La ragazza del treno

Paula Hawkins

Traduttore: Barbara Porteri
Editore: Piemme
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 672,5 KB
  • Pagine della versione a stampa: 306 p.
    • EAN: 9788858513477

    20° nella classifica Bestseller di IBS eBook - Narrativa straniera - Thriller e suspence - Thriller

    Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
    Disponibile anche in altri formati:

    € 6,49

    Venduto e spedito da IBS

    6 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Stefano

      29/05/2018 12:43:57

      Ho iniziato a leggere questo libro aspettandomi un thriller, e per la prima metà mi sono chiesto se non mi sono per caso sbagliato. Quello che manca è il ritmo narrativo che induca la suspence, capisco la necessità di delineare i personaggi ma forse così è un pò esagerato. Tuttavia il libro si legge piacevolmente, racconta le storie di tre donne ciascuna toccata da una diversa forma di dolore, che si trovano ad avere a che fare con uomini troppo presi da se stessi per accorgersi di chi hanno accanto, fino ad un finale poco credibile. Il giudizio complessivo è discreto, purchè non ci si aspettino suspence e colpi di scena.

    • User Icon

      Annapaola

      12/05/2018 20:20:13

      La quarta di copertina è ridicola.....se questo è un commento reale allora ki li scrive i libri di King?

    • User Icon

      Enzo

      29/03/2018 21:08:27

      Ottima trama, originale, ben sviluppata, intrigante e appassionante. Ti incolla alle pagine e ti coinvolge sino alla fine, fine che è anch'essa ben sviluppata e per nulla deludente. Un ottimo libro.

    • User Icon

      Alba

      18/03/2018 00:38:32

      Stupendo

    • User Icon

      Stefania

      13/03/2018 11:37:45

      A me e piaciuto, mi ha tenuto incollata nella lettura fino all ultima pagina, curiosa di sapere il finale.Ora non vedo lora di vedere il film. Bello il racconto dai diversi punti di vista, i diversi modi di vedere la stessa realta, la diversita delle protagostiste femminile, pur tutte con dei problemi. Come libro attuale,lo consiglio, rispetto a tanti altri pseudo- thriller migliore, non so perche ne parlate male.

    • User Icon

      gianfranco marchioni

      12/02/2018 15:19:10

      se vi interessa la vita di una donna dominata dall'alcol, lasciata dal marito, che non può avere figli, allora potete leggerlo. è noioso, scontato, privo di guizzi, non ce l'ho fatta e l'ho lasciato a metà. ma per arrivarci che fatica

    • User Icon

      Emma

      30/11/2017 14:12:01

      molto bello , scorrevole un po' complicato da capire ma bellissimo

    • User Icon

      marco50

      12/11/2017 18:01:25

      Trama un po' complicata ma una volta iniziato scorre bene fino al finale

    • User Icon

      BB

      10/11/2017 08:45:46

      Romanzo monotono, personaggi odiosi e trama che non decolla. Pessimo.

    • User Icon

      Teresa

      13/10/2017 13:00:40

      Le mie aspettative erano alte, ma la lettura mi ha delusa. Colpevole evidente dopo poche pagine, dato anche l'esiguo numero dei personaggi. La narrazione a più voci ormai ha ben poco di originale.

    • User Icon

      Dal mio BLOG erigibbi.it

      10/10/2017 07:17:48

      Rachel ogni mattina prende il treno che la porterà a Londra per lavoro. Ogni mattina si sofferma a guardare una coppia a suo dire perfetta e che ha chiamato Jess e Jason. La sua immagine di coppia perfetta comincia a sgretolarsi nel momento in cui vede Jess, il cui vero nome in realtà è Megan, fare qualcosa che non avrebbe dovuto fare. Pochi giorni dopo Megan scompare e Rachel comincerà ad indagare per scoprire cos’è successo a quella donna. La ragazza del treno è stata per molte persone una lettura fantastica; io purtroppo non sono inclusa in questo gruppo. Ho trovato questo libro incredibilmente lento e noioso se non nelle ultime pagine in cui è diventato incredibilmente veloce. Troppo. Nessun personaggio è un bel personaggio, impossibile affezionarsi o empatizzare con loro. Per carità, questo non è essenziale affinché un libro sia un buon libro ma l’odio e la mal sopportazione che ho provato per TUTTI i personaggi protagonisti è stato molto grande. Rachel è un’alcolizzata cronica ed è divorziata. Cerca di porre rimedio al dolore con l’alcool invece che provare a riprendersi in mano la sua vita. Megan è un’egoista, pensa solo a se stessa ed è perennemente insoddisfatta di tutto e tutti e l’unica cosa che gli riesce bene è mentire: agli altri e in primis a se stessa. Scott (quello che Rachel aveva inizialmente nominato Jason) è un uomo possessivo, dall’ira facile. L’ex marito di Rachel, Tom se non ricordo male, è un falso, bugiardo e violento. L’amante e poi nuova moglie di Tom è una donna debole, dipendente e illusa. Un thriller, come ribadisco spesso, dovrebbe tenere incollato alle pagine il lettore, dall’inizio alla fine, dovrebbe coinvolgerlo, creare suspence, dovrebbe essere angosciante e ansiogeno. Io effettivamente sono rimasta incollata alle pagine di questo libro ma semplicemente perché non vedevo l’ora di finirlo per iniziarne uno nuovo. La ragazza del treno non dovrebbe nemmeno essere annoverato tra i thriller. Tutti i colpi [rec. completa sul blog]

    • User Icon

      ANNA65 CREM

      09/10/2017 12:19:59

      In controtendenza, rispetto ai volumi di vendita di questo romanzo, a me non e' piaciuto , forse perché il tema dell'alcoolismo mi intristisce. Ci saranno pure tanti colpi di scena ed ero invogliata a proseguire nella lettura per sapere come andava a finire, ma questo romanzo mi ha lasciato con l'amaro in bocca!

    • User Icon

      slvn95

      18/09/2017 18:47:22

      Thriller acclamatissimo, io stesso avevo molta voglia di leggerlo e di guardare il film, consigliatomi da più amici. Devo dire che mi aspettavo un thriller psicologico dal ritmo incalzante, pieno di suspance, colpi di scena, ma così non è stato... anzi. Innanzitutto non è un thriller psicologico, è solo un thriller, la suspance c'è ma non si nota molto, è piuttosto velata dai sentimenti dei protagonisti. I colpi di scena invece sono pochi e rari, il finale è abbastanza prevedibile, tant'è che abbiamo la presa di coscienza di Rachel e quindi è lei stessa che ci svela tutto e non ci lascia quella sensazione di stupore nella scoperta. Però non è una brutta lettura, si fa leggere abbastanza velocemente ed intrattiene. Sinceramente io avrei evitato di aggiungere il punto di vista di Megan, alcuni che l'hanno letto criticamente magari mi capiranno, è un po' assurda la presenza di questo punto di vista secondo me. I personaggi sono abbastanza caratterizzati (specialmente quello di Rachel di cui ho capito appieno i comportamenti e le scelte che prendeva) tranne qualche stereotipo. Lettura da fare sotto l'ombrellone, e non aspettatevi tutto questo "gran caso editoriale".

    • User Icon

      Luigia

      12/09/2017 10:41:29

      credo che sia decisamente sopravvalutato, ci troviamo davanti ad una romanzo intrigante e ben scritto, ma non si tratta di un capolavoro. La tecnica di scrittura è interessante, ogni capitolo è raccontato da personaggi diversi in prima persona, come fosse un diario, questo aiuta molto il lettore a farsi un'idea approfondita dei protagonisti e anche a smascherarne tutte le sfumature.

    • User Icon

      Lorenzo pizzacchera

      28/08/2017 21:30:49

      Romanzo "leggero", dalla trama intrigante, di facile lettura e narrato da un punto di vista molto personale, come del resto tutti quelli scritti in prima persona che spopolano negli ultimi anni. Ad ogni modo ritengo sia decisamente sopravvalutato.

    • User Icon

      nadia

      06/07/2017 14:59:56

      Un romanzo che si lascia leggere facilmente, con una scrittura semplice e una trama piuttosto prevedibile. Non brutto, ma decisamente sopravvalutato.

    • User Icon

      Lady Hime

      10/06/2017 18:00:03

      Vista tutta la pubblicità che c'è stata e l'entusiasmo intorno a questo libro, pensavo di trovarmi di fronte ad un capolavoro; e invece,sono rimasta delusa. La trama è semplice, piatta, senza grossi colpi di scena, e non c'è neanche l'ombra di quel senso di mistero e della suspense che ci si aspetterebbe da un thriller: anzi, nell'insieme il tutto risulta essere fin troppo prevedibile. Mi pare molto sopravvalutato, pertanto lo sconsiglio vivamente.

    • User Icon

      Giada

      09/06/2017 22:20:03

      Ho procrastinato di molto la lettura di questo libro, sia perché difficilmente mi lascio abbindolare dalla pubblicità che grida al caso editoriale dell'anno, sia perché scoraggiata dalle innumerevoli recensioni negative. Per questo, contrariamente alle mie abitudini, ho optato per la previa visione del film. Colpitane positivamente (non che fosse un capolavoro, ma si trattava comunque di un thriller gradevole), mi sono infine decisa ad acquistare il romanzo e ad intraprenderne la lettura, pur conoscendo già la storia e il finale – cosa per me poco rilevante, se quello in questione è un BUON libro. Ebbene, devo ammettere che questo lo è, sotto tutti i punti di vista: la trama non brilla per originalità, certo, ma non è nemmeno così scontata; il contesto in cui si snoda la vicenda è estremamente attuale e, quindi, risulta semplice immedesimarvisi; i personaggi, protagonista compresa, hanno tutti quanti un lato oscuro che emerge prepotentemente, rendendoli per la maggior parte del racconto sgradevoli e antipatici – nonostante ciò, ho apprezzato molto le figure di Megan ed Anna; in ultimo, la narrazione a tre voci, con i vari salti temporali, riesce perfettamente a tessere l'ordito della trama alimentando la suspense, fino allo scioglimento nel finale. Lo consiglio, dunque, a tutti gli appassionati del genere. Voto: 4 stelle e 1/2.

    • User Icon

      ottima lettura

      23/05/2017 13:49:55

      Buona lettura e buona la trama, nulla è scontato come all'inizio può sembrare.

    • User Icon

      Arturo de Masi

      08/05/2017 14:20:21

      Un libro commerciale, la cui eleganza sta nella grande semplicità. Si fa leggere piacevolmente pur non avendo mai chissà quale straordinario acuto letterario o colpo di scena. E' una storia semplice ben descritta. Molto credibile il personaggio principale.

    Vedi tutte le 235 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione


    Assieme a Ricordami così di Johnston (Einaudi) è il thriller dell'anno. - Vanity Fair

    Nelle mani sapienti di Paula Hawkins, il lettore viene travolto da una serie di bugie, verità, colpi di scena e ribaltamenti della trama che rendono questo romanzo un thriller da leggere compulsivamente, con un finale ineguagliabile.

    Ore 8.04. Rachel sale sul treno che, tutte le mattine, viaggia dalla periferia al suo alienante posto di lavoro nel centro di Londra, per poi riportarla indietro la sera. Una routine che sembra essere, per lei, l'unico momento felice della giornata.
    Senza amici o una vera e propria casa, con un serio problema di dipendenza dall'alcool, cerca di colmare il vuoto della sua esistenza nutrendosi degli attimi rubati di vita altrui, attraverso il finestrino di quel treno. Si immedesima talmente tanto con quello che vede da affezionarsi a una coppia che, quotidianamente, si trova a far colazione nella veranda di una graziosa villetta, inventando i loro nomi e la loro vita, immaginandola come quella che avrebbe voluto avere.
    Ma durante uno dei suoi viaggi, mentre fantastica sulla giornata che avrebbero trascorso i suoi amati protagonisti, Rachel assiste a una scena che non avrebbe dovuto vedere e che spezza l'idillio creato nella sua testa.
    Da quel momento in poi, la ragazza del treno si trova invischiata in una serie di avvenimenti repentini e del tutto inattesi, che sconvolgono la sua quotidianità in maniera definitiva e la portano a legarsi a quella coppia inesorabilmente.
    Jess e Jason, così li ha chiamati Rachel, hanno veramente una vita perfetta? Che ruolo avrà la protagonista nelle loro vicende?
    Scorrendo le pagine di questo thriller, considerato un vero e proprio caso editoriale, non ci si stupisce affatto del successo che ha ottenuto finora negli Stati Uniti e nel Regno Unito.
    L'autrice esordiente riesce, con uno stile di scrittura rapido e incalzante, a tenere i lettori con il fiato sospeso dall'inizio alla fine, cucendo la storia attorno a un tema che rende quasi impossibile non identificarsi nei protagonisti: quali oscuri segreti si celano dietro la perfetta armonia che ci piace immaginare regni nelle vite degli altri?
    Alternando il punto di vista principale di Rachel con quello delle altre due donne protagoniste, Paula Hawkins tiene incollato alle pagine, fino all’ultima riga, il lettore, trascinandolo tra i meandri della mente dei personaggi del romanzo, tra passato e presente, sbagli e redenzioni, rimorsi e rimpianti. Impossibile non appassionarsi anche per i non amanti del genere.