Questa nostra Italia. Luoghi del cuore e della memoria

Corrado Augias

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 13,27 MB
Pagine della versione a stampa: 342 p.
  • EAN: 9788858427347
Salvato in 13 liste dei desideri

€ 6,99

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

A dispetto delle tante divisioni, storiche e attuali, c'è qualcosa che ci accomuna come italiani. Una serie di tratti che ci rendono immediatamente riconoscibili in qualsiasi luogo del mondo; nel male ma anche nel bene. Corrado Augias ci accompagna in un viaggio alla scoperta di ciò che definisce il nostro carattere nazionale. Un viaggio particolare, che procede nello spazio e nel tempo, dall'attualità alla ricostruzione storica, passando per il racconto biografico. Ci si sposta dall'infanzia dell'autore vissuta tra la Libia e Roma occupata, alle sue esperienze come corrispondente estero per i grandi quotidiani. Ci si muove in lungo e in largo per la penisola, dalla Milano del teatro alla Trieste di confine, transitando per Bologna dove il Nord incontra il Sud, poi Roma e Napoli per arrivare a Palermo, alle porte di un'altra civiltà con cui da sempre abbiamo dialogato. Ma c'è anche l'Italia di provincia, c'è la Recanati di Giacomo Leopardi, ispiratore e guida in un itinerario che segue le tracce del suo Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani. Si incontrano le testimonianze di grandi scrittori e poeti che all'Italia come nazione hanno dato volto, carattere e lingua prima ancora che esistesse uno Stato. Ciò che resta alla fine del viaggio è una sensazione di sorpresa: la scoperta di aspetti che riflettono un paese diviso ma ricco di enormi potenzialità alle quali raramente accade di pensare. "Questa nostra Italia" è la lettera d'amore di un raffinato uomo di lettere, che ha imparato a guardare la sua patria da fuori senza però mai smettere di amarla, e di voler partecipare con passione alle sue vicende politiche e umane. Sembra di sentir echeggiare tra le righe di questo libro la celebre esortazione di Piero Gobetti: «Bisogna amare l'Italia con orgoglio di europei e con l'austera passione dell'esule in patria».
4
di 5
Totale 8
5
3
4
4
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Valeria

    26/01/2019 12:34:55

    Una dichiarazione d'amore per l'Italia degna di stare affianco alla "Canzone all'Italia" di Francesco Petrarca

  • User Icon

    NICK

    19/09/2018 00:50:06

    OTTIMO LIBRO MA DAL GRANDE AUGIAS MI SAREI ASPETTATO QUALCOSINA IN PIU'.. TUTAVIA E' UN RACCONTO CHE SI FA APPREZZARE. GODIBILE.

  • User Icon

    Luca

    15/09/2018 17:09:54

    Sempre ottima la penna di Augias, elegante e capace di "incollare" gli occhi alla pagina. Tuttavia, l'auto-razzismo che trasuda da ogni paragrafo - elemento invero presente in altri lavori dell'autore- qui diventa insopportabile! Non esiste popolo perfetto al mondo, figurarsi in Italia, ma non c'è un altro popolo che odi se stesso quanto quello italiano. Trovo tutto cio' inaccettabile (e molto superficiale), soprattutto da parte di un uomo di siffatta cultura.

  • User Icon

    Valentino

    09/09/2018 21:56:12

    Come sempre leggere Augias è un'avventura. Apre sempre nuove finestre dalle quali poi si osservano nuovi panorami accendono la curiosità e la riflessione del lettore. Un libro che non si legge, ma si ascolta.

  • User Icon

    Angelo Cito

    02/09/2018 07:35:39

    E' un libro che dovrebbe essere adottato nelle scuole,ma soprattutto dovrebbe essere letto da tutti i giovani per scoprire o riscoprire la bellezza della nostra Patria e delle sue citta',tradizioni,personaggi che hanno reso grande l'Italia.Libro scitto con amore dal grande Augias. Vorremmo poter leggere tanti libri di questo genere ed abituare alla loro lettura i nostri giovani che hanno dimenticato il gusto della lettura o al massimo si dedicano a leggere romanzetti o raccolte di fumetti.Forza ragazzi la nostra bella e adorabile Italia ci offre la piu' bella letteratura mondiale non perdiamo questa occasione che ci e' data.

  • User Icon

    n.d.

    04/05/2018 16:10:57

    Estremamente curato nelle descrizioni e riflessione sul nostro bel paese.Augias non si smentisce mai.

  • User Icon

    Giovanni Moschini

    20/12/2017 10:31:36

    E’ palpitante il libro di Augias, di un palpito che è un andare e venire, festinante e preoccupato per il compito immane che il titolo propone. Allo stesso tempo è un rassegnarsi all’impossibile: descrivere l’Italia. Quale ? Quella della Storia, dei luoghi, dei personaggi, dell’architettura, delle altre arti oppure delle sue genti ? C’è da restarne sbattuti e abbattuti come un birillo da bowling, fino ad esserne scagliati lontano. Ma lo scrittore tiene botta e da buon italiano e bravo scrittore segue il proprio animo e le sue convinzioni portandole a spasso per il nostro Paese. Si aprono così tante finestre alle quali ci si può affacciare e già subito di fronte si manifestano paesaggi multiformi; se poi ci si sporge un poco, voltando lo sguardo a destra e sinistra, l’orizzonte si amplia e, oltre ciò che si vede, s’intuiscono altri orizzonti. E’ L’Italia, non c’è dubbio. Quella che esiste ancora e ad ogni piè sospinto pare risorgere dalle proprie ceneri, ma in effetti è fiamma perenne, sol che la si guardi senza distrarsi. Ha un difetto: richiede cultura multiforme più di altre nazioni. Troppi 2700 anni di presenza, anche quando è sembrata assente. La scuola torni a dare cultura agli italiani.

  • User Icon

    Alberta

    14/12/2017 08:57:36

    Elegante, raffinato, bon ton come è Corrado Augias. Un po' freddo in certi passaggi, un po' signorilmente distaccato. Sempre una bella lettura.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Corrado Augias Cover

    Giornalista, scrittore e conduttore televisivo. Dopo diverse esperienze giornalistiche come inviato per «L’Espresso», «Panorama» e «la Repubblica», approdò alla televisione e insieme al direttore di Raitre, Angelo Guglielmi, partecipò alla nascita della cosiddetta “TV-verità”, che cercava di istituire un rapporto il più diretto possibile con la realtà. Nacquero così Telefono giallo (1987-1993), una serie di inchieste a metà tra documentario e fiction su episodi della cronaca nera italiana – seguite da dibattiti in studio con testimoni o esperti che rispondevano alle domande dei telespettatori – e il programma di divulgazione culturale Babele (1990-1993), sorta di salotto letterario... Approfondisci
Note legali