€ 17,00

€ 20,00

Risparmi € 3,00 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Conforme all'originale francese, questa nuova edizione dei Saggi critici presenta per la prima volta al lettore italiano otto scritti inediti di Roland Barthes: sulla critica letteraria, sulla pittura olandese e, soprattutto, sul teatro e su Brecht. Ne viene fuori un Barthes diverso: non solo l'attento, acuto analista dell'opera letteraria di tutti i tempi (da Tacito a La Bruyère, da Voltaire a Queneau, da Butor a Robbe-Grillet) o il teorico della semiologia e dello strutturalismo, ma anche il critico teatrale militante che vede nella poetica brechtiana una vera e propria «rivoluzione» drammaturgica. Il principio, al tempo stesso estetico ed etico, della responsabilità delle forme regge in tal modo l'intera attività critica di Barthes, originale mescolanza di linguistica strutturale e teatro epico.

Premessa all'edizione del 1972. - Prefazione. - Il mondo oggetto. Letteratura oggettiva. Il teatro di Baudelaire. Madre Coraggio cieca. La rivoluzione brechtiana. Le malattie del costume teatrale. Letteratura letterale. Come rappresentare l'antico. All'avanguardia di quale teatro? I compiti della critica brechtiana. «Vouloir nous brûle...». L'ultimo degli scrittori felici. Non c'è una scuola Robbe-Grillet. Letteratura e metalinguaggio. Tacito e il barocco funereo. «La Sorcière». Zazie e la letteratura. Operai e pastori. La risposta di Kafka. Su «La Madre» di Brecht. Scrittori e scriventi. La letteratura oggi. Da una parte e dall'altra. Letteratura e discontinuità. Struttura del fatto di cronaca. Il punto su Robbe-Grillet? L'immaginazione del segno. L'attività strutturalista. La Bruyère. La metafora dell'occhio. Che cos'è la critica. Le due critiche. Letteratura e significazione. - Appendice: Nota all'edizione italiana del 1966. - Indice dei nomi. - Nota bio-bibliografica.