Qualcuno volò sul nido del cuculo di Milos Forman - Blu-ray

Qualcuno volò sul nido del cuculo

One Flew Over the Cuckoo's Nest

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: One Flew Over the Cuckoo's Nest
Regia: Milos Forman
Paese: Stati Uniti
Anno: 1975
Supporto: Blu-ray
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 44 liste dei desideri

€ 5,90

Venduto e spedito da Allstoreshop

Solo 1 prodotto disponibile

+ 3,90 € Spese di spedizione

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 5,90 €)

Il teppista Randle P. McMurphy si finge pazzo per sfuggire al carcere e viene ricoverato nel manicomio di stato. Ma il suo contagioso senso di ribellione turba la routine dell'istituto e attira su di lui le antipatie della perfida infermiera Ratched. In gioco c'è il destino di tutti i pazienti del reparto.
5
di 5
Totale 8
5
8
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Claudio

    17/05/2020 12:48:55

    È un capolavoro assoluto del cinema mondiale. Un pugno nello stomaco. Una commozione infinita. Una tragedia dura e pura. Non è soltanto una storia di matti, ma è il racconto di una lotta per rimanere fedeli a se stessi e ai propri ideali. Il film ha una morale evidente e una nascosta. La seconda non importa se la si capisce. Rimane dentro. È come un seme che si pianta nello spirito e con il tempo dà i propri frutti. È un film che dovrebbe essere fatto vedere a scuola. Dovrebbe essere rivisto quando ci accorgiamo che lo stiamo dimenticando. Tutti dovrebbero vederlo...

  • User Icon

    salvo

    15/05/2020 08:37:39

    classico intramontabile da rivedere anche se è molto forte per via del tema che tratta (manicomi)

  • User Icon

    Turi Raf

    11/05/2020 13:35:02

    Ottimo prodotto arricchito di tante scene inedite nei contenuti speciali che rivelano e spiegano meglio alcuni dettagli. È stato davvero emozionante vederle.

  • User Icon

    ikki

    06/03/2019 11:44:42

    Uno dei primissimi film, se non il primo, che tratta la durezza dei cosiddetti "manicomi", luoghi dove i pazienti vengono trattati alla stregua di oggetti. Capolavoro assoluto del cinema del dopoguerra.

  • User Icon

    exanovo81

    20/09/2018 16:44:51

    Girato quasi per intero all'interno di un reparto psichiatrico, si basa su di un'interpretazione colossale di Nicholson, qui contornato da una serie di bravissimi giovani e irriconoscibili patner, da Christopher Lloyd (il Doc di ritorno al futuro), a Danny De Vito ( con capelli e molti chili in meno), per una prova d'insieme che ha pochissimi eguali e che paragonerei alla La parola ai giurati di Sidney Lumet. Il film è molto forte ma allo stesso tempo sottile, perché narra la fine guerra psicologica tra McMurphy e Ratched per il controllo del gruppo dei pazienti, e la crescita e presa di consapevolezza di un personaggio che esplica a posteriori il titolo, uno dei più criptici di sempre e stranamente corretto in maniera verosimile (anche se cockoo nest è manicomio).

  • User Icon

    Hokuto

    27/05/2018 19:10:17

    Ho visto questo film pur non amando il genere realistico e drammatico "a caro prezzo", come dice l'altra recensione. Ho provato. Non è scattata la scintilla, ma oggettivamente è un grande film. Alcune cosette in recitazione e regia non mi hanno convinto del tutto. Dovrei dargli 4 stelle, ma nel dubbio di penalizzarlo eccessivamente solo per motivi di scarsa compatibilità personale, mi associo al trend delle 5 stelle (per chi ama il genere le mie riserve pesano come quisqullie, quindi 5 stelle ci possono stare).

  • User Icon

    Fabio Scarnati

    15/09/2017 11:09:25

    Capolavoro Assoluto. Il film più bello di Forman a pari merito con "Amadeus".

  • User Icon

    ziogiafo@gmail.com

    13/09/2017 08:18:28

    ziogiafo - Qualcuno volò sul nido del cuculo - USA 1975 - Il titolo originale americano, di questo film è: "One flew over the cuckoo's nest", ovvero una sorta di frase idiomatica dal significato ben preciso: ESSERE PAZZI. Non esistono vecchi film o film nuovi, ma esistono "i veri film" a prescindere dall'epoca della loro uscita. «QUALCUNO VOLÒ SUL NIDO DEL CUCULO» oltre ad essere un film straordinario è senza dubbio uno dei grandi capolavori degli anni Settanta. I cinque Oscar che lo premiarono furono tutti meritatissimi. La storia è quella di Mc Murphy (Jack Nicholson), un piccolo malvivente che si finge pazzo per evitare il carcere. Nel manicomio dove viene portato regna una dura disciplina, la gestione delle anime presenti è affidata ad un'intransigente capo infermiera che, con i suoi freddi metodi, tende ulteriormente ad appiattire la mente ed annientare il pensiero dei pazienti. La prorompente vitalità di Mc Murphy poco si adatta alle regole restrittive del posto, e ben presto porta anche gli altri a ribellarsi a questo stato di cose. Pagherà a caro prezzo per la sua opera, ma il suo sacrificio servirà a infondere coraggio agli altri malati. Film duro, sia per la tematica sia per tutte le complesse patologie in esso presenti, sapientemente interpretate da un formidabile cast di attori, degni dell'impareggiabile Jack Nicholson. Delicata e suggestiva la colonna sonora, in piena sintonia con la delicatezza del soggetto cinematografico. Da vedere assolutamente ! Cordialmente, ziogiafo.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente

Un altro titolo d'epoca che a buon diritto fa parte della leggenda del cinema.

Trama
Jack Nicholson fa la parte di un pregiudicato che si fa internare in una clinica psichiatrica per sfuggire a guai maggiori. È vivace e intelligente, ed è un ribelle. Dunque comincia col sovvertire tutto. Induce i ricoverati a protestare, li porta a fare una gita in barca, fa loro scoprire un'altra vita fuori da quel luogo. Naturalmente si fa nemici medici e infermieri che per neutralizzarlo alla fine lo riducono un vegetale.

1976 - David di Donatello - Miglior attore straniero - Nicholson Jack
1975 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attore - Nicholson Jack
1975 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attrice - Fletcher Louise

  • Produzione: Warner Home Video, 2008
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 134 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 5.1);Tedesco (Dolby Digital 1.0 - mono);Francese (Dolby Digital 1.0 - mono);Spagnolo (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Coreano; Danese; Finlandese; Francese; Giapponese; Inglese per non udenti; Italiano; Italiano per non udenti; Norvegese; Olandese; Portoghese; Spagnolo; Svedese
  • Formato Schermo: 1,78:1
  • AreaB
  • Contenuti: commenti tecnici; note di produzione; scene inedite in lingua originale
  • Milos Forman Cover

    "Nome d'arte di Jan Tomás F., Regista statunitense di origine ceca. Studia regia alla scuola di cinema di Praga, lavorando poi come presentatore in televisione e come sceneggiatore e aiuto-regista nel cinema; dal 1957 al 1961 partecipa a Laterna magika (Lanterna magica), collettivo di registi e sceneggiatori interessato all’allestimento di spettacoli che combinano teatro e cinema, rifacendosi all’esperienza delle avanguardie europee tra le due guerre mondiali. Negli anni che preparano la breve ma intensa «primavera di Praga» maturano rapidamente le condizioni per il suo esordio alla regia, che avviene con Konkurs (1963), largamente influenzato dai principi del «cinema verità», come anche i successivi L’asso di picche (1964) e Gli amori di una bionda (1965). Nel generale processo di svecchiamento... Approfondisci
  • Jack Nicholson Cover

    "Nome d'arte di John Joseph N., attore statunitense. Raggiunge Hollywood all'età di diciassette anni, trovando lavoro presso la casa di produzione mgm in attesa di ottenere qualche scrittura per la tv. Grazie al suo talento innato per la recitazione, dovuto a una personalità esuberante e istrionica, a partire dal 1958 entra nella scuderia di R. Corman, regista specializzato in horror che si avvale di lui in diversi film, da La piccola bottega degli orrori (1960) a Il massacro del giorno di San Valentino (1967). Nel frattempo si impegna anche nella sceneggiatura collaborando con M. Hellman, fautore di uno stile western molto personale e antitradizionalista. Per questi scrive e recita in Le colline blu (1966), racconto di vita quotidiana di tre cowboy talmente «destrutturato» e di budget ridotto... Approfondisci
  • Louise Fletcher Cover

    Attrice statunitense. Partecipa ad alcuni serial tv a cavallo tra gli anni '50 e '60, poi il matrimonio con il produttore J. Bick nel 1964 ne arresta temporaneamente la carriera. Del 1973 è il suo debutto nel cinema in Gang di R. Altman e di due anni dopo l'Oscar come migliore attrice protagonista in Qualcuno volò sul nido del cuculo di M. Forman, dove è l'inflessibile infermiera che con i suoi metodi repressivi porta al suicidio un giovane nevrotico. Nonostante alcuni ruoli interpretati con la consueta professionalità, come in A proposito di omicidi... (1978) di R. Moore, Nemici naturali (1979) di J. Kanew e Lucky Star (1980) di M. Fisher, per il pubblico la sua immagine resta legata al perfido personaggio del film di Forman. In seguito intensifica la sua presenza in produzioni teatrali e... Approfondisci
  • Brad Dourif Cover

    Propr. Bradford Claude D., attore statunitense. Si segnala fin dal suo esordio nella parte del fragile psicopatico Billy in Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975) di M. Forman, che gli vale una nomination all'Oscar. Da allora, la sua caratteristica maschera smagrita e nevrotica gli fa trovare decine di ruoli, soprattutto drammatici, in genere da comprimario. Da protagonista, interpreta il predicatore invasato di La saggezza nel sangue (1979), uno dei film più duri e pessimisti di J. Huston. Da ricordare le sue presenze anche in Mississippi burning - Le radici dell'odio (1988) di A. Parker e in svariati horror come L'esorcista III (1990) di W.P. Blatty. È anche nel cast della trilogia di Il signore degli anelli (2001-03) diretta da P. Jackson ed è lo stralunato interprete di L'ignoto spazio... Approfondisci
Note legali