Operazione sale e pepe. Squadra speciale minestrina in brodo

Roberto Centazzo

Editore: TEA
Collana: Narrativa Tea
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
Pagine: 303 p., Brossura
  • EAN: 9788850245581
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Un'ondata di reati a carico dei più deboli, gli anziani, vittime di furti e di truffe. È questa la notizia del giorno che campeggia sulle pagine di tutti i giornali. Polizia e Carabinieri, gli eterni rivali, fanno a gara per correre ai ripari, per dare qualche risultato all'opinione pubblica impaziente. Ma in Ouestura uomini e mezzi sono scarsi. E allora perché non chiedere aiuto a chi è andato da poco in pensione, ma non ha perso il gusto per le indagini? Ecco tornare in azione il fantastico trio formato da Kukident, Maalox e Semolino: la «Squadra speciale Minestrina in brodo» è di nuovo in campo. Ma questa volta, tra l'indagine su un misterioso ladro di scarpe, le ricerche di un fantomatico topo d'appartamento e la caccia a una truffatrice senza scrupoli, il loro coinvolgimento sarà più personale e doloroso che mai. Sullo sfondo dì una Genova sempre più calda, i tre ex colleghi e amici dovranno fare i conti con le solite difficoltà investigative, e con un avversario scaltro e cattivo.

€ 12,66

€ 14,90

Risparmi € 2,24 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 14,90 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Claudio

    21/08/2018 11:58:03

    Roberto Centazzo scrive Operazione sale e pepe, il terzo episodio della Squadra Speciale Minestrina in brodo, dopo appunto il primo episodio dal titolo omonimo, e il secondo dal titolo Operazione Portofino. Tale squadra opera a Genova, salvo fortuite trasferte, in questo caso a Firenze e in Costa Azzurra, ed è formata da tre baldanzosi “giovanotti”, dal soprannome ironico di Maalox, Kukident, e Semolino. Sono tre uomini, ex poliziotti in pensione, che nostalgici del loro vecchio lavoro, non si rassegnano ad un tranquillo pensionamento. Quattro sono i casi per cui si richiede il loro intervento. Tre sono furti domestici, perpetrati secondo modalità classiche: ragazzine che adescano anziani, donne che si fingono impiegate del gas, della società elettrica, dell’Inps, classiche situazioni. Il quarto caso è differente: un furto di sandali effettuato ripetutamente, nello stesso modus operandi, sullo stesso tipo di calzatura, degli zatteroni estivi; tuttavia, a conferma di un realismo del testo che pervade la serie gialla di Centazzo, che anche in questo caso, è volutamente ironico all’inizio, e acquista una sfumatura amara al termine. Ma c’è anche una quinta storia, la più vissuta dai uno dei tre amici, Santoro, perché coinvolge una donna anziana, madre di un amico dello stesso, che frequentava la sua stessa casa. La vicenda di questa donna, Amalia, vedova ottantenne, si profila come una storia autonoma nel romanzo. Lei è fragile, triste, sola, diventa una preda scontata per una predatrice senza scrupoli. E Santoro, spinto da sentimenti contrastanti che vanno dalla rabbia al rimorso e anche un po’ dall’eco lontano di un giovanile innamoramento della figlia della stessa donna, si impegna nell’indagine con tutto se stesso. Alle capacità personali dei tre fa gioco di squadra le competenze delle moderne tecnologie fornite da Boero, consulente esterno, esperto informatico ed elettronico. Così la soluzione non può che essere raggiunta.

  • User Icon

    monica

    17/07/2018 13:51:41

    Non e' la prima saga di pensionai alla riscossa che si legge ma e' sicuramente una lettura divertente e mai monotona e comunque originale.

  • User Icon

    Clara M

    31/05/2018 20:53:16

    E' il primo libro che leggo di Centazzo e non sarà l'ultimo. Mi è piaciuta la trama che tratta, purtroppo, un problema molto attuale, simpatici sono i protagonisti con la loro straordinaria normalità, inoltre la lettura è molto piacevole e scorrevole. Complimenti!!

  • User Icon

    Patricia Moll

    23/04/2018 15:24:57

    Non è il primo libro di Roberto che leggo. Non mi ha mai delusa. Qui ho ritrovato tre amici che già mi avevano fatto compagnia nei libri precedenti. Simpatici, casinari a volte ma decisamente umani nei pregi e nei difetti. Tre arzilli vecchietti che fanno a pugni con la pensione e l'inattività. E siccome non si può vivere solo di ricordi, tanto vale darsi da fare. Il mestiere poi è dentro di loro. E' loro! Lettura scorrevole che non sono riuscita ad interrompere. Iniziato e finito. Veramente soddisfatta

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione