Categorie
Editore: Chiarelettere
Formato: EPUB con DRM
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi Scopri di più
Dimensioni: 667,64 KB
  • Pagine della versione a stampa: 347 p.
  • EAN: 9788861902190

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Leonardo de chanaz

    02/08/2016 05.30.17

    Io amo l'Italia, ma Scarpinato ha tolto il velo, togliendomi anche le speranze. Temo che da questa cupola non si possa più uscire. Il libro è stato scritto 8 anni fa, ma cosa è cambiato? Cuffaro ha scontato la galera? La mafia si è diffusa anche al nord, anche all'estero. Finalmente un libro estremamente informato, concreto e senza veli. Gratteri ha fatto la sua parte sulla 'ndrangheta, Saviano sulla camorra e Scarpinato sulla mafia. Ma ora che sappiamo, cosa fare? Si rimane scoraggiati, e sempre di più si capisce che i veri mafiosi siamo noi, noi che ci facciamo cancellare le multe, che frodiamo il fisco, che ci facciamo raccomandare, dall'ingresso in ospedale al posto di lavoro. Purtroppo la mafia è radicata in noi, e questo Scarpinato lo spiega bene. Che tristezza!

  • User Icon

    sara

    27/09/2014 11.30.50

    Dovrebbe essere una lettura obbligatoria alle scuole superiori. Non ti puoi diplomare senza sapere cosa si spiega in questo libro.

  • User Icon

    Viola

    01/05/2014 19.33.05

    Bellissimo libro che finalmente chiarisce in modo esaustivo e completo gli intrecci tra mafia,politica e finanza. Un'analisi lucida, chiara e mirabilmente descritta da un autore che ha un talento da scrittore oltre che una conoscenza approfondita del tema. Scarpinato e' a mio parere uno dei magistrati con idee chiarissime e grande coraggio. Consigliatissimo, si legge con grande passione e senza noia. Complimenti agli autori.

  • User Icon

    Stefania

    13/06/2011 10.31.05

    Leggere questo libro fa guardare l'Italia con occhi diversi. Scarpinato ha il dono di una chiarezza esemplare, unita a una precisione rara di questi tempi, e per questo ancora più preziosa. In questo libro è sempre estremamente chiaro dove finiscono le risultanze processuali e cominciano le opinioni personali, seppure supportate da numerose prove e documentazioni. Nessun fatto viene raccontato senza darne documentazione, nessuna opinione viene espressa senza prima dire "io penso". Questa considerazione da sola basterebbe a farne un libro prezioso, di questi tempi dove le opinioni diventano fatti, e le illazioni strumenti dialettici. Ma questo libro è anche altro, ben altro. Mi verrebbe da aggiungere anche purtroppo, perché l'immagine che ci rende dell'Italia, ancorchè lucidissima, è per certi versi molto deprimente. Dopo aver chiuso il libro mi sono chiesta cosa mi restasse da fare, avrei volentieri comprato un biglietto di sola andata per qualche altro paese Europeo. Poi mi sono detta che se l'Italia esprime ancora persone come Scarpinato e Lodato qualcosa di buono c'è. Qualcosa di buono si può ancora fare. Partendo magari proprio da questa analisi di cosa è il nostro paese e perché lo è. Perché in effetti senza comprendere in fondo quello che siamo e perché lo siamo è piuttosto difficile capire anche cosa si può fare per cambiare lo stato di cose. Questo libro racconta proprio questo: cosa siamo e perché lo siamo, senza veli e reticenze, con una documentazione da fare invidia, e una pacatezza rara e preziosa.

  • User Icon

    paolo

    27/07/2010 22.33.08

    solo poche parole: questo è un libro che dovrebbe diventare di testo alle scuole superiori.

  • User Icon

    Riccardo

    11/06/2010 10.51.46

    Sebbene abbia 17 anni il libro mi è sembrato utile per capire come siamo arrivati alla società odierna

  • User Icon

    Giovanni

    07/04/2010 22.01.53

    Un libro che tutti gli italiani dovrebbero leggere. Soprattutto quegli italiani che ancora, increduli e sgomenti per tutto ciò che devono ingoiare ogni giorno, non riescono a darsi una spiegazione per il sudiciume nel quale sta affondando il Paese. Un libro coraggioso, lucido e magistralmente scritto. Persone come il Dott. Scarpinato sono la sola speranza per l'Italia.

  • User Icon

    fabrizio

    27/08/2009 08.00.29

    Un libro che spiega la storia della societa' italiana dalle prime bancopoli di fine '800 ai giorni nostri e del perche' siamo cosi diversi dagli altri Paesi occidentali nella cultura della legalita', democrazia, trasparenza e del vivere civilmente con gli altri. Dopo avere letto questo libro ho pensato "Questa italia siamo noi" ripensando anche al titolo del libro di Bocca su Napoli e il suo degrado.

  • User Icon

    barbara

    10/05/2009 09.09.59

    Ho avuto il piacere di acoltare il dottor Scarpinato in occasione della presentazione di questo libro tenutasi ieri a Udine nell'ambito delle manifestazioni di contorno al Premio Terzani 2009. Finalmente una testimonianza diretta, cruda ed efficace sottratta al filtro nefasto di stampa e tv. Libro fantastico! Se avete occasione di ascoltare Scarpinato dal vivo non perdetevelo!

  • User Icon

    Emil Kurjak

    22/03/2009 10.30.18

    A mesi di distanza dal mio primo commento, confermo che trattasi di un libro veramente ottimo. Per chiudere il quadro, però, consiglio di leggerlo assieme a "Geometria del Male" di Sigismondo Panvini.

  • User Icon

    mel

    11/01/2009 18.31.40

    Notevole. L'impressione leggendo il libro è però di impotenza nei confronti di mali, non più riconosciuti come tali, così radicati negli italiani, da sempre dal principe, anestetizzati a dovere. Forse tecnicamente bisognerebbe costituzionalizzare corruzione e mafia. Magari la prescrizione del male potrebbe essere la cura.

  • User Icon

    Roberto

    08/01/2009 21.48.14

    Semplicemente un capolavoro. Un raro e raffinato contributo all'informazione, alla storia, alla sociologia e alla politica.

  • User Icon

    valentina

    22/12/2008 18.02.07

    lo sto ancora leggendo, ma lo trovo finora molto interessante, ben scritto ed estremamente chiaro nell'esposizione dei fatti raccontati. Il panorama che si apre é a dir poco preoccupante e penoso...

  • User Icon

    Lucio Forma

    29/11/2008 19.44.17

    Libro magnifico che spiega con semplicità cosa ha causato la deriva del nostro paese.Chissà quanti dei nostri "cari politici" avranno letto questo documento che andrebbe fatto leggere(come tanti altri dello stesso valore) nelle scuole. Io ho scoperto un'altro motivo valido per cui la mafia influisce sulla Sicilia e sull'Italia intera. Inoltre capisco anche il motivo per cui stiamo andando ad avere una opposizione sempre più compromessa con il potere illegale. Ottimi tutti i commenti riportati dai lettori. ALOHA

  • User Icon

    michele68

    27/11/2008 09.34.06

    Il mio commento arriva in coda a una serie, tutti prevalentemente entusiastici, solo per questo tento di esprimere con discrezione il mio apprezzamento. Personalmente non amo i testi strutturati secondo lo schema dell’intervista, ma rispetto a priori la scelta degli Autori, ai quali sento di essere grato per questo ottimo lavoro: non trovo nulla da eccepire all’analisi fatta, integrando gli ambiti storico, politico, sociale ed economico italiani, una sinossi tra la storia d’Italia dall’unificazione, l’evoluzione della criminalità e della classe politica/dirigente italiana. Le citazioni di testimonianze, fatti, contingenze e indagini, a partire dallo studio redatto da Franchetti & Sonnino più di un secolo fa (quindi: “nihil sub sole novum”), analizzate con indiscutibile competenza, forniscono un quadro più che mai esaustivo e poco edificante per i nostri amministratori. Tra gli altri, trovo significativo: evidenziare che è peculiarità dei progressi di qualsiasi genere fatti in Italia, quella di essere generati da “minoranze qualificate”, alle quali di solito la gestione della “res publica” viene lasciata per i periodi strettamente necessari, per poi essere fagocitate dal sistema come Crono si mangiava i figli; menzionare “La banalità del male” di Hannah Arendt, opera propedeutica a largo spettro. Nutro il fondato sospetto che difficilmente, per quanta volontà riusciremo o riusciranno i nostri posteri ad esprimere, il nostro Paese riuscirà ad affrancarsi da certe “tare ereditarie”.Comunque, ad majora!

  • User Icon

    Alessandro

    14/11/2008 21.51.24

    Inquietante è poco, leggetelo e rifletteteci sopra

  • User Icon

    Aurelio Manfredi

    13/11/2008 13.02.58

    ... le prime pagine che ho letto da 110 con lode e bacio accademico! complimenti al dr. Roberto Scarpinato ed al dr. Saverio Lodato Aurelio MANFREDI

  • User Icon

    Federico

    23/10/2008 11.08.33

    Prima di leggere questo saggio avevo un'idea precisa della mafia e che questa idea fosse corretta. O almeno ne ero convinto. Adesso so che non mi ero sbagliato del tutto ma la mia idea di mafia era approssimativa e incompleta. Scarpinato dipinge invece un quadro atroce ma perfettamente delineato, i contorni delle figure che si stagliano nettamente sullo sfondo del nostro povero Paese in agonia. Un saggio imperdibile e doloroso, come la luce che ferisce gli occhi dopo il buio.

  • User Icon

    pietro

    14/10/2008 21.02.26

    DOVREBBE ESSERE ADOTTATO COME LIBRO DI TESTO NELLE SCUOLE. POTREMMO AVERE CITTADINI MIGLIORI, ALMENO PER IL FUTURO. UN OTTIMO LIBRO!!!

  • User Icon

    filippo astone

    08/10/2008 21.58.25

    E' uno dei migliori libri che io abbia mai letto negli ultimi anni. Peccato che venga presentato come un libro sulla magia, mentre invece è un libro sulla situazione italiana, riletta con non comuni lenti storiche e sociologiche. La mafia occupa solo un decimo dello spazio. Lo consiglio a tutti.

Vedi tutte le 26 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione