-15%
Il ragazzo che leggeva Maigret - Francesco Recami - copertina

Il ragazzo che leggeva Maigret

Francesco Recami

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: La memoria
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 14 maggio 2009
Pagine: 205 p., Brossura
  • EAN: 9788838923876
Salvato in 37 liste dei desideri

€ 10,20

€ 12,00
(-15%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Il ragazzo che leggeva Maigret

Francesco Recami

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il ragazzo che leggeva Maigret

Francesco Recami

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il ragazzo che leggeva Maigret

Francesco Recami

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 6,48

€ 12,00

Punti Premium: 6

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 12,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Giulio, detto Maigret perché delle inchieste del commissario è un accanito collezionista, vive nella tenuta dei San Vittore. Il padre è il fattore della proprietà, la madre è una cuoca esperta di raffinatezze casalinghe. Quasi di fronte a ogni evento, Giulio-Maigret si domanda come si comporterebbe il commissario, ma il processo mimetico non è mai in lui totale al punto di annullare la distanza dal suo eroe di carta: il ragazzo è sempre vigile a non perdere il senso di realtà. Ma un giorno, vuoi per l'incertezza dell'alba invernale, vuoi perché la noia del paesino è divorante, vuoi perché l'episodio è particolarmente vivido e singolare, il piccolo Maigret non riesce più a sottrarsi alla sensazione di un vero mistero. Un uomo ha buttato qualcosa di ingombrante nel canale, proprio in prossimità della chiusa; e quell'uomo è salito trafelato e guardingo sullo stesso pullman che sta portando il piccolo Maigret a scuola, ed è sospettosamente coperto di un lacero impermeabile sul vestito elegante. Giulio-Maigret dimenticherebbe, ma da quel momento i fatti, le coincidenze lo incalzano: insomma, proprio come accade al vero Maigret, nella banale atmosfera quotidiana si respira qualcosa di nuovo che accende l'intuito. E che introduce in una "storia confusa di soldi, di cadaveri inesistenti, di paura e di maialini senza coda" piena di personaggi che risultano tanto sorprendentemente bizzarri quanto erano all'inizio sorprendentemente quotidiani.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,06
di 5
Totale 18
5
6
4
8
3
3
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Salvatore

    23/09/2019 09:17:46

    Un libro giallo ben strutturato, che strizza l'occhio ai libri di Maigret. Imperdibile per gli appassionati del genere.

  • User Icon

    mary

    04/09/2019 15:44:21

    una bella storia che ci fa rivivere le emozioni provate da ragazzi con i libri di Maigret

  • User Icon

    cecilia ferretti

    31/05/2019 11:07:27

    Per gli appassionati di Simenon e di Maigret, una piacevole variante che ci porta a ricordare anche la nostra adolescenza insieme a quella del protagonista Giulio. Buono lo spunto iniziale, molto meno il plot, con alcune descrizioni tirate troppo alla lunga (la corsa di Giulio per sfuggire...all'uomo nero).

  • User Icon

    CPack

    17/01/2019 07:29:29

    Non conoscevo l'autore, ma la freschezza e l'originale trama mi indurranno senz'altro ad approfondirne la conoscenza. Bel romanzo, scorrevole e ben disegnato il punto di vista del ragazzino Giulio.

  • User Icon

    Giorgio g

    16/03/2018 11:57:19

    Una storia, quella di Giulio - Maigret (un ragazzo di nome Giulio e l’investigatore parigino reso celebre dai romanzi di Simenon), che ci riporta ai profumi della campagna di un tempo. E alle nevicate di un tempo! La storiellina è fresca come i personaggi, con tutti i protagonisti riuniti nell’attesa dello scioglimento dell’enigma, come nelle migliori tradizioni del giallo. Insomma è una lettura rilassante. Cosa si può volere di più?

  • User Icon

    luca Bidoli

    10/01/2016 19:16:01

    Semplicemente delizioso, accattivante e ammiccante libretto, scritto non in tono riduttivo, che si legge o si degusta all'ombra di un Pernod, andando con la memoria, per lo meno con la mia, ai tanti Simenon di Maigret ( oppure è vero l'inverso?) letti nel corso della mia vita. Delizioso, lo ripeto e lo ribadisco, con un tono lieve, leggero ed un po' malinconico da pavana padana ed invernale. Tutto nella giusta atmosfera e attesa.

  • User Icon

    Tommaso Di Nella - Lawyer

    05/06/2014 10:17:03

    Bello ed unico, come altri racconti di questo scrittore. Si immaginano delitti, misteri, intrighi, colpevoli, sparizione di cadaveri e, poi, invece... tutto torna! Ambiente e tempo del romanzo interamente affidati all'immaginazione del lettore. Fa venire una gran voglia di leggere una delle tante inchieste del vero Commissario Maigret. Finora non ho letto nulla di Georges Simenon, pertanto, non c'è da porre altro tempo di mezzo! Direi di incominciare da questi libri: "La chiusa n. 1", "La casa sul canale", "La balera da due soldi", "Il crocevia delle tre vedove", "Maigreit e il produttore di vino", "Il cane giallo". Stante l'analogia con i titoli di alcuni paragrafi del libro di Recami, chissà che leggendo questi racconti di Simenon non si scopra qualche retroscena di questo spassoso romanzo...

  • User Icon

    Fabio

    23/08/2013 12:49:18

    Un libro meraviglioso! La storia è ricca di sorprese e Recami è geniale nella gestione dei personaggi. Lo consiglio, anzi lo stra-consiglio!

  • User Icon

    dunda

    03/01/2011 18:46:09

    Si fa leggere... Sospeso nel tempo e nello spazio!

  • User Icon

    stefano

    11/10/2010 14:06:18

    l'atmosfera è quella del classico. Non sembra ambientato nell'italia contemporanea. Riesce a rimanere sospeso nel tempo e nello spazio.la vicenda è lineare semplice e con tutti gli ingredienti del giallo classico.

  • User Icon

    Leo Florentin

    02/06/2010 18:55:54

    Edizione (Sellerio) = 4 (dovrebbe essere cartonata) Copertina = 5 Trama = 3 Suspence = 4 Personaggi = 5 Ambientazioni = 5 Conclusione = 5. Dialoghi = 5. Voti precedenti: disaccordo, libro bellino, non indimenticabile. Cosa ti lascia = leggerezza. Frase svolta: E chi avrebbe creduto a un ragazzo di tredici anni? Principale difetto: manca di ritmo. In una parola = senza personalità. Ultimo libro letto: Le perfezioni provvisorie.

  • User Icon

    fiorella

    15/03/2010 16:55:10

    E' un gioiellino, un piccolo romanzo che strizza l'occhio al giallo ma lo smitizza con garbata ironia.L'atmosfera pero' è quella della letteratura un po' nostalgica del Maigret di Simenon, i personaggi e gli ambienti sono delineati con grande abilità.Da leggere e consigliare agli amici.

  • User Icon

    elisabetta

    14/02/2010 19:50:01

    uno dei migliori libri che io abbia mai letto.. è molto scorrevole e ti incolla fino a che non l'hai finito

  • User Icon

    Vittorio Ghione

    24/01/2010 22:44:01

    Ho appena finito di leggere Il Ragazzo che Leggeva Maigret. Sembra quasi che Recami l’abbia scritto pensando ai miei gusti. Il linguaggio, il ritmo placido eppure cadenzato, i colpi di scena “quasi imprevedibili” ne fanno un romanzo di grande godimento. Ero un po' stufo dei “soliti” scrittori italiani, Recami mi sta facendo ricredere.

  • User Icon

    andrea romagnoli

    28/10/2009 18:14:33

    essendo di firenze (come l'autore) ho letto alcuni suoi romanzi: "il correttore di bozze" non mi piacque molto, "il superstizioso" l'ho trovato molto ben scritto e godibile... ma questo è un CAPOLAVORO.. il mio è ovviamente un parere da semplice lettore "di base" (divoratore di libri direi), ma nel mio piccolo, come critico di periferia, non sono buonista, anzi sono spesso severo, infatti come scrittore che non ha mai pubblicato, tendo ad avere incosciamente un atteggiamento acido verso i nuovi scrittori (anche se Recami non lo si può definire nuovo avendo già una certa risonanza).. il romanzo è intrigante e la trama attrae, ma per me lo si può definire un capolavoro perché ogni pagina è godibile a se stante e questo capita per pochi libri (e.g. Dan Brown intriga, ed io lo leggo, ma non lo si può definire un grandissimo esempio di letteratura)..ogni scena del romanzo di Recami ha un suo sapore un suo odore...ed il protagonista è veramente una figura originalissima... potrebbe essere utilizzabile anche per altri "gialli"

  • User Icon

    Giuseppina La Ciura

    24/07/2009 09:48:06

    Un raffinatissimo omaggio al grande Simenon da parte di uno scrittore VERO, bravissimo. E sempre grazie alla casa editrice Sellerio che dà a noi lettori dei libri di gran classe.

  • User Icon

    an.bal

    04/07/2009 22:04:35

    ......una libro godibilissimo che non può mancare nella libreria di chi ama Simenon. Qui, le atmosfere dei racconti di Maigret permeano le vicende di Giulio - un maigret in miniatura - che lento e goffo si lascia incuriorise da ciò che gli capita intorno. Da leggere.

  • User Icon

    abby

    10/06/2009 16:49:14

    Godibilissimo. Una vera sorpresa.

Vedi tutte le 18 recensioni cliente

Come era prevedibile, anche nell'ultimo romanzo di Recami è un'ossessione la molla che fa scattare il meccanismo narrativo e coinvolge il protagonista in tutta una serie di più o meno bizzarre disavventure. Se nel testo precedente la mania riguardava un compulsivo atteggiamento superstizioso da parte di un uomo di mezza età, questa volta il chiodo fisso appartiene a un tredicenne, Giulio, detto Maigret per la sua passione per i gialli e le indagini poliziesche: in specie quelle del noto commissario ideato da Simenon, i cui libri il ragazzino letteralmente divora uno dopo l'altro. Cosý quando in una nebbiosa mattina invernale, durante il tragitto da casa a scuola, gli sembra di scorgere uno sconosciuto gettare un corpo senza vita in un canale, la tentazione di farsi pure lui investigatore Þ troppo forte. Maigret parte in quarta, perlustra il territorio alla ricerca di tracce delittuose, contatta gente del circondario alla ricerca di possibili testimoni (siamo in una sonnacchiosa zona rurale) e ben presto si convince di essere sulla pista giusta, poich ogni cosa sembrava un indizio, un fatto misterioso che andava messo in relazione con gli altri. Proprio come succede nei libri gialli.
Ma più il ragazzo si infervora nel suo impacciato ruolo di detective, più Recami ha buon gioco nell'indurre il lettore a credere che si tratti senz'altro di un abbaglio. E il plot narrativo si vivacizza assai quando, all'improvviso, appare invece plausibile che Maigret abbia scoperto sul serio qualcosa di criminoso. In questo pseudo-giallo, infatti, non manca nulla del racconto poliziesco classico che Recami si (e ci) diverte a smontare e rimontare, a mimare e a dissacrare, fra inseguimenti e rapimenti, colpi di scena su colpi di scena, dichiarazioni fallaci, pistole spianate (che però non sparano mai) e il provvidenziale deus ex machina di un maresciallo dei carabinieri, sin troppo puntuale a sventare un crimine tutto ancora da compiersi. Non mancano atmosfere provinciali e ben tratteggiate silhouette psicologiche di personaggi alla Simenon (vedi l'ombroso guardiano della chiusa, l'ex boxeur ora oste, la moglie fedifraga di un grigio orologiaio), come pure i depistaggi di rito, nonchÚ l'accuratezza descrittiva degli scenari, i quali fanno da sfondo a una parodia del genere noir tutta abilmente giocata fra il grottesco, l'ironico e il faceto.
Ma Recami si fa beffe del giallo tradizionale pure nel finale che, pur svelando l'enigma del progetto delittuoso, non si conclude certo all'insegna della resa dei conti tramite la consegna dei rei alla giustizia. Qui non si dà soluzione, ma semmai rimozione di quanto accaduto: troppi strascichi svantaggiosi per tutti; troppi innocenti coinvolti loro malgrado. Meglio insabbiare, dimenticare un'efferatezza mai consumata sino in fondo. L'unico a rimanere con l'amaro in bocca perciò sarà Maigret − fatalmente contagiato dal disincanto degli adulti − che comunque non si sarebbe mai più scordato di quella confusa storia di soldi, cadaveri inesistenti, paura e maialini senza coda.
In ogni caso meno cruda rispetto agli altri romanzi di Recami questa storia che non si conclude in modo inquietante. Solo avvertiamo un retrogusto di amarezza nelle pagine conclusive che segnano per il protagonista una svolta esistenziale: essendo costretto a crescere troppo in fretta e a misurarsi con una realtà che non è più quella alla fin fine un po' ingenua dei gialli di una volta, dove il discrimine fra buoni e cattivi era così netto e, nonostante i brividi della suspense, assai rassicurante.

Recensione di Francesco Roat

  • Francesco Recami Cover

    Scrittore fiorentino, Francesco Recami pubblica due titoli con Mondadori Education: Assassinio nel Paleolitico e Trappola nella neve (2000). Con Bianca Sferrazzo nel 1998 scrive per Giunti Celti e Vichinghi. Ma la sua popolarità arriva con l'editore Sellerio, e particolarmente con il ciclo di romanzi dedicati al pensionato Amedeo Consonni: L'errore di Platini (2006), Il correttore di bozze (2007), Il superstizioso (2008, finalista al Premio Campiello 2009), Il ragazzo che leggeva Maigret (2009, con il quale vince il Premio Scrittore Toscano), Prenditi cura di me (2010), La casa di ringhiera (2011), Gli scheletri nell'armadio (2012), Il segreto di Angela (2013), Il caso Kakoiannis-Sforza (2014), L'uomo con la valigia (2015), Morte di un ex tappezziere (2016), Sei... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali