Principessa pel di topo - Jacob Grimm,Wilhelm Grimm,Fabian Negrin - ebook

Principessa pel di topo

Jacob Grimm, Wilhelm Grimm

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Donzelli
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Webreader e tablet Scopri di più
Dimensioni: 1,98 MB
Pagine della versione a stampa: 200 p.
  • EAN: 9788868432881
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 16,99

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«C’era una volta un re che aveva tre figlie, e volendo un giorno sapere chi di loro lo amasse di più, le mandò a chiamare. La primogenita rispose che le era caro più di tutto il regno; la seconda disse che le era caro più di tutte le pietre preziose e di tutte le perle del mondo; ma la terza disse che le era più caro del sale.». Inizia così la fiaba che i Grimm intitolarono Principessa Pel di topo, dando vita a un personaggio delle fiabe rimasto a noi sconosciuto. E non è il solo. Ecco perché finalmente, duecento anni dopo la prima comparsa, 42 fiabe col loro corredo di arcolai, castelli, gatti, ranocchi, barbieri, sarti, fabbri, suocere, diavoli, soldati, scarpette, chiavi d’oro e via narrando, vengono alla luce grazie a una preziosa edizione illustrata pensata per celebrare il bicentenario della prima pubblicazione delle fiabe dei Grimm, avvenuta nel 1812. Pochi sanno, infatti, che due secoli fa i celebri fratelli diedero vita a un cantiere di lavoro durato anni, a partire da materiali provenienti dalle fonti più disparate che essi continuarono a trascrivere, rielaborare e selezionare fino al 1857, anno dell’ultima edizione. Nel corso di quasi mezzo secolo, i Grimm pubblicarono ben sette edizioni diverse dei Kinderund Hausmärchen, di cui si è persa memoria poiché l’edizione corrente delle fiabe è quella del 1857. Oggi, grazie al lavoro di uno dei massimi studiosi internazionali della fiaba come Jack Zipes, i lettori italiani possono scoprire alcune delle più belle fiabe scomparse dei Grimm. Accanto a personaggi nuovi, come Pel di topo, troviamo versioni sorprendenti di alcune fiabe tra le più note: da Biancaneve a Raperonzolo, da Barbablù a Pollicino. E a completare l’opera, le superbe illustrazioni appositamente realizzate per questa edizione da Fabian Negrin, capace di cogliere con raffinata originalità lo spirito più autentico che innerva queste fiabe. E chi l’avrebbe mai detto che c’erano ancora così tante storie da scoprire nei cassetti di Wilhelm e Jacob?
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Anna Lucia

    09/01/2013 01:06:53

    Anche da adulti le fiabe si leggono volentieri. E poi la prima da cui prende il titolo ricorda molto Re Lear di Shakespeare, che ripudiò e di ciò alla fine se ne dolse (ma solo quando era ormai troppo tardi) proprio l'unica figlia che lo amava davvero.... Cosa che la dice alla grande su quanto conti o meno la sincerità delle persone. Qui almeno la fiaba, in quanto fiaba, finisce meglio. E' questo il bello delle fiabe.

  • Jacob Grimm Cover

    Jacob Ludwig Karl Grimm (in secondo piano nell'immagine) e il fratello Wilhelm Karl raccolsero e pubblicarono nei loro Kinderund Hausmärchen le fiabe e i racconti popolari della tradizione tedesca. La prima edizione è datata 1812-1815, ma della raccolta vennero redatte in totale ben 7 edizioni di cui l'ultima, quella più conosciuta, è del 1857.In questi testi orali, che ebbero vasta risonanza e che spesso riprendono motivi di altri paesi, i curatori vedevano le tracce di antichissime credenze. Grimm si occupò anche di diritto, di grammatica (Grammatica delle lingue germaniche, Deutsche Grammatik, 1819-37), di letteratura e linguistica (Storia delle lingue germaniche, Geschichte der deutschen Sprache, 1848), di mitologia (Mitologia germanica, Deutsche Mythologie,... Approfondisci
  • Wilhelm Grimm Cover

    Wilhelm Karl Grimm (in primo piano nel ritratto custodito al Brüder Grimm Museum di Kassel) e il fratello Jacob Ludwig Karl Grimm raccolsero e pubblicarono nei loro Kinderund Hausmärchen le fiabe e i racconti popolari della tradizione tedesca. La prima edizione è datata 1812-1815, ma della raccolta vennero redatte in totale ben 7 edizioni di cui l'ultima, quella più conosciuta, è del 1857.In questi testi orali, che ebbero vasta risonanza e che spesso riprendono motivi di altri paesi, i curatori vedevano le tracce di antichissime credenze. Professore di lettere antiche e bibliotecario a Gottinga, fu destituito nel 1837 per le sue idee liberali. Nel 1840 Federico Guglielmo IV lo chiamò a Berlino.Ancora in collaborazione col fratello, dette l’avvio... Approfondisci
Note legali