La ricostruzione del cuore

Coralba Capuani

Editore: IoScrittore
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 7 luglio 2017
  • EAN: 9788867201167
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Nella notte del 6 aprile 2009 il terremoto distrugge il cuore dell'Aquila, e le macerie seppelliscono le esistenze di tutti, di chi perde la vita e di chi sopravvive. Giulia è una ragazza aquilana che studia a Bologna e insegue i suoi sogni al ritmo della musica che suona e ascolta con passione. In quella terribile notte perde tutta la famiglia, e comincia per lei un calvario di mesi in un albergo, prigioniera del ricordo di progetti spezzati e volti, voci e gesti spariti per sempre. Un dolore compatto e monotono come le giornate tutte uguali trascorse nella struttura, in un limbo sospeso dove ogni desiderio di vita è cancellato e rimangono solo ferite aperte. Ma proprio lì nascerà l'inaspettata, salvifica comunione di due solitudini, e Giulia intreccerà un profondo rapporto con Amalia, un'anziana donna salvatasi dal sisma. Amalia deve fare i conti non solo con la distruzione della sua casa, ma anche con i figli ormai adulti che vivono lontano da lei. Forse troppo lontano...

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Nicole

    06/09/2017 08:12:59

    Un romanzo che tocca le corde del cuore immergendo il lettore nella tragedia del terremoto dell'Aquila del 2009. Il viaggio di tre donne che attraversano l'abisso per poter riemergere dal dolore della perdita, del lutto e dei sensi di colpa. Un romanzo che molti dovrebbero leggere per comprendere la sofferenza di chi sopravvive, il rimorso e il senso di colpa che si porta dentro e che rischia sempre di distruggerlo. Ma nel romanzo c'è anche un monito per chi ci governa e dovrebbe tutelare la nostra incolumità, ma che, ancora oggi, alla luce dei recenti sismi, ripete come un disco rotto sempre le stesse parole: "non vi lasceremo soli". L'autrice invece nel romanzo vuole far capire quanto sia importante che "quel non vi lasceremo" soli avvenga prima della tragedia e non dopo, quando un rimedio non è più possibile (si può forse ridare la vita a chi non c'è più?). Un romanzo bellissimo che mi ha commosso ed emozionato, una storia che non dimenticherò e che consiglio di leggere.

Scrivi una recensione