Categorie

Anne Rice

Traduttore: F. Saba Sardi
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2013
Pagine: 236 p., Brossura
  • EAN: 9788830436084
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Anna

    12/06/2015 23.05.20

    Orribile, noioso, scritto quasi tutto in terza persona, non c'è una traccia di erotismo ne di storia...niente di niente, una noia mortale!! Ho dato 1 perché non si può dare 0!! Risparmiate il vostro tempo ed i vostri soldi!!

  • User Icon

    spirito_libero

    21/11/2014 18.59.46

    La Rice sa scrivere e si vede. La trama sembra avvincente: una rivisitazione, in chiave erotica, della fiaba della Bella Addormentata. Da questo pretesto nasce (e si dipana) una storia di sottomissione, dominazione, regole e punizioni. Non racconto altro perché altrimenti si potrebbe fraintendere la trama e lo scopo dell'intera storia. Nonostante la bella idea di fondo, l'ambientazione, i personaggi (a volte descritti un po' superficialmente) e le scene, la trama non decolla. Dopo i primi capitoli ben promettenti, è tutto un susseguirsi di azioni e azioni monotone, senza un vero filo conduttore. Non c'è pathos, non c'è un obiettivo. Sembra quasi un ripetere all'infinito lo stesso copione. Si ha l'impressione che, da un punto all'altro debba succedere qualcosa (specie alla fine di ogni capitolo), ma poi finisce tutto in una bolla di sapone. Per questo la lettura dopo scorre male, lenta, si fatica ad andare avanti (sembra di essere in un loop di continue ripetizioni). Anche i personaggi, dopo un po', perdono credibilità, trasformandosi in marionette che si muovono secondo regole prestabilite senza libero arbitrio (sia personaggi principali che secondari). Peccato, credevo di leggere un altro tipo di storia, conoscendo le perle della Rice (che si è lasciata parecchio andare). Forse non è il suo genere, forse era una prova. Ma di sicuro non leggerò gli altri volumi della trilogia

  • User Icon

    mirella

    03/10/2013 14.44.38

    purtroppo non posso dare 0 quindi metto 1...ho letto solo i primi 2 capitoli del primo libro della trilogia prontamente chiuso pensando, seriamente, di trovarmi davanti ad una favola pornografica! questa sarebbe letteratura erotica? scusate, ma dove sarebbero la trama e l'erotismo? contenta di averlo preso in prestito nella biblioteca locale e NON comprato: soldi buttati!

  • User Icon

    S.

    11/06/2013 17.53.27

    Che dire....molto probabilmente E.L. James ha letto questa trilogia ed ha preso spunto per i più famosi Cinquanta Sfumature (all'inzio le similitudini si notano, e parecchio). Devo dire la verità, paragonandoli trovo la storia più scarna e imperniata esclusivamente sul piano fisico di punizioni-piacere, senza troppi sentimenti in ballo. Finirò per forza la trilogia perchè non è da me lasciare così un'opera incompiuta, ma non nascondo che mi ha lasciata perplessa. Anche perchè alla fine le cose iniziano ad essere un pò trite e ritrite: punizioni, punizioni, punizioni....spero almeno che nel secondo ci sia un pò più di "emozione".

  • User Icon

    Pupottina

    27/03/2013 16.23.22

    Il classico "C'era una volta" non è interessante se non lo scrive Anne Rice. Con Risveglio, primo romanzo di una trilogia, Anne Rice riesce a ricreare il linguaggio della fiaba per la durata di più di duecento pagine e al tempo stesso svela i misteri di un erotismo, non soltanto fisico, ma mentale, una vera e propria filosofia dell'esistenza votata ai principi di sottomissione, masochismo e dominazione. La sottomissione diventa qualcosa di vitale per la protagonista che, per paura, cerca di compiacere il suo padrone, attraverso un lungo percorso fatto di umiliazione, punizione ed apprendimento graduale di quella che sarà la perfezione quando l'avrà raggiunta. Un romanzo erotico che lascia senza parole. Perfettamente riuscito.

  • User Icon

    silvia

    27/03/2013 08.52.02

    mi spiace che non si possa dare meno di uno!!mi son ritrovata a leggerlo spinta dalla curiosità e volevo vedere se era meglio delle sfumature(che non mi sono piaciute).non sono riuscita a finirlo ,gia'dalle prime pagine il sentimento che provavo è stato di disgusto totale e non ce l'ho fatta ad andare oltre le prime 50 pag,che già eran troppe per i miei gusti!mi chiedo come l'autrice si sia ritrovata a scrivere una cosa cosi' pessima!!!

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione