Offerta imperdibile
Salvato in 60 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
La ragazza con la bicicletta rossa
8,75 € 17,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+90 punti Effe
-50% 17,50 € 8,75 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,75 € Spedizione gratuita
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,75 € Spedizione gratuita
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
La ragazza con la bicicletta rossa - Monica Hesse - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

La ragazza con la bicicletta rossa Monica Hesse
€ 17,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione



Un romanzo di lancinante bellezza, che ricorda classici del genere come Storia di una ladra di libri e Il bambino con il pigiama a righe e la forza di chi, come Hanneke, ha cercato di sconfiggere l’orrore con il più piccolo, e grande, dei gesti.

È l’inverno del 1943 ad Amsterdam. Mentre i cieli europei sono sempre più offuscati dal fumo delle bombe, Hanneke percorre ogni giorno, con la sua vecchia bicicletta rossa, le strade della città occupata. Ma non lo fa per gioco, come ci si aspetterebbe da una ragazzina della sua età. Hanneke è una “trovatrice”, incaricata di scovare al mercato nero beni ormai introvabili: caffè, tavolette di cioccolato, calze di nylon, piccoli pezzetti di felicità perduta. Li consegna porta a porta, e lo fa per soldi, solo per quello: non c’è tempo per essere buoni in un mondo ormai svuotato di ogni cosa. Perché Hanneke, in questa guerra, ha perso tutto. Ha perso Bas, il ragazzo che le ha dato il primo bacio, e ha perso i propri sogni. O almeno così crede. Finché un giorno una delle sue clienti, la signora Janssen, la supplica di aiutarla, e questa volta non si tratta di candele o zucchero. Si tratta di ritrovare qualcuno: la piccola Mirjam, una ragazzina ebrea che l’anziana signora nascondeva in casa sua… Hanneke, contro ogni buon senso, decide di cercarla. E di ritrovare, con Mirjam, quella parte di sé che stava quasi per lasciar andare, la parte di sé in grado di sperare, di sognare, e di vivere.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2016
19 gennaio 2016
298 p., Rilegato
9788856647808

Valutazioni e recensioni

3,86/5
Recensioni: 4/5
(7)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(5)
3
(0)
2
(1)
1
(0)
Diario di una BookLover
Recensioni: 4/5

LA RAGAZZA CON LA BICICLETTA ROSSA Autore: Monica Hesse - Editore: Piemme Questo non è solo un romanzo sull'olocausto, perché l'autrice ci racconta anche di un piccolo tradimento all'interno della grande guerra e di come una decisione presa in una frazione di secondo possa mutare il corso di diverse esistenze. Il fatto poi, che la ns protagonista si ritrovi a risolvere un giallo, ovvero la scomparsa della ragazza dal cappottino azzurro, rende il tutto particolarmente coinvolgente. Per quanto mi riguarda, un gran bel lavoro. La copertina poi, è proprio bella. Consigliato ✅

Leggi di più Leggi di meno
Laura
Recensioni: 5/5

Dopo aver letto molti romanzi sulla seconda guerra mondiale e sulle drammatiche storie legate alla Shoah, questo romanzo apre una finestra sui Paese Bassi durante il conflitto. L’invasione del paese da parte dei tedeschi, le privazioni, e il coraggio di molti, che a rischio della propria incolumità, diedero il loro contributo per arginare l’orrore. Hanneke è una ragazza che sfida l’autorità cercando beni introvabili e vendendoli a chi ha ancora soldi per poterseli permettere: il mercato nero per lei è un gioco, una sfida e un modo per andare avanti, fino a quando si troverà invischiata in una storia in cui in ballo non ci sono beni di prima necessità ma vite. Costruito come un giallo, con un’indagine e una lotta contro il tempo, ricostruisce il movimento studentesco clandestino e la loro lotta per sottrarre vite umane alla follia nazista. Con un finale inaspettato e i sentimenti che prevalgono nel bene e nel male su tutto. Due amiche del cuore, il tradimento, l’affetto, il senso di colpa, la voglia di fare qualcosa. Una famiglia sterminata dai nazisti a causa dell’amore, della gelosia, di una parola di troppo. Intenso

Leggi di più Leggi di meno
RossaMina
Recensioni: 4/5

Libro di amicizie tradite durante l'olocausto raccontate dalla voce non di un diretto interessato, ma di chi ci stava attorno ed ha lottato per gli altri.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,86/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(5)
3
(0)
2
(1)
1
(0)

Voce della critica

Le storie ambientate durante la Seconda Guerra Mondiale continuano ad appassionarci, forse perché l’incredulità che talvolta proviamo di fronte all’orrore accaduto ha bisogno di essere smentita dalla concretezza dei fatti. Monica Hesse  ha pubblicato in questi giorni per Piemme “La ragazza con la bicicletta rossa”, un romanzo young adult capace di appassionare anche i lettori più maturi, che vi trovano una storia di coraggio e amicizia ispirata a classici del passato.

La storia è ambientata nel 1943 ad Amsterdam, nel pieno delle leggi razziali e dell’occupazione nazista. I tedeschi sono descritti come crudeli invasori, che hanno tolto ogni libertà e voglia di vivere nella città olandese. La protagonista, Hanneke, è una ragazza scaltra e coraggiosa che per mantenere la famiglia lavora part time in un’agenzia di pompe funebri e per il resto della giornata fa consegne per il mercato nero. Un giorno, per caso, viene coinvolta nella ricerca di una ragazza ebrea misteriosamente scomparsa e da quel momento le sue giornate perfettamente scandite dalla routine subiscono un’accelerazione: tramite Ollie il fratello di Bas (ragazzo di cui era innamorata prima della guerra), entra a contatto con la resistenza e non riesce più a guardare il mondo con gli stessi occhi di prima. La sua abilità nel dire bugie e nell’escogitare piani per raggirare i soldati tedeschi ora le sarà molto utile per altri scopi…

Monica Hesse ci conduce, attraverso i pensieri di una ragazzina speciale, piena di segreti e in fondo bisognosa di protezione, dentro il dramma fisico di una guerra che costringe ognuno alla solitudine, alla diffidenza, alla paura. La città si trasfigura e le sue piazze, le sue vie non sono più luoghi di lavoro, svago, incontro, ma posti in cui si incontrano voci straniere, autoritarie e un’umanità cinica che cerca di sopravvivere schiacciando gli altri. Contro di essa una generazione di ragazzi che non può fare a meno di lottare per la libertà, anche a costo della vita.

«Se fossi più piccola, mi raggomitolerei con la cioccolata tra le mani e racconterei alla mamma la mia dura giornata. Se non dovessi tenere insieme questa famiglia, racconterei ai miei genitori che mi è stato chiesto di fare qualcosa di troppo grande per me e lascerei che la mamma mi accarezzasse i capelli» (p.59). Hanneke è una ragazzina bisognosa d’affetto in un mondo travolto dalla guerra, chiamata a fare qualcosa che sembra superiore alle sue forze. Per questo la sentiamo tanto autentica e vicina al nostro immaginario: è quello che in fondo hanno fatto molti, in quell’epoca.

La scrittrice spiega così l’interesse che riveste questo periodo storico e quindi la sua scelta di ambientarvi il romanzo: «Credo che la Seconda guerra mondiale sia una guerra che la gente sente tuttora molto vicina, per diverse ragioni. Innanzitutto – e questa è un’osservazione abbastanza ovvia – perché è stata una guerra mondiale. Perché sono stati coinvolti Italia, America, Giappone, Russia e Nord Africa. In ogni ricordo di questa guerra c’è sempre una parte di noi, è un’esperienza condivisa del nostro tempo, che tutto il mondo ha attraversato. Inoltre, la gente allora conduceva vite simili alle nostre: andavano al cinema, ascoltavano musica alla radio, le donne avevano iniziato a lavorare e indossare i pantaloni! E’ un momento storico in realtà molto vicino alla nostra epoca: un periodo in cui si iniziava a servirsi delle tecnologie moderne anche per commettere i peggiori atti di barbarie, proprio come oggi. Sono affascinata da questo e non riesco a smettere di interrogarmi per capire questi fatti»

Recensione di Barbara Bottazzi

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Monica Hesse

Monica Hesse, originaria dell’Illinois, vive a Washington, DC e scrive per il Washington Post, dove si occupa di vari temi, dai matrimoni reali alle campagne politiche alla cerimonia degli Oscar. Il suo primo romanzo, La ragazza con la bicicletta rossa, è stato tradotto da Piemme (2016). Nel 2019 esce La guerra di Margot (Piemme).

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore