I promessi sposi (4 DVD)

I promessi sposi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: I promessi sposi
Regia: Sandro Bolchi
Paese: Italia
Anno: 1967
Supporto: DVD
Numero dischi: 4
Salvato in 36 liste dei desideri

€ 24,99

Punti Premium: 25

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 23,18 €)

Versione televisiva dell'opera di Manzoni.
5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Cataldo Zingaropoli

    02/07/2018 12:47:59

    Un pezzo della televisione italiana,in un epoca che,a differenza di oggi,non offriva alternative . Ma nonostante questo,e ponendo un attimo in disparte i ricordi personali per gli anni passati,per chi quelle rappresentazioni li ha vissute "in diretta", credo che il semplice snocciolare gli attori (l'opera e' chiaramente nota a tutti), ne celebri l'importanza Tino Carrano,Salvo Randone,Luigi Vannucchi;Massimo Girotti..... ossia il TEATRO italiano di piu' decenni. Con simili attori si possono e devono essere apprezzati interpretazione,dizione,uso del diaframma nella recitazione,cioe' il complesso del bagaglio professionale di veri attori .Ed il paragone con i figuranti di spot pubblicitari chiamati a interpretare popolari soap opere o sceneggiati (sic) televisivi odierni e' terrificante .

  • User Icon

    fabio

    22/05/2013 12:08:43

    Assoluto Capolavoro di Sandro Bolchi! interpretazione faraonica di Paola Pitagora e Nino Castelnuovo!! Grandi e inponenti negli episodi basati su momenti fondamentali del racconto!precisi e perfetti in ogni sfumatura! Sceneggiatura davvero suggestiva degno del racconto che ne fa' in se' un Mito del grande Cinema Letterario! Un pezzo di Vita del nostro Cinema! Made in Italy! Tino Carraro Maestro di recitazione! Assolutamente da collezione!

  • Produzione: Rai Trade, 2013
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 608 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Formato Schermo: Full screen
  • Area2
  • Paola Pitagora Cover

    Nome d'arte di P. Gargaloni, attrice italiana. Mora, viso dolce che nasconde un temperamento ribelle, esordisce sul grande schermo con piccole parti alla fine degli anni ’50, ma si fa conoscere da pubblico e critica con il ruolo della cinica Giulia nel drammatico I pugni in tasca (1965) di M. Bellocchio. Nel 1967 ottiene grande successo con lo sceneggiato I promessi sposi nel ruolo di Lucia Mondella e da allora alterna gli impegni cinematografici a quelli televisivi. Al cinema è l’assassina della madre in Senza sapere niente di lei (1969) di L. Comencini, forse la sua migliore interpretazione, con cui vince il Nastro d’argento, e intensa coprotagonista in Un amore così fragile, così violento (1973) di L. Pittoni. Appare poi in Aiutami a sognare (1982) di P. Avati e Tutti gli anni una volta... Approfondisci
  • Nino Castelnuovo Cover

    "Propr. Francesco C., attore italiano. Di origini proletarie, con alle spalle un’esperienza di fabbrica, frequenta i corsi del Piccolo Teatro di Milano ed esordisce nel cinema con Un maledetto imbroglio (1959) di P. Germi. Ottiene poi ruoli primari in Un giorno da leoni (1961) di N. Loy e in Laura nuda (1961) di N. Ferrari. Successivamente recita da protagonista anche in Francia, in Les parapluies de Cherbourg (1964) di J. Demy, in Un mondo nuovo (1966) di V. De Sica e in Les creatures (1966) di A. Varda. Dopo Amore e rabbia (1969) di C. Lizzani, le sue apparizioni cinematografiche si fanno più rade in favore del teatro e della televisione, dove è il Renzo Tramaglino di I promessi sposi di A. Bolchi; ricompare sul grande schermo in Il paziente inglese (1996) di A. Minghella. " Approfondisci
  • Tino Carraro Cover

    Propr. Agostino C., attore italiano. Giunge al cinema dopo una notevole e fortunata carriera teatrale, diretto soprattutto da G. Strehler al Piccolo Teatro di Milano. Tra le sue interpretazioni, che per intensità e livello qualitativo riscattano anche film commerciali di secondaria importanza, lo si ricorda freddo sabotatore in Il terrorista (1963) di G. De Bosio, ambiguo capo della polizia in Cadaveri eccellenti (1976) di F. Rosi e losco uomo politico in Notte italiana (1987) di C. Mazzacurati. Parallelamente ai suoi impegni cinematografici e teatrali (non abbandona mai del tutto il palcoscenico), soprattutto tra gli anni ’60 e ’70, si lascia tentare anche dalla televisione e partecipa a molti sceneggiati di successo come I promessi sposi (1967) di S. Bolchi in cui è Don Abbondio. Approfondisci
Note legali