Il razzismo spiegato a mia figlia. Con «1998-2018. Il razzismo è in buona salute». Ediz. ampliata - Tahar Ben Jelloun - ebook

Il razzismo spiegato a mia figlia. Con «1998-2018. Il razzismo è in buona salute». Ediz. ampliata

Tahar Ben Jelloun

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: La nave di Teseo
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,36 MB
Pagine della versione a stampa: 294 p.
  • EAN: 9788893445641
EBOOK € 7,99
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

“ Un bambino è curioso. Fa molte domande e si aspetta risposte precise e convincenti.Non bariamo con le domande di un bambino. Mentre mi accompagnava a una protestacontro un disegno di legge sull’immigrazione, mia figlia mi ha chiesto del razzismo.Abbiamo parlato molto. I bambini sono in una posizione migliore di chiunque altro per capire che non nasciamo razzisti ma a volte lo diventiamo. Questo libro, che cerca di rispondere alle domande di mia figlia, è per i bambini che non hanno ancora pregiudizi e vogliono capire meglio la realtà. Per quanto riguarda gli adulti che lo leggeranno, spero che li aiuti a rispondere alle domande, più imbarazzanti di quanto pensano, dei propri figli.” Tahar Ben Jelloun
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 3
5
0
4
3
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    carlo

    25/09/2019 18:02:49

    Un ottimo libro. Breve, scorre via veloce ma tratta di una problematica che affligge la nostra epoca e che da sempre esiste: il razzismo. Partendo da una domanda di sua figlia (e di due sue amichette di cui la figlia si fa portavoce) Jelloun spiega con termini semplici ed esempi calzanti cosa sia il razzismo. Il dialogo continua con riferimenti vari alla cultura, ai generi, alle razze ed etnie. Piccole definizioni per vasti concetti. Un libro che potrà servire come vademecum per i genitori e come maestro di vita per i figli.

  • User Icon

    Mello

    19/09/2018 11:29:26

    Non c'è razzismo che tenga, dovrebbe essere così acquisito come assunto che quasi m'infastidisce, che si debba ribadire con un rigoroso e chiaro e leggibilissimo saggio divulgativo come questo, ma è proprio grazie a saggi del genere che ci si rende conto che i razzisti non sono soltanto delle persone odiose: sono anche l'ultima obiezione valida alla constatazione avvenuta: gli uomini sono tutti uguali, cioè ognuno è umano a modo suo. I razzisti sono il solito inceppamento casuale dell'evoluzione. Forse un domani si scoprirà che sono buoni a qualcosa. La natura non butta via niente.

  • User Icon

    angelo

    03/09/2018 09:13:38

    Ingredienti: una domanda difficile di una figlia curiosa, una risposta semplice di un genitore riflessivo, un problema universale affrontato con rigore e buon senso, l’importanza dell’educazione come medicina per un male più attuale che mai. Consigliato: ai genitori che vogliono trovare risposte filosofiche più che demagogiche, ai figli che vogliono essere ancora educati all’accoglienza, al rispetto, alle differenze.

  • Tahar Ben Jelloun Cover

    Tahar Ben Jelloun è uno scrittore marocchino di religione islamica. In Italia ha pubblicato molti volumi tra saggi, opere di narrativa e poemi. Ha trascorso la sua adolescenza a Tangeri e ha compiuto gli studi di filosofia a Rabat. Ha insegnato in un liceo a Tétouan e a Casablanca ed è stato collaboratore del magazine «Souffles». Dal 1971 vive a Parigi. Suoi articoli in Italia appaiono di frequente su «La Repubblica»; ha collaborato anche con «Il Corriere della sera», «Panorama», «L'Espresso». Scrive inoltre per «Le Monde». Per il profondo messaggio del libro Il razzismo spiegato a mia figlia (Bompiani 1998) gli è stato conferito dal segretario delle Nazioni Unite, Kofi Annan, il Global Tolerance... Approfondisci
Note legali