Padrini e padroni. Come la 'ndrangheta è diventata classe dirigente

Nicola Gratteri,Antonio Nicaso

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2016
Pagine: 207 p., Brossura
  • EAN: 9788804668923
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Indice

Prologo

Parte prima. La genesi: la collaborazione fra 'ndrangheta e colletti bianchi (fra i due secoli passati)
I. Da Reggio Calabria a Bardonecchia
- Il caso Bardonecchia

II. Il terremoto del 1908
- L'ascesa del boss Michele Campolo - I boss tra fascismo e antifascismo

III. Il summit di Montalto
- Peppe, Mico e 'Ntoni

Parte seconda. La transizione: 'ndrangheta e colletti bianchi si strutturano (il secolo scorso)
I. I De Stefano e la Santa: massoneria e servizi deviati
- La prima guerra di 'ndrangheta - La Santa - Il primo omicidio eccellente - La strage di Razzà - L’omicidio di Giorgio De Stefano

II. La svolta: il traffico di droga

III. La seconda guerra di n’drangheta e gli omicidi eccellenti
- L’uccisione di Bruno Caccia - La seconda guerra di n’drangheta - L’omicidio di Giuseppe Galluccio - L’omicidio di Lodovico Ligato - Lo stragismo dei Corleonesi - l’omicidio di Antonio Scopelliti - La pace - Tangentopoli calabrese - Il venerdì nero di Taurianova - L’omicidio di Giuseppe Nirta - Il suicidio del notaio Marrapodi

Parte terza. L’assetto attuale: l’osmosi fra n’drangheta e colletti bianchi (tra il vecchio e il nuovo secolo)
I. La colonizzazione

II. Annus horribilis

III. Il «capitale sociale»: la zona grigia dei professionisti al servizio della ‘ndrangheta

IV. Il «coso»: nuova ‘ndrangheta o nuova massoneria deviata?

V. Il voto di scambio e gli accordi inconfessabili

VI. Le nuove tecniche di consenso sociale e di arricchimento
- Riciclaggio di denaro

VII. Conclusioni

Note
Ringraziamenti

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Vito

    02/03/2017 15:12:53

    Il libro tratta un tema molto delicato e importante. Il racconto è saturo di dati, di cognomi, di eventi e grazie a tali informazioni, precise e dettagliate, risulta un documento prezioso per conoscere e comprendere il legame Stato - Ndrangheta. Ma nello stesso tempo questa indicazione di dati sempre più precisi rende la lettura troppo pesante come un documentario ricco di dati e riferimenti storici. Lo consiglio ai lettori che conoscono le vicende della ndrangheta, altrimenti il libro rischia di appesantirvi.

Scrivi una recensione