Categorie

Nicole Belmont

Collana: Nuovo prisma
Anno edizione: 2002
Pagine: 212 p.
  • EAN: 9788838917233

«Questo saggio ha un duplice intento - scrive Nicole Belmont introducendo il suo studio sulla fiaba - da un lato far conoscere e condividere la bellezza e la ricchezza dei racconti di tradizione orale, misconosciuti se non proprio del tutto sconosciuti; dall'altro tentare di comprendere la natura di questo genere così particolare». Questo doppio scopo, narrativo-descrittivo e analitico-interpretativo, è perseguito in parallelo, mostrando nel corpo vivo e concreto di una moltitudine immensa di racconti orali - presentata nella varietà dei loro tipi e, dentro ciascun tipo, nelle numerose versioni narrative - i segreti del loro interno funzionamento, le regole delle loro trasformazioni, le diverse funzioni assolte, i complessi giochi di comunicazione intercorrenti tra narratori e ascoltatori intorno all'oggetto della narrazione e, insieme, gli enigmi non risolti a cui si presta la fiaba con le diverse ipotesi avanzate per scioglierli. Lo studio è guidato da un'ipotesi generale: «i meccanismi di elaborazione della fiaba sono gli stessi di quelli del sonno». Uno schema interpretativo debitore, com'è evidente, dell'ermeneutica freudiana. Che però non cela i suoi legami con le suggestioni del simbolismo popolare che assegnava la fiaba al reame notturno: «Il racconto è la parola della notte».