La rivincita di Capablanca

Fabio Stassi

Editore: Minimum Fax
Collana: Mini
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 187 p., Brossura
  • EAN: 9788875216573
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,32

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco

    08/09/2010 12:51:59

    Leggere di scacchi fa sempre piacere, poi, se una volta tanto, si tratta di qualcosa scritto anche con un minimo di competenza e serietà (e non come i vari Zweig o Maurensig, che del gioco hanno colto solo l'esteriore barbaglio), tanto meglio. Il libro è agile e si gusta tutto d'un fiato: peccato certe ingenuità (tipo il ragazzo Xavier e M.me Zlada) ed improbabili dialoghi, ma non si può aver tutto. Spiace anche il manicheismo con cui sono trattati i protagonisti: Capa gentiluomo e filantropo, Alekhine sadico ubriacone e filonazi, che, voglio dire, sarà stato anche vero per carità, ma la sua psiche, così come il suo gioco, sono sempre stati così complessi e tesi al raggiungimento di posizione estreme ed impossibili da suscitarmi istintivamente maggiore simpatia che José Raúl, il quale tendeva piuttosto a semplificare ed alla linearità, tant'è che nella storia del gioco mentre Alekhine ha contribuito in maniera massiccia allo studio di varianti, possibilità ed introduzione di novità teoriche (solo la sua difesa 1...Cf6 in risposta ad 1e4 è qualcosa di sconvolgente nella sua pazzesca profondità), Capa è passato ed è ricordato come una macchina da gioco, infallibile ma fredda. Avrei preferito pertanto leggere anche la versione di Alekhine (e non è detto che l'autore non ci dedichi un volume), il quale non nacque dotato di un talento estremo come il Cubano, ma dovette sudarsi il titolo ed il prestigio con un lavoro intensissimo ed indefesso alla scacchiera, sopperendo con una volontà di ferro allo svantaggio di natura.

  • User Icon

    Andrea

    19/10/2009 13:29:17

    Bellissimo!!! Una magnifica storia avvincente fino alla fine. Da leggere assolutamente. Scrittura piacevole, trama che scorre in modo tecnicamente perfetto, personaggi interessanti. Di sicuro Stassi è uno dei migliori autori emergenti italiani.

  • User Icon

    Luigi

    03/03/2009 18:20:11

    Difficile da finire. Azzeccata la 4a di copertina. La storia è ottima. La scrittura meno, molto meno.

  • User Icon

    Francesca

    22/02/2009 12:17:05

    Dopo aver letto anche questo libro aspetto ansiosamente il prossimo!!! Coinvolgente, divertente, si legge d'un fiato. Completamente diverso il clima da quello di "E' finito il nostro carnevale", ma il meccanismo narrativo è semplicemente perfetto. Severa struttura e ludica passione fuse in un ottimo libro. Sono deliziata dall'aver scoperto un grande narratore

  • User Icon

    Flavio Claudio Giuliano

    22/02/2009 12:04:50

    Un romanzo che mette benissimo in luce la violenza insita nel gioco degli scacchi e il modo in cui penetra in un'amicizia maschile trasformandola in inimicizia. Geometricamente perfetto. Ho letto che l'autore è considerato uno scrittore di stampo sudamericano. E' vero per "E' finito il nostro carnevale". Ma in questo caso l'autore rivela invece uno stampo mitteleuropeo. Allucinato.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione