Sabato, domenica e venerdì

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 16 liste dei desideri

€ 6,39

€ 7,99
(-20%)

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 7,90 €)

Un impiegato deve assistere un ingegnere donna giapponese e finisce che la sposa, un camionista deve fingersi marito di una vicina di casa ed un impresario deve sposare una sua ballerina per non perderla rovinando, così, il numero.
4,2
di 5
Totale 5
5
3
4
1
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    n.d.

    25/07/2019 06:03:21

    Bello bello bello bello bello bello bello

  • User Icon

    Giulia

    10/03/2019 21:33:58

    Tre episodi di commedia all'italiana: nel primo un ragioniere sposa una bella giapponese e la segue a Tokyo dove apre un ristorante pugliese, nel secondo un giovanotto sposa una ragazza siciliana per salvarla dalle ire paterne, nel terzo un impresario teatrale sposa la sua prima ballerina per evitare che, unendosi a un altro, possa lasciare il suo posto nel balletto.

  • User Icon

    Alberto

    02/03/2005 16:02:16

    la fenech è una gran bella donna

  • User Icon

    Banfone

    09/10/2004 14:45:49

    TuTTi gli episodi sono molto belli: Lino Banfi e M.Vukotic: 4 Michele Placido e B.Bouchet: 3 Adriano Celentano e M.Gallardo: 5(ma che maialata???) Vi conisiglio di comprarlo!

  • User Icon

    ataru moroboshi

    20/07/2004 00:30:06

    L'episodio con Banfi, Fenech e Vukotic è da antologia (voto 5). L'episodio con Placido e Bouchet è patetico (voto 1). L'episodio con Celentano è una maialata (voto 1).

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Produzione: Federal Video, 2004
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area0
  • Pasquale Festa Campanile Cover

    (Melfi 1927 - Roma 1986) scrittore e regista italiano. Lavorò come sceneggiatore per D. Risi e L.Visconti (Rocco e i suoi fratelli, Il Gattopardo). È autore di romanzi: La nonna Sabella (1957), Il ladrone (1978, premio Campiello), La ragazza di Trieste (1982), Per amore, solo per amore (1983, premio Campiello) La strega innamorata (1985). Tra i film da lui diretti (per lo più commedie all’italiana, satiriche, erotiche o di costume), Le voci bianche (1962), Rugantino (1973). Approfondisci
  • Adriano Celentano Cover

    "Cantante, attore e regista italiano. Star fra le più luminose del firmamento musicale-leggero, cinematografico-comico e televisivo-popolare italiano per quasi mezzo secolo, si afferma come cantante rock della prima ora nella seconda metà degli anni ’50. Divenuto presto famoso come «il molleggiato» per il suo dinoccolato modo di muovere le gambe mentre canta (a metà fra E. Presley e J. Lewis, che imita esplicitamente), appare come sé stesso in molti film di canzoni, ma soprattutto nella celebre scena del night club alle Terme di Caracalla in La dolce vita (1960) di F. Fellini. Già all’apice del successo, all’inizio degli anni ’60, crea una propria «scuderia-casa discografica» – il Clan – e, puntando sulla simpatia che ispira il suo personaggio, debutta anche come attore in Uno strano tipo... Approfondisci
  • Lino Banfi Cover

    Lino Banfi è il nome d'arte di Pasquale Zagaria. Nato nel 1936 in Puglia, si trasferisce nel 1954 a Milano, dove fa una lunga gavetta nell'avanspettacolo. Dopo le prime apparizioni al cinema e in TV e i successi con il cabaret degli anni Sessanta, nei due decenni successivi diventa un volto simbolo della commedia sexy all'italiana. Il riconoscimento della critica arriva grazie a film come Vieni avanti cretino di Luciano Salce (1982), L'allenatore nel pallone di Sergio Martino (1984) e Il commissario Lo Gatto di Dino Risi (1986). Negli anni Ottanta conduce diverse trasmissioni Rai: Domenica In (1987-88), Stasera Lino (1989), Il caso Sanremo (1990). Nel 1998 inizia la fiction Un medico in famiglia. Approfondisci
  • Edwige Fenech Cover

    "Nome d'arte di E. Sfenek, attrice e produttrice italiana di origine francese. Nata nell'Algeria francese, esordisce in produzioni porno-soft a basso costo per poi girare pellicole più dignitose e caratterizzate da una maggiore cura formale. Un corpo dalle forme procaci e accattivanti e un'indubbia carica seduttiva le assicurano il ruolo di primadonna del cinema erotico italiano degli anni '70 e di parte degli '80. Alcuni titoli assai evocativi sono ormai considerati «di culto» dagli appassionati del genere: tra gli altri, Quel gran pezzo dell'Ubalda tutta nuda e tutta calda (1972) di M. Laurenti e Giovannona Coscialunga disonorata con onore (1973) di S. Martino. Tenta anche qualche incursione nella commedia più tradizionale (Sono fotogenico, 1980, di D. Risi; Io e Caterina, 1981, di A. Sordi),... Approfondisci
Note legali