lettore ma, lo coinvolge con i flashback. Preziosi, per conoscere dettagli della vita della protagonista, gli sms che le scrive l'amica Sarah. Emerge una parte finale decisa, senza ombre, rafforzata dai punti di vista dei due giovani che si alternano in un gioco di sguardi, pensieri, speranze. Paola Calvetti muove i fili di una storia fatta d'intrecci, di vite che s'incontrano e si scontrano, secondo quello che è già scritto, proprio come accade a Olivia e Diego.

  • User Icon

    Elena

    10/07/2012 10.19.02

    Un libro che mi ha stupito, positivamente, perché la Calvetti non si ripete mai, almeno con questo libro e il precedente, ho trovato molte differenze nello stile, nonostante parli sempre d'amore. Ma guai a definirlo un romanzo rosa! In questo nuovo lavoro, la scrittrice scava nel'anima di ognuno, portando alla luce paure e speranze, e chi è che non ne ha?! In questa società fatta di consumismo la protagonista Olivia, come Pollyanna, riesce a sconfiggere le avversità aggrappandosi al suo mondo di buoni propositi, grazie anche alla nonna che non c'è più, "il suo amico immaginario".

Vedi tutte le 45 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione