Ran (DVD)

Ran

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Ran
Paese: Giappone
Anno: 1985
Supporto: DVD

31° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Azione

Salvato in 22 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 9,43 €)

Nel Giappone del '500, il "grande principe" Hidetora, che ha alle spalle una vita di violenze, guerre e stragi, sentendosi stanco, decide di spartire tra i tre figli feudo e ricchezze, riservando a se le insegne nobiliari ed il diritto di trascorrere a turno presso di loro i restanti giorni della propria vita. Convocati Taro (che sarà il capo della casata), Jiro e Saburo (il più giovane e prediletto), trova proprio in quest'ultimo, il più schietto e sincero, una inaspettata resistenza: a suo dire, l'odio e la sete di potere sconvolgeranno tutto. Per queste parole, Saburo viene scacciato dal padre, deluso ed irritato, con il fido Tango, trovando asilo da un principe suo futuro suocero. Ma Saburo non aveva torto. Ospite nel torrione del castello di Taro, il vecchio Hidetora viene osteggiato e sarà costretto ad andarsene da Jiro. Taro e Jiro si combattono strenuamente, mandando in rovina i rispettivi domini. Ucciso in battaglia Taro, Jiro si impadronisce dei suoi averi e ne sposa la vedova - la principessa Kaede - che nutre la vendetta contro Hidetora, che le ha ucciso i familiari. Mentre Hidetora, impazzito, vaga tra boschi e radure, accompagnato da uno scudiero e dal fedele buffone, Saburo parte alla ricerca del padre. Jiro dà battaglia a Saburo, che però, aiutato dai soldati del suocero, avrà la meglio. Jiro muore sul campo, Kaede viene decapitata, ma lo stesso Saburo cade, colpito da una pallottola alla schiena e sul suo corpo cade morto il folle Hidetora. Nelle campagne disseminate di cadaveri resta solo il fratello della principessa Suè (la prima moglie di Jiro, da questi fatta uccidere): un giovane cieco, vittima della crudeltà di Hidetora, ma anche di un Fato impietoso e della stupidità degli uomini.
5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    dash

    13/05/2020 10:56:19

    Un film che ho sempre amato ambientato nel Giappone del 1500

  • User Icon

    abelix

    22/09/2018 07:32:00

    Una magnifica parabola sulla caducità umana e sul tema "delitto e castigo", dove la vittima è a sua volta carnefice. Uno dei migliori film di Kurosawa, denso di una poetica esistenziale palpabile ma delicata. Un film che ogni cinefilo dovrebbe almeno vedere, se non amare.

1986 - Oscar [Academy Awards] - Migliori costumi

  • Produzione: Eagle Pictures, 2017
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 162 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Giapponese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Tatsuya Nakadai Cover

    Attore giapponese. Alto e avvenente, lavora come commesso quando è notato da M. Kobayashi che lo vuole come interprete di Kabe atusikihea (La stanza dalle pareti spesse, 1954), della monumentale trilogia Ningen no joken (La condizione umana, 1959) e del solenne Harakiri (1962). Presente nei cast dei film di A. Kurosawa già da I sette samurai (1954), al momento della rottura del regista con T. Mifune ne prende il posto come interprete d’elezione, rivelando intensità emotiva e forza soprattutto in Kagemusha, l’ombra del guerriero (1980) e Ran (1985). È presente anche nel piacevole Oggi a me... domani a te (1968) di T. Cervi. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali