Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Prima di noi - Giorgio Fontana - copertina

Prima di noi

Giorgio Fontana

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: Il contesto
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 30 gennaio 2020
Pagine: 896 p., Brossura
  • EAN: 9788838940224
Salvato in 649 liste dei desideri

€ 20,90

€ 22,00
(-5%)

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Prima di noi

Giorgio Fontana

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Prima di noi

Giorgio Fontana

€ 22,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Prima di noi

Giorgio Fontana

€ 22,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (17 offerte da 20,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vincitore del Premio Bagutta 2021 - Vincitore della 46.ma edizione del Premio Letterario Internazionale Mondello
Finalista del premio Lattes Grinzane 2020
Il romanzo più importante e ambizioso di Giorgio Fontana, vincitore del Premio Campiello 2014. La povertà e il riscatto, la fede e la politica, l’urlo della rabbia e il silenzio delle parole. Una saga del Novecento, raccontata con la sensibilità del XXI secolo.

«Questo romanzo è un proiettile che entra nel Novecento italiano, passa la storia da parte a parte e fuoriesce dal presente, trasformando il lettore, dopo essergli entrato nella testa quanto nel cuore» - Claudia Durastanti

«Si parla tanto del Grande Romanzo Americano. E quello italiano? Un grande romanzo italiano l’ha scritto Giorgio Fontana. Eccolo. C’è la forza del passato, l’avventura, ci sono gli amori che siamo stati: è il libro di questa nostra vita. Leggerlo è sapere chi siamo oggi» - Marco Missiroli

Una famiglia del Nord Italia, tra l’inizio di un secolo e l’avvento di un altro. La metamorfosi continua della specie, che nasce contadina, diventa proletaria e poi borghese, e poi chissà. L’esodo e la deriva, dalla montagna alla pianura, dal borgo alla periferia, dalla provincia alla metropoli. Il tempo che scorre, il passato che impasta il destino, la nebbia che sale dal futuro; in mezzo un presente che sembra durare per sempre, l’unico orizzonte visibile, teatro delle possibilità e gabbia dei desideri. È questo il paesaggio in cui vivono e muoiono i Sartori da quando il primo di loro fugge dall’esercito dopo la ritirata di Caporetto e incontra una ragazza in un casale di campagna. Fino ai giorni nostri, quelli di una giovane donna che visita la tomba del suo bisnonno. Quattro generazioni, dal 1917 al 2012, dal Friuli rurale alla Milano contemporanea, dalle guerre mondiali alla ricostruzione alla globalizzazione, dal lavoro nei campi alle scrivanie delle multinazionali. È circa un secolo, che mai diventa breve: per i Sartori contiene tutto, la colpa, la vergogna, la rabbia, la frenesia, la stasi. Sempre la lotta e quasi mai la calma, o la sensazione definitiva della felicità. Ma i Sartori non ne hanno bisogno, e forse non ci credono neppure nella felicità. Perché se ogni posto nel mondo è una merda, è meglio imparare a vivere, e stare lì dove la vita ci manda.
Romanzo storico e corale, vasto ritratto narrativo del Novecento italiano, forse il primo di uno scrittore sotto i quarant’anni, il racconto dei Sartori affronta il fardello di un’eredità che sembra andata in malora. Se gli errori e le sfortune dei padri ricadono sui figli, come liberarsene? Esiste una forza originaria capace di condannare una stirpe alla solitudine? La risposta a queste domande è nella voce di un secolo nuovo, e nello sguardo di chi si accinge a viverlo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,38
di 5
Totale 52
5
34
4
9
3
6
2
1
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ilaria B.

    08/04/2021 11:58:25

    "Forse era questo il senso dello sterminio, la preghiera celata alle sue spalle: sopravvivete, raccontate, amatevi". Un romanzo che temevo moltissimo, per la mole: una grande epopea familiare, che ha inizio nel 1917 e termina ai giorni nostri, una cavalcata di storia nazionale ed emozioni private, intime ma universali, lunga ben 886 pagine ... Una lettura pesante? Tutt'altro: mi sono lasciata coinvolgere totalmente dalle vicende della famiglia Sartori, di origine friulana, prima i fratelli Gabriele, Domenico e Renzo ("un figlio prigioniero, un figlio da custodire, un figlio libero) e poi i loro figli e nipoti, tra Udine ("Fuori l'aria sapeva d'erba e latte. Come era bello il suo Friuli, quanto gli mancava") e Milano. Mi sono sfilate davanti la ritirata di Caporetto, l'affermazione del Duce, la disfatta della Seconda Guerra mondiale, il boom economico che sapeva di miracolo del dopoguerra, l'Italia violenta degli anni di piombo prima e poi delle stragi di mafia ... Ho gioito e pianto per i Sartori, specie per quelle splendide figure femminili, a me tanto vicine, di Eloisa, ragazza "pasionaria" che poi tradisce la rivoluzione ("Dormivano poco, perché la vita pareva loro più ricca e preziosa di qualunque altri mai vissuta ... dormivano poco anche per questo, certo: il mondo non andava forse distrutto o capovolto?) e della cugina Nadia, artista ribelle nel canto e nell'amore. Un romanzo che consiglio, a tutti, veramente. Alle anime nostalgiche, come la mia, perché "quando non si teme il futuro, che altro se non il passato può recare sorprese?". Ma non solo. Mi piacerebbe lo leggessero anche ai nostri ragazzi, specie in questo assurdo periodo di pandemia, dove tutto pare "sospeso", generazioni per le quali mai furono più attuali le parole "quel che avete, abbandonatelo, prendetevi quel che vi si rifiuta".

  • User Icon

    Luigi

    28/02/2021 14:14:56

    Il romanzo e’ la storia, in parte autobiografica, della famiglia Sartori su cui si riverberano gli eventi della Storia italiana(guerre mondiali, fascismo, resistenza,lotte sindacali,terrorismo)I protagonisti, a cominciare dal capostipite, sono gente umile, semplice senza grandi ambizioni, provata da dolore , lutti, fatica e che manifesta un forte senso di appartenenza alla famiglia. Sulla storia aleggia il segreto di una lettera che sarà svelato solo alla fine. Tuttavia il risultato risente di eccessiva lunghezza e di una lettura non sempre stimolante se si esclude la terza e ultima parte nella quale l’Autore dispiega la sua profonda sensibilità e conoscenza dei problemi dei giovani, delle loro debolezze, del loro disagio esistenziale, affettivo, lavorativo.

  • User Icon

    Giuseppe

    18/02/2021 13:37:58

    Un libro emozionante e meraviglioso. Da anni non leggevo un romanzo così potente. Una saga familiare emozionante e dirompente che attraversa la storia della nostra Repubblica dalla Prima Guerra Mondiale ai giorni nostri. Una lettura davvero entusiasmante!

  • User Icon

    Alessia

    31/01/2021 10:47:03

    Le parole di questo romanzo scorrono velocemente e, senza rendersene conto, si trasformano in pagine e capitoli che lasciano impresse emozioni e sensazioni difficili da scrollarsi di dosso. A fine giornata, quando vorresti dormire, le ritrovi ancora lì. È un po’ quello che succede con i giorni della nostra vita. Queste pagine racchiudono infatti la storia e la vita di ognuno di noi, e ci ricordano che anche nelle vite più semplici ci può essere qualcosa di straordinario e che la famiglia, nel bene o nel male, riesce ad essere essere il teatro che mette in scena questo spettacolo.

  • User Icon

    Silvia

    21/01/2021 19:22:00

    Libro meraviglioso! Consigliatissimo

  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    21/01/2021 15:15:06

    Il libro, la cui mole mole non é certo trascurabile (896 pagine), ha la finalità di raccontare, attraverso quattro generazioni di una famiglia, le vicende italiane dalla rotta di Caporetto fino a quasi i giorni nostri. Certo le pagine sono tante e a maggior ragione le aspettative sono maggiori, anche se non è sempre detto che alla quantità si accompagni la qualità, perché intendiamoci, quando si realizza un’opera, non conta quanto si scrive, ma cosa e come si scrive. Il progetto di Fontana è stato senza dubbio ambizioso, nella consapevolezza di sperare di realizzare un romanzo sulla storia degli italiani che entrasse a far parte del patrimonio letterario nazionale a pieno titolo e a pieno merito. Dico subito che lo scopo è stato realizzato solo in parte, perché, accanto a pagine che si dilungano a narrare eventi di scarsa o modesta importanza se ne alternano altre in cui occorrerebbe approfondire maggiormente e non passare via velocemente. In particolare, il periodo della Resistenza è appena sfumato e non dovrebbe esserlo per la presenza notevole dei partigiani nella zona in cui è ambientato il romanzo, vale a dire il Friuli; invece si accenna, senbra quasi che ci sia il timore di prendere una posizione netta. Peraltro, anche il periodo di lotte sindacali, che pur presenta un’ampia trattazione, sembra avulso dalla realtà, perché nell’epoca a riferimento c’ero e vivevo in un’atmosfera piuttosto complessa e pesante, quasi una premessa a quegli anni di piombo che sarebbero avvenuti di lì a poco. La scrittura non è certo greve e questo è un pregio di un romanzo che tuttavia non mi ha lasciato nulla dentro, nel senso che non c’è un personaggio memorabile con cui sia potuto entrare in sintonia. Ogni tanto ho avuto la sensazione di trovarmi di fronte a una sorta di soap opera, per fortuna quasi subito fugata, ma ritornata poi prepotentemente alla ribalta nelle ultime duecento pagine, francamente noiose.

  • User Icon

    kla

    07/01/2021 17:10:30

    Un libro adatto a chi ama le saghe familiari che ripercorre le vicende di una famiglia del Nord del secolo scorso e che vive i cambiamenti degli anni ( guerre, proteste, ecc) fino ad arrivare ad oggi. Un libro scorrevole in cui i personaggi sono ben delineati, a cui è inevitabile non affezionarsi, e che consiglio.

  • User Icon

    fede87

    14/12/2020 22:08:37

    Uno dei migliori scrittori italiani contemporanei ci regala un'altra perla da inserire nello "scaffale buono" della propria libreria. Non mi stupirei se quest'opera finisse nelle antologie: semplicemente straordinaria.

  • User Icon

    Federico

    20/11/2020 16:01:07

    È il primo libro che leggo di quest autore e mi ha davvero piacevolmente sorpreso. È un saga famigliare davvero ben costruita. Racconta bene il noatro paese attraverso gli occhi e le vicessitudini dei mebri di queste famiglie. Scritto benissimo

  • User Icon

    Iginio Petrussa

    20/11/2020 09:23:49

    La cosa che mi colpisce di questo libro è il numero di recensioni molto positive. Sono rare le pagine ben scritte (ce ne sono, senz'altro, ma poche). Una saga familiare lunga un secolo è raccontata a sprazzi con una serie di 'fumetti' che descrivono le vicende dei protagonisti contro lo sfondo di eventi storici epocali, verso i quali essi restano nel complesso indifferenti. Poca profondità, scrittura scolastica, spesso velleitaria. Probabilmente i lettori entusiasti del libro sono molto più giovani di me.

  • User Icon

    gabril

    26/10/2020 18:10:18

    “Potevano fuggire dove gli pareva o stare fermi, ma la realtà non sarebbe cambiata. Il mondo sembrava fatto per combatterli. Il mondo era più forte di loro, o forse loro erano così testardi e stupidi da non sapere come viverci in pace. Eppure non si arrendevano. Nemmeno difronte alla sventura, alla malattia, alla solitudine…” Ecco i Sartori, ed ecco la storia di una famiglia dispiegata in quattro generazioni, dal primo decennio del 1900 al primo del 2000. Un romanzo storico italiano, una saga, un’impresa di circa novecento pagine. Tutte impeccabili, molte intense, da rileggere. “Il miglior romanzo italiano degli ultimi dieci anni” scrive Francesco Cataluccio. Voce autorevole a cui mi sento di fare timida eco. Sì. Questo è un grande romanzo. Che prima ti avvolge e ti avviluppa e poi ti inghiotte, ti immerge nel dolore e nel disincanto, ti commuove e ti ubriaca nella nostalgia di qualcosa che poteva essere e non è stato. È come uno specchio rivolto verso l’anima, il cuore e non so che altro. La mente anche, sì, senza dubbio. Perché è impossibile non pensare a ciò che eravamo e a ciò che siamo diventati, a tutti gli ideali traditi, ai miti infranti, sogni di generazioni sbriciolati e dissipati nella povere. Passando dalla Resistenza alla Rivoluzione e arrivando all’individualismo edonista e intriso di tristezza. Eppure ciascuno, pur essendo figlio del proprio tempo, forgiato dagli errori dei padri, erede del pieno e del vuoto delle precedenti generazioni, ha pur sempre se stesso, un essere umano nuovo, una scommessa da vincere o perdere, un gioco da ritentare e ricominciare ancora. Ciascuno ha la gioia e il dolore di sempre -l’universale esperienza umana- ma singolare per chi si affaccia per la prima volta al mondo: l’amore, la malattia, la speranza, il disincanto, la fede, il lutto.

  • User Icon

    Giorgia

    22/10/2020 07:36:27

    Libro stupendo, l'ho amato!

  • User Icon

    Massimo

    15/10/2020 21:14:52

    un lunghissimo affresco di una famiglia friulana lungo tutto il corso del Novecento. Affascinante per il ritratto di un'era, per la prospettiva da cui attraverso una saga familiare si legge e interpreta la nostra storia, della nostra patria, per la scrittura misurata e ricercata, anche nella ricerca di toni e sfumature diverse a rappresentare personaggi e tempi diversi. Ottocento pagine dense e non pesanti.

  • User Icon

    Nastikata

    04/09/2020 06:07:13

    Prima di noi racconta la storia di una famiglia friulana, i Sartori, a partire dalla prima guerra mondiale fino al 2012. Nonostante la mole (più di 800 pagine) è un libro che scorre velocemente. Mi sono affezionata ai personaggi e ho amato come la vicenda dei Sartori si intrecciava perfettamente con la storia d'Italia.

  • User Icon

    Giancarlo.

    04/08/2020 22:21:44

    “Quanta delicatezza occorre per governare il passato.”

  • User Icon

    Vittorio

    20/07/2020 14:49:42

    Ce ne fossero di romanzi così.... Lettura appagante e coinvolgente.

  • User Icon

    Eleonora

    15/07/2020 10:16:20

    Stupendo

  • User Icon

    Fabio

    04/07/2020 12:50:35

    Idea poco originale scritta in maniera confusionaria. Sono riuscito a leggere 500 pagine a fatica ma ho davvero buttato dei soldi a comprarlo

  • User Icon

    Attilio Alessandro Bollini

    21/06/2020 16:46:29

    Per favore, leggetelo. Scrittura aspra, cristallina, dolce, tenera... tutta la storia del Novecento e del primo Duemila in un capolavoro di narrativa, indimenticabile! Una saga famigliare di rara lucidità.

  • User Icon

    Piero Giacomelli

    09/06/2020 10:48:42

    Letto tutto d'un fiato in una settimana. Stupiscono due cose: l'età dello scrittore quasi a riprova che con certi talenti uno ci nasce oppure no, e il fatto che pur non essendo del nord-est abbia così sapientemente descritto la rabbia della gente che cova sopita nella regione in cui vivo, che assurge a dimensione di lotta contro dio e contro la Storia in questa saga famigliare con un senso di impotenza verso il destino e vero se stessi che si manifesta fin dalle prima pagine. Mi è piaciuto molto il fatto che l'autore abbia descritto il linguaggio senza ipocrisie mettendo per iscritto (cosa anche questa ) le bestemmie che caratterizzano la nostra maniera di pensare.

  • User Icon

    Chiaratrevi

    02/06/2020 16:59:42

    Questo libro è meraviglioso, sicuramente il più bello letto quest’anno! Quasi 900 pagine che scorrono velocemente e che ti dispiace dover terminare. Dovrebbe entrare nella libreria di tutti :)

  • User Icon

    Roberto

    23/05/2020 07:46:06

    Romanzo sorprendente per la maturità e nitidezza della scrittura. Un racconto che attraversa il 900 con le vicende di una famiglia friulana. Il libro è un bel tomo, ma si legge scorrevolmente, grazie proprio alla alta qualità della scrittura. Uno dei migliori romanzi storici italiani letti, da sempre

  • User Icon

    fra

    17/05/2020 20:43:57

    Prima di noi è senz'altro il libro del momento. Un'epopea familiare, anche se non tutti i personaggi vantano un trascorso fatto di gesta eroiche. Ma è proprio questo a far sì che si ami questo libro. I personaggi sono proprio persone come noi, come i nostri nonni e i nostri genitori. Si passa tanto tempo in compagnia di ognuno, se ne criticano o si sposano le decisioni, ci si innamora con loro e si resta delusi. Ci si separa a fatica da ognuno, anche dai meno amati. Quasi 900 pagine scritte in maniera scorrevole, mai banale, con lo sfondo della storia italiana del 900 che non è mai invadente, ma è trattata con profondo rispetto. Leggere questo libro arricchisce, a livello di cultura e a livello di emozioni, e ci aiuta a conoscerci meglio.

  • User Icon

    pam

    17/05/2020 20:37:10

    Ho vissuto questi giorni nell'attesa che fosse notte per continuare a leggerlo. Libro in cui "tutto si tiene", libro che riesce a essere lieve e a vocazione popolare, pur concedendosi anche sprazzi di alta letteratura. C'è tuttavia qualcosa che non mi ha convinto fino in fondo, in definitiva riflettendoci credo che la prima parte sia più riuscita della seconda (anche il tempo dei capitoli progressivamente di comprime, come uno specchio del tempo storico che da eroico si appiattisce), ma forse sono proprio le passioni tristi che caratterizzano la seconda parte del romanzo ciò che mi ha lasciato questo senso di scontentezza.

  • User Icon

    F

    17/05/2020 16:26:06

    Se amate le saghe familiari e non ve ne perdete una, questo titolo deve rientrare tra i vostri prossimi acquisti. Una lettura scorrevole e che non si riesce a mollare fino all'ultima pagina.

  • User Icon

    ValerioS

    16/05/2020 23:14:08

    Mi mancano 50 pagine alla fine ma posso dire che di certo è uno dei libri più belli che ho letto quest'anno. Spesso si esagera nel definire i libri ma credo che l'opera di Fontana possa definirsi capolavoro. Da leggere.

  • User Icon

    elisa

    16/05/2020 20:25:00

    questo romanzo è fantastico. la consegna è sempre perfetta.

  • User Icon

    silvia

    16/05/2020 09:50:36

    Conoscevo già l'autore, ma questo ultimo lavoro ha di gran lunga superato i precedenti; tramite la storia di una famiglia, si ripercorre la storia d'Italia dalla fine della prima guerra mondiale a oggi. Nonostante il numero di pagine non è mai noioso, da leggere.

  • User Icon

    assunta

    15/05/2020 19:31:58

    questo libro è spaziale. davvero molto consigliato.

  • User Icon

    Silvana

    15/05/2020 10:06:35

    Qui ci si affeziona ai personaggi, forse la prima parte è quella che più mi ha preso è piaciuto, ma nel totale il libro scorre bene e racconta la nostra vita, quella di tante famiglie. La storia di una famiglia nata da una paura. Fontana scrive benissimo e le storie private diventano storia di generazioni diverse, dei loro rapporti, delle loro fobie e delle loro speranze. Un libro emozionante e intelligente.

Vedi tutte le 52 recensioni cliente
  • Giorgio Fontana Cover

    Nato Saronno nel 1981 e cresciuto a Caronno Pertusella, Giorgio Fontana vive a Milano dove collabora con diverse testate, sceneggia storie per il settimanale "Topolino" e insegna scrittura creativa.Tra le sue ultime pubblicazioni: Per legge superiore (Sellerio 2011), La velocità del buio (Zona 2011), Morte di un uomo felice (Sellerio 2014, Premio Campiello), Un solo paradiso (Sellerio 2016) e il reportage a fumetti Lamiere (Feltrinelli 2019). Il suo ultimo romanzo è la vasta saga familiare Prima di noi (Sellerio 2020).  Approfondisci
Note legali
Chiudi