Categorie

Gianluca Bocchi, Mauro Ceruti

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 321 p. , Brossura
  • EAN: 9788807721397

20° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Scienze, geografia, ambiente - Argomenti d'interesse generale - Filosofia della scienza

Disponibile anche in altri formati oppure usato:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Paolo De Filippis

    21/05/2012 18.45.03

    E' uno dei più interessanti testi che abbia mai letto, che aiuta a considerare gli eventi passati presenti e futuri con maggiore attenzione, per avvertire i segni e le chiavi che abbiamo a portata di mano e che rischiamo di non avvertire, vivendo così ai margini del divenire in cui siamo immersi.

  • User Icon

    Elio Copetti

    15/07/2009 20.00.48

    Dopo diversi ritorni su tale testo, ritengo che il mio giudizio del 2005 fosse esageratamente negativo (probabilmente legato a pretese eccessive). Vorrei quindi correggerlo.

  • User Icon

    Roberto Cammarota

    22/09/2005 16.29.53

    Dalla mitologia comparata alla storia delle scienze, passando per gli ultimi sviluppi della teoria dell'evoluzione, il libro offre una panoramica globale sul significato che oggi assume il termine "storia": lungi dall'essere solo la somma di riassunti divulgativi tratti da vari campi scientifici, questo testo offre una prospettiva filosofica per interpretare i nuovi concetti introdotti dall'archeologia, dalla fisica, dalla termodinamica, dalla biologia, dalla chimica, e che hanno rivoluzionato il nostro modo di intendere la natura e l'uomo. Un libro appassionante, da leggere con attenzione.

  • User Icon

    Elio Copetti

    06/03/2005 11.19.22

    Sinceramente deludente. Una confusa carrellata attraversi temi scientifico-culturali "alla moda", interpolati attraverso elementi superficiali, talvolta puramente linguistici, e con quella fastidiosa verve da pubblicitari che caratterizza gli odierni specialisti in "comunicazione". Così, quando incroci i campi a te maggiormente noti, il generale senso di pretestuosità si trasforma in autentica irritazione, dalla quale puoi dedurre la probabile distanza degli autori da quasi tutti quei "campi del sapere", scartabellati con grande sicumera. Meglio allora rivolgersi direttamente ai veri protagonisti dei vari filoni di ricerca, spesso autori di ottimi saggi divulgativi, che non a simili operazioni, dal sapore un po' furbesco.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione