Ritratto di signora di Jane Campion - DVD

Ritratto di signora

Portrait of a Lady

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Portrait of a Lady
Regia: Jane Campion
Paese: Stati Uniti
Anno: 1994
Supporto: DVD
Salvato in 18 liste dei desideri

€ 8,50

Venduto e spedito da Allstoreshop

Solo 3 prodotti disponibili

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Giovane americana giunge in Inghilterra con la ricca zia e, divenuta erede della metà del patrimonio dello zio, parte per l'Italia dopo aver respinto diverse proposte di matrimonio. Qui si innamora di uno snob raffinato ma falso che la sposa per interessi economici e, divenuta consapevole dello sbaglio commesso, decide di tornare in Inghilterra.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,83
di 5
Totale 6
5
3
4
1
3
1
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    simone

    30/03/2012 14:58:20

    Voto massimo per questo bellissimo e inspiegabilmente sottovalutato film della Campion.La regia è originale nonostante l'ambientazione e la trama non concedano grandi spazi.La psicologia dei personaggi è ben delineata e gli interpreti tutti strepitosi.La Kidman era bellissima anche senza ritocchi e già bravissima. Scenografie,musiche,dialoghi,costumi tutto da oscar ma senza sterili manierismi.Bellissime immagini e approfondimento psicologico. Lo consiglio a chi ama il cinema realizzato da grandissimi professionisti. P.s. i film tratti dai libri non sono mai una pedissequa trasposizione delle pagine scritte sullo schermo.Il regista si riserva di darne un'interpretazione propria e di dare spazio ad aspetti del libro o personaggi a scapito di altri.

  • User Icon

    Gianfranco

    12/11/2009 14:27:20

    I dialoghi sono inapputanbili, tuttavia talvolta un po'ridondanti; i costumi eccelsi..ma la trama fa fatica a decollare. Andamento del film decisamente lento.

  • User Icon

    Maria

    06/09/2008 19:09:24

    Ho visto questo film pochi giorni dopo aver finito di leggere il libro, e ne sono rimasta delusissima. L'atmosfera cupa è molto adatta alla situazione della protagonista nella seconda parte della storia, mentre non ha proprio nulla a che fare con quella iniziale. Tutto si svolge troppo velocemente, e se dei personaggi riescono ad essere ben delineati (Mme Merle, Osmond), altri,anche importanti, sono del tutto trascurati (Henrietta, Mrs) o "distorti" (Warburton, Pansy). Gli attori se la cavano, su tutti John Malkovich, ma Nicole Kidman mi è sembrata straordinariamente scialba. La "sua" Isabel non mi convince per niente, ha ben poco della complessità del personaggio originale, e fa cose di cui la vera Isabel si vergognerebbe. E vogliamo parlare della scena finale con Ralph? Invenzione! Davvero un brutto film, che peccato.

  • User Icon

    Beppe il Brema

    11/04/2006 01:49:09

    Film emotivamente, costruttivamente profondamente inglese, Jane Campion invece che nata in Nuova Zelanda pare nata e vissuta all'ombra della Torre, nemmeno il sole e la luminosità dell'Italia sono riusciti a farle dissipare la nebbiosità, la scura cupezza che opprime tutto il film; ottime le recitazioni, ben rappresentato il dramma di una donna al di fuori e al di sopra del suo tempo, di un tempo dove ancora le donne non potevano avere idee proprie, eccetto i figli, la casa, la fedeltà e sottomissione all'uomo, insomma il tanto furbescamente decantato angelo del focolare. Ottime le musiche, il brano di Schubert suonato magistralmente. Non posso dare voto pieno perchè la regia poteva, per la realtà ambientale, lasciare entrare dalle finestre un po' più di luce mediterranea, sarebbe stato più consono, non avrebbe tolto nulla alla drammaticità della vicenda e avrebbe resa meno faticosa la visione.

  • User Icon

    jonathan penderecki

    25/09/2003 14:38:44

    Una donna e la sua linea d'ombra. In fondo questo ha sempre cercato e rappresentato Jane Campion. In quest'opera, sottovalutata ma una delle migliori degli anni 90, ammantata di atmosfere glaciali e rarefatte, splendidamente recitata, la sua ricerca nelle pieghe del desiderio femminile, del suo relazionarsi col mondo, con gli eventi, con la mentalità ottusa degli uomini, raggiunge livelli di insinuante crudeltà quasi angosciosi. Le crudeltà dell'amore e del complotto sentimentale che si trasformano in gabbia. Osmond è personaggio mefistofelico come non mai, e non è solo il suo modo perfidamente sottile di annullare la voglia di libertà di Isabel: guardate come è riuscito a cancellare i sogni della figlia, a sopprimere la presenza "affettiva" di madame Merle. Bella la performance della Kidman, tutta emozioni trattenute e compresse. Campion si conferma autrice e regista di grande spessore.

  • User Icon

    Michela

    30/08/2003 17:14:59

    Bellissimo e indimenticabile.Non ve lo consiglio se non siete amanti dei classici letterari portati sul grande schermo e ambientati nell'800;lo consiglio vivamente a chi apprezza film del genere per il loro spessore psicologico e per l'evoluzione dei personaggi,graduale e definitiva.Pervaso da atmosfere abbastanza cupe e grigie(piove quasi sempre),il film è tratto dall'omonimo romanzo di Henry James e narra la storia di una ricca ereditiera che sposa l'uomo sbagliato(un Malkovich di una crudeltà tagliente!),un arrivista meschino e abietto,tutto questo perchè la giovane donna(bravissima Kidman)ricerca un modello di perfezione che non esiste e il destino la ripaga con una sofferenza che sfiora la follia.Notevole Viggo Mortensen,il romantico corteggiatore che appare sempre al momento giusto,e buona l'interpretazione di Donovan del cugino innamorato e devoto.Forse un pò lento,ma tutte le scene non sono vane poichè mostrano la lenta evoluzione degli avvenimenti,la solitudine che pervade il film è la solitudine di ogni personaggio,c'è chi è solo con la sua cattiveria,con la malattia,con l'ingenuità,con la forza interiore che fa fatica ad uscire fuori,tutti personaggi che sono isolati l'uno dall'altro.Bravi anche la giovane Cervi e Bale,raffinata la fotografia e musiche adeguate.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Produzione: Universal Pictures, 2015
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 5.1);Francese (Dolby Digital 5.1);Spagnolo (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese; Francese; Spagnolo; Portoghese; Olandese
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; documentario
  • Barbara Hershey Cover

    Nome d'arte di B. Lynn Herzstein, attrice statunitense. Sogna il cinema fin da bambina e, dopo il tipico percorso degli innumerevoli aspiranti attori cresciuti a Hollywood, riesce a debuttare in un serial televisivo di successo. La prima parte della sua carriera cinematografica è segnata da ruoli eccessivi e di rottura come la intraprendente protagonista di Brevi giorni selvaggi (1969) di F. Perry. Il suo personaggio, per quanto mai convenzionale, si fa più equilibrato con gli anni e svariati ruoli che ne rifiniscono l'irrequieta personalità. Dopo le prove già convincenti in L'inferno può attendere (1980) di J. Berry e Colpo vincente (1986) di D. Anspaugh, arrivano prestazioni di assoluto livello in Hannah e le sue sorelle (1986), opera del filone intimista di W. Allen, in I diffidenti (1987)... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali