Categorie
Traduttore: E. Castellani
Editore: Einaudi
Edizione: 5
Anno edizione: 1971
Pagine: 118 p.
  • EAN: 9788806063047
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,67

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiano Cant

    09/06/2017 06.34.02

    "E' inutile fare i difficili nel deserto". Una società malfatta, guasta in troppe sue giunture, persa in un affarismo sordo ad armonie di ricchezza ben spalmata, è una società in cui l'uomo "si riduce al suo comportamento". Lo stretto agire per poter sopravvivere contro l'onda sporca dei giorni, il fare ridotto alle sue regole scaltre, fuori da intellettualismi, dialettiche vuote, comode raffinate riflessioni senza via d'uscita. La distanza fra i ceti è enorme, e ormai l'insensibilità a toccare nelle proprie ossa e nei propri convincimenti il male nella sua giornaliera frequenza è abitudine ben salda. Così un uomo, nella Londra dei quartieri bassi, dal suo negozio semina (dietro versamento a lui di una congrua cifra per poter iniziarsi al mestiere) mendicanti in ogni angolo di strada. I quadri che si susseguono avranno dolore e invidia nelle loro precise progressioni, violenza, delitto e amore si daranno la mano in una successione di scene come in una danza fra sconforto e ironia. Ma quei cinque manichini di cera che Brecht mostra sono un capolavoro del suo genio, la dolcezza che lavora l'assoluto e lo mostra nei suoi volti mutevoli: lo sciancato di buon umore, la vittima bellica che col suo ribrezzo infastidisce i passanti, il cieco accattone calpestato dal tacco della cattiveria indutriale, l'alcolizzato, e uno che ha visto tempi migliori. Sono i volti sfigurati dei tanti profili umani uccisi dalla guerra, dalle differenze, dal nero dei loro destini. Mackie Messer, figlio dei bassifondi, andrà incontro alla sua parabola fino alla galera: "Nel mondo l'uomo è vivo solo a un patto: si può scordar che a guisa d'uomo è fatto". Il finale apre tuttavia a vari percorsi, ed è questa l'altra risorsa di questo testo capolavoro: il pubblico coinvolto come parte attiva nell'opera,un Mackie graziato?O giustiziato?Come se un finale solo chiudesse in un recinto scontato tutti i passaggi.Se poi ci aggiungiamo le note di Kurt Weill, la nera favola è ancor più del capolavoro che è.

  • User Icon

    Astrifiammante

    22/05/2016 06.14.15

    La miglior edizione italiana di sempre. Insuperabile la traduzione di Emilio Castellani. Ottima anche l'introduzione (un vero e proprio saggio critico compreso nel prezzo) di Consolina Vigliero.

  • User Icon

    angelo

    10/05/2012 17.27.49

    Ingredienti: mendicanti uomini, prostitute donne, un delinquente furbo ed una società senza valori alla ricerca di denaro. Consigliato: a chi sa cogliere le analogie tra i furbi passati e quelli attuali, a chi crede possano esistere uomini contemporaneamente ricchi, intelligenti ed onesti. Trama troppo esile per essere un capolavoro.

  • User Icon

    Bube61

    01/03/2012 09.34.39

    Testo molto divertente ed ancora attuale.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione