Editore: Mondadori
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 237 p., Brossura
  • EAN: 9788804630289

35° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Gialli - Gialli storici

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,42

€ 9,90

Risparmi € 1,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 5,34

€ 9,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    n.d.

    16/10/2017 08:56:22

    E' stata la prima volta per me leggere un libro di un investigarore "antico" , bello fortemente calato nelle relatà dell'epoca che se ne assapora nella descrizione fine della città e dei protagonisti .. una insolita scoperta per me

  • User Icon

    Pablita

    24/08/2017 13:42:56

    Anch'io ho ricevuto in regalo il libro, ma devo dire che è proprio un gran bel libro, godibilissimo, ironico al punto giusto. Siamo nella Roma antica, ma è così attuale.... scritto bene, benissimo, non vedo l'ora di leggere anche i precedenti!

  • User Icon

    Carlo

    29/06/2017 17:00:52

    Fortuna che questo libro mi e' stato regalato (omaggio per averne comprato tre, una promozione). Non mi e' piaciuto, ma non perche' sia scritto male. L'argomento stesso mi interessa poco. Il romanzo storico mi lascia tiepido. E poi, tanti personaggi...una certa confusione. Decisamente no.

  • User Icon

    Chiara

    31/01/2015 12:10:09

    Nuova indagine per Publio Aurelio Stazio. Anche in questo caso la vicenda è abbastanza intricata e fino alla fine il lettore non ha idea di chi possa essere il colpevole. In qualche circostanza Publio Aurelio dimostra di essere un po' supponente, forse maggiore umiltà non guasterebbe e gli eviterebbe qualche abbaglio. Piacevole anche il racconto alla fine del romanzo: la brevità non ne pregiudica la riuscita.

  • User Icon

    Fabio

    30/10/2011 20:41:38

    Al secondo approccio con i romanzi della Comastri Montanari dopo Parce Sepulto direi che è ufficiale: questa scrittrice ha tutte le carte in regola per essere considerata una delle migliori gialliste italiane. Questa volta siamo davanti alle indagini per smascherare il "solito" serial killer che però nulla hanno a che fare con le trame delle fiction televisive: qui non c'è l'aiuto dei CSI o dei RIS nostrani, per cui niente esame del DNA o accesso informatico a database internazionali del crimine, ma solo logica deduttiva e processo "trial & error". La trama scorrevole ed il tono ironico dei dialoghi tra Publio Stazio ed i suoi liberti (assai libertini invero!) portano il lettore a divorare il libro in poche serate (e questo è davvero l'unico rammarico) ingordo come è di scoprire il nome del colpevole e di comprendere le circostanze che lo hanno spinto alla sequenza insanguinata. Giunti alla conclusione del romanzo restano solo un paio di piacevoli effetti collaterali: il desiderio di leggerne subito un altro della stessa scrittrice e quello di acquistare un libro storico sulla Roma del periodo repubblicano di cui la Comastri Montanari - bontà sua - ti ha fatto innamorare.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione