DISPONIBILITA' IMMEDIATA

La rondine fuggita dal paradiso

Hyok Kang,Philippe Grangereau

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: M. T. Crisci
Editore: Piemme
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 30 gennaio 2007
Pagine: 205 p., Brossura
  • EAN: 9788838486487
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 6,97

€ 12,90

Punti Premium: 7

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Hyok vive nel villaggio di Unsong, in Corea del Nord. È un ragazzino sveglio e vivace, un piccolo scavezzacollo che fa la vita di tutti i suoi coetanei: va a scuola, canta le canzoncine della propaganda di regime, viene obbligato a presenziare alle esecuzioni pubbliche, lavora, assiste alle più maniacali forme di repressione, viene punito per ogni cosa, anche per la sua passione per il disegno. Eppure non c'è dubbio, quello che l'onnipresente Kim-il-Sung, "Il Cervello Perfetto", "Il Sole", ha creato per loro è "Il Paradiso": lo ripete senza sosta la radio, bloccata sui programmi di Radio Pyongyang, lo ripetono a scuola i maestri e gli altoparlanti nelle piazze. Intanto, Hyok fa la fame. La sua classe si è dimezzata a causa della mortalità da denutrizione. Si mangia quello che si può e più spesso quello che non si dovrebbe: corteccia di pino bollita, erba, funghi tossici, a volte ratti. Il Paradiso ormai trabocca di "rondini", di bambini che cercano per terra briciole e chicchi di riso. Fino al giorno in cui, con la sua famiglia, Hyok non decide di scappare. Via, lungo il confine, verso un mondo sconosciuto che gli avevano insegnato a temere e disprezzare, in fuga dal Paradiso. Per conquistarsi quel che resta dell'infanzia. Per trovare davvero una vita.
4
di 5
Totale 4
5
2
4
1
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Manuela

    16/06/2010 16:04:24

    Forse non e' un capolavoro, ma un libro molto interessante per capire cosa e' la Corea del Nord, ma soprattutto per capire che quello che si vive, senza sapere cosa c'e' fuori, pare sempre essere la normalita'.

  • User Icon

    l. paoletto

    08/01/2008 14:24:09

    Niente a che vedere con il cacciatore degli aquiloni.Interessante per capire e conoscere la vita in Corea, ma non un capolavoro.Si puo' leggere

  • User Icon

    Mario

    06/01/2008 21:33:37

    Un piccolo gioiello. Ho scoperto molte cose sulla Corea del Nord che ignoravo, e che mi hanno colpito in modo profondo. Allo stesso tempo il libro mi ha fatto riflettere su come la stragrande maggioranza dei meccanismi umani e sociali siano ripetitivi e condivisi da tutti gli uomini di tutti i continenti. E' un po' come se ascoltassimo tutti la stessa musica, solo a volumi molto diversi. Lo stile semplice e l'età di Kang Hyok - a mio avviso - sono un punto di forza che guida il lettore ad un punto di osservazione originale. Leggendo ho pensato spesso alle "Memorie di un bambino soldato" di Ishmael Beah.

  • User Icon

    Giovanni Bersani

    08/02/2007 11:30:52

    Libro molto interessante per capire una realtà contemporanea terribile, qual è la Corea del Nord. E' scritto in modo semplice, dato che l'autore è un ragazzo, con descrizioni di fatti, luoghi, consuetudini. Non è un capolavoro quindi, ma è senz'altro un interessante libro-denuncia che si legge volentieri (nonostante le vicende assai tristi) e velocemente. Ho trovato molte analogie con il libro "Cigni selvatici" sulla Cina, relativamente alla dittatura in Paesi che propugnano il "comunismo realizzato", sebbene ovviamente quest'ultimo sia un libro di tutt'altro spessore, sia per lunghezza del racconto che per capacità di scrittura. Consigliabile, per conoscere meglio questo nostro mondo...

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
| Vedi di più >
Note legali