DISPONIBILITA' IMMEDIATA

Quartetti con flauto op.23

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Giovanni Paisiello
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Da Vinci Classics
Data di pubblicazione: 9 dicembre 2016
  • EAN: 0806810508831

€ 15,50

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Piacevoli intrattenimenti per la nobiltà di tutta europa, i quartetti per flauto, violino, viola e violoncello di Giovanni Paisiello mostrano quella vena melodica ed a tratti poetica che rese l'autore famoso in tutta europa, dalla Francia alla Russia. In un inedita veste arricchita dalla presenza del clavicembalo, il gruppo Armonia delle Sfere realizza un piccolo omaggio al mondo del 700 italiano, restituendo la ricchezza e la profondità timbrica ad opere che si possono apprezzare in ogni momento per la loro allegria e lievità e ampliando l'immagine di Paisiello che, da grande operista, seppe dare la propria impronta anche ad opere solo strumentali.
Disco 1
1
Quartetto I
2
Quartetto I
3
Quartetto II
4
Quartetto II
5
Quartetto III
6
Quartetto III
7
Quartetto IV
8
Quartetto IV
9
Quartetto V
10
Quartetto VI
11
Quartetto VI
  • Giovanni Paisiello Cover

    Compositore. Studiò al conservatorio di Sant'Onofrio a Capuana a Napoli con F. Durante, C. Cotumacci e G. Abos, distinguendosi, sin dal 1759, come autore di musica sacra e di un intermezzo. Nel 1764, a Bologna, iniziò l'attività teatrale con Il ciarlone, cimentandosi subito dopo con libretti di Metastasio e Goldoni. Tornato a Napoli nel '66, compose tre opere serie, La vedova di bel genio, L'idolo cinese e Lucio Papirio dittatore, che gli spalancarono le porte degli ambienti culturali della città (fu questa l'epoca in cui strinse anche amicizia con l'abate Galiani). Successo non inferiore ottenne nel genere comico con La frascatana (1774) su libretto di F. Livigni e il Socrate immaginario (1775) su libretto di G.B. Lorenzi. Nel 1775 fu chiamato a Pietroburgo da Caterina di Russia a prendere... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali