Race. Il colore della vittoria

Race

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Race
Paese: Francia; Germania; Canada
Anno: 2016
Supporto: DVD
Salvato in 26 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 9,99 €)

L'epica e straordinaria storia del pluricampione del mondo Jesse Owens che, nato povero ma con un dono atletico straordinario, alle Olimpiadi del 1936 lasciò Berlino e il terzo Reich senza parole vincendo 4 medaglie d'oro ed entrando di diritto nella leggenda.
4,8
di 5
Totale 5
5
4
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Michele Bettini

    19/02/2020 15:44:36

    La storia di Jesse Owens contiene i disagi e i pregiudizi che dovette sopportare. E non fu l'unico a dover tirare fuori il carattere e la pazienza nel difendersi dalla discriminazione. Delano Roosevelth volle ignorarlo per non perdere i voti del Sud, dimostrandosi più razzista di Hitler. L'America è piena di tali storie. C'era statagià la storia di John Thorpe, che eccelleva in ogni specialità, ma aveva sangue Cherokee. Nel pugilato i neri emersero per poter picchiare i bianchi senza richiare di finire in galera, o essere pestati subito dopo. Cassius Clay finì in prigione e fu privato del titolo. Ci volle un italiano per riportarlo sul quadrato. La medaglia olimpica Calvin Smith dovette tornare a Roma per cercare lavoro! Rapher Jonnson, medagliad'oro a Roma nel decathlon, fu accusato di non aver protetto abbastanza Robert Kennedy. Ci fu ancora il caso il caso di Tommy Smith, primatista mondiale dei 200 metri. Quante altre brutte storie USA sono passate inosservate? Il film è bello e corposo, anche se la fotografia non soddisfa. Anche gli atleti meridionali italiani hanno subìto pregiudizi. Mennea dovette prendere 4 lauree per essere considerato come uomo, oltre che come atleta..

  • User Icon

    Giuseppe

    23/09/2019 23:16:40

    Ottimo film; amando le storie vere ne apprezzo ancor di più la visione per fedele adesione alla realtà. Lo consiglio

  • User Icon

    Maria

    23/09/2019 15:05:59

    Il film è tratto da una storia vera e rende bene l'idea delle discriminazioni razziali a ridosso della seconda guerra mondiale. La trama è condita con storie di amicizia e d'amore che alleggeriscono un po' il tema, senza snaturare la vicenda. Consigliato!

  • User Icon

    Virginia

    21/09/2018 11:18:07

    I film tratti da storie vere sono sempre i miei preferiti. E il piacere non si ferma alla visione del film, ma prosegue con la ricerca su internet di informazioni sulla vicenda reale che lo ha ispirato. Così è stato per Race. Conoscevo ovviamente già le gesta ed i quattro ori di Jessie Owens, ma non sapevo nulla del "dietro le quinte". Buone le interpretazioni, la regia, la sceneggiatura, la ricostruzione dell'epoca... l'unica nota stonata è stato Jeremy Irons, insopportabilmente gigione e "sopra le righe", in un film per il resto molto sobrio e ben fatto

  • User Icon

    stefania

    03/07/2018 14:13:42

    bellissimo films da vedere

Vedi tutte le 5 recensioni cliente

Il film corre indisturbato alla meta, ma dimentica le sfumature e la foto che ne esce è piatta

Trama
James Cleveland "Jesse" Owens parte per l'università, lasciando una figlia piccola, una ragazza ancora da sposare e una famiglia d'origine in precarie condizioni economiche. Sembra già una conquista, ma qualche mese dopo, grazie al coach dell'Ohio University, Larry Snyder, Jesse ottiene la convocazione per le Olimpiadi di Berlino. È il 1936 e la politica di epurazione razziale di Hitler divide il Comitato Olimpico Americano: partecipare o boicottare? La comunità afroamericana si pone lo stesso problema. Jesse sa una cosa: se andrà, non potrà permettersi di non vincere.

  • Produzione: Eagle Pictures, 2016
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 134 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale; dietro le quinte (making of); trailers
  • Jeremy Irons Cover

    Propr. J. John I., attore inglese. Formatosi come attore teatrale tra Bristol e Londra, conosce un grande successo personale nella seconda metà degli anni '70 alternando ruoli teatrali a serie televisive. Esordisce al cinema con Nijinsky (1980) di H. Ross, ma il suo primo ruolo da protagonista è in La donna del tenente francese (1981) di K. Reisz. Fisico asciutto e nervoso, talento camaleontico, volto sofferto e misterioso, si sdoppia in Inseparabili (1988) di D. Cronenberg, che coglie alla perfezione le sue inquietanti sfumature attoriali e gli offre un'altra interpretazione strepitosa in M. Butterfly (1993), dove indossa i panni di un diplomatico francese in Cina che si innamora di un agente segreto del governo maoista, convincendosi che si tratti di una cantante d'opera. Nel 1990 ottiene... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali