Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Il sangue del Sud. Antistoria del Risorgimento e del brigantaggio - Giordano Bruno Guerri - copertina

Il sangue del Sud. Antistoria del Risorgimento e del brigantaggio

Giordano Bruno Guerri

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Edizione: 1
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 25 ottobre 2017
Pagine: 302 p.
  • EAN: 9788804680475

nella classifica Bestseller di IBS Libri Storia e archeologia - Storia - Specifici eventi e argomenti - Post-colonialismo

Salvato in 148 liste dei desideri

€ 13,78

€ 14,50
(-5%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Il sangue del Sud. Antistoria del Risorgimento e del brigant...

Giordano Bruno Guerri

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il sangue del Sud. Antistoria del Risorgimento e del brigantaggio

Giordano Bruno Guerri

€ 14,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il sangue del Sud. Antistoria del Risorgimento e del brigantaggio

Giordano Bruno Guerri

€ 14,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 13,77 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In questo libro, ricco di un'avvincente documentazione, Giordano Bruno Guerri rilegge la vicenda del Risorgimento e del brigantaggio come una "antistoria d'Italia": per liberare i fatti dai troppi luoghi comuni della storiografia postrisorgimentale (come la pretesa arretratezza e miseria del Regno delle Due Sicilie al momento della caduta) e per evidenziare invece le conseguenze, purtroppo ancora attualissime, della scelta di affrontare la "questione meridionale" quasi esclusivamente in termini di annessione, tassazione, leva obbligatoria e repressione militare. Il Sud è stato trattato come una colonia da educare e sfruttare, senza mai cercare davvero di capire chi fosse l'"altro" italiano e senza dargli ciò che gli occorreva: lavoro, terre, infrastrutture, una borghesia imprenditoriale, un'economia moderna. Così, le incomprensioni fra le due Italie si sono perpetuate fino ai nostri giorni. Alcuni briganti spiccano per doti - umane e di comando - non comuni, come Carmine Crocco, che per tre anni tenne in scacco l'esercito italiano; e così le brigantesse, donne disposte a tutto per amore e ribellione; altri rientrano più facilmente nel cliché del bandito o dell'avventuriero, ma tutti contribuiscono a dare volti e nomi a una triste e sanguinaria pagina della nostra storia, che si voleva cancellare. "Non si tratta di denigrare il Risorgimento, bensì di metterlo in una luce obiettiva, per recuperarlo - vero e intero - nella coscienza degli italiani di oggi e di domani".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,36
di 5
Totale 12
5
8
4
2
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ronald

    09/05/2021 11:17:20

    Partiamo dal principio,ossia la copertina ed il titolo. Essi rispecchiano chiaramente i canoni del genere letterario in cui ci si immerge,sebbene avrei aggiunto una piccola nota del tipo ''Menzogne e verità celate dalle pagine di storia''. Si tratta di un'opera ricca di storia,dunque di nomi e di date. Giordano Bruno è dettagliata,pignolo,talvolta, con questa mania di non lasciar al dubbio respiro. Una lettura non leggera,bensì intensa : mi sono ritrovata spesso a pensare che stessi studiando,non leggendo. Ho trovato difficoltà a rammentare nomi,motivo per cui ho dovuto ripercorrere passi addietro per ripescare il ruolo in cui era coinvolto il personaggio. Tuttavia ciò non inficia sulla valutazione massima che merita il libro. Ogni capitolo colpisce,ma ,quello che mi ha rapita maggiormente, è il dodicesimo : le bringatesse. Potevo solo immaginare gli orrori a cui sono state sottoposte le donne durante l'ottocento,ma ,attraverso questa lettura, ne ho avuto la conferma. Da calabrese ho preso a cuore la storia di Francesca La Gamba che ,per aver rifiutato il corteggiamento di un soldato francese, vede fucilare i suoi tre figli per mano delle dicerie mosse dal milite. Sono tante le storie simili a quelle della giovane calabrese di Palmi che ,per dolore, decidono di divenire bringatesse e non concedere ai soppressori alcuna possibilità. I briganti e le brigantesse sono partigiani e partigiane ante litteram ,ma che la storia dipinge come assassini,bruti. Sono persone che hanno consacrato la propria vita alla libertà dalla cattiva gestione del sud. Senza dubbio,il loro motivo principale era riportare Francesco II al trono però ,questo scopo, cela la necessità di essere trattati degnamente (ciò che i piemontese non fecero). Oltre alla storia dei briganti e delle brigantesse, si interesecano tutte le ingiustizie che il sud dovette sopportare per mano dei sabaudi. Tra essi, la strage di Gaeta che ancora oggi ne riporta i segni.

  • User Icon

    Clemente

    10/04/2021 19:16:12

    Un libro che va oltre la testimoneanza cronologica degli eventi e che ho molto apprezzato

  • User Icon

    leanor71

    05/09/2020 16:16:41

    Ottimo saggio sulle verità taciute del risorgimento. Pur non mettendo in dubbio la necessità di arrivare ad uno stato unitario, Guerri ci narra il modo sbagliato in cui ciò è avvenuto. I problemi odierni derivano dalle scelte di allora, ma è inutile oggi fossilizzarsi sulle colpe di chi ormai non c'è più, sarebbe invece necessario che tali verità fossero maggiormente conosciute e prese come monito per non commettere sempre gli stessi errori. Ho trovato stupefacente l'ampiezza della bibliografia a fine volume, segno che l'autore ha studiato approfonditamente la questione.

  • User Icon

    Silvia

    11/05/2020 20:59:09

    Ottimo libro per approfondire aspetti di una storia studiata a scuola in modo completamente diverso....

  • User Icon

    Giuseppe Galeone

    25/09/2019 11:04:15

    finalemente un libro storico pieno di riferimenti documentali degli di nota storica. Da consigliare

  • User Icon

    gianni

    28/08/2013 15:08:35

    Lettura piacevole: stile sobrio, contenuti interessanti, aneddotica non fine a se stessa. Guerri sa divulgare, non ci piove (bellissimo, ad esempio, il suo libro su Ciano, forse il migliore della sua produzione). Qualche volta, però - unica noticina appena appena negativa - per far la critica della retorica risorgimentale, tracima nella retorica dell'antiretorica, del resto largamente praticata a seguito dei 150 anni dell'unità. Ad ogni modo, molti dei rilievi presentati da Guerri sono già nei manuali dei licei, ormai lontani dalle romanze deamicisiane e dal carduccianesimo ancora dilaganti fino almeno agli anni Settanta del Novecento. Basterebbe studiare, quindi. Le divulgazioni, poi, ben vengano se son fatte con onestà, come questa.

  • User Icon

    beniamino.z

    09/01/2013 15:49:53

    Interessante ricostruzione del Risorgimento italiano da parte dell'autore italiano meno convenzionale e schierato ideologicamente. Anche se, in alcuni passaggi descrittivi, non propone tesi originali. Quanto, piuttosto, la sintesi di quanto già proposto e scritto da altri autori (Petacco A., ecc.). Rimane, però, un buon risultato letterario critico delle tesi unanimiste e filorisorgimentali di tutti coloro che immaginano il nostro Risorgimento come una fraterna 'Alba Nazionale'. Nulla di tutto ciò. Fu, in realtà, una guerra civile non dichiarata (come pure quella del 1943/45)dove la colonizzazione del Sud in nome di una pretesa Unità lasciò alla popolazione del Regno delle Due Sicilie una duplice alternativa. Quella di Brigante o emigrante. Coloro che decisero di combattere questa Rivoluzione scelsero la sconfitta e la morte.E ne furono uccisi tanti, in nome di questa Unità. Gli altri, invece, scelsero l'incertezza e la fortuna altrove. Lontano dalla Patria. Dei 22milioni che erano, ben 15milioni varcarono i nostri confini, aprendosi al Mondo. Dando inizio a quel processo migratorio che è in corso ancora oggi. Molti vennero forzatamente spediti all'Altro Mondo. Grazie alle disciplinate e feroci truppe sabaude che combattevano per il Piemonte di Cavour che NON voleva l'Italia unita. Ma solo il Regno del Nord (Piemonte-Lombardia-Veneto).L'attuale Padania o MacroRegione europea proposta dalla LegaNord.E, lasciando ad un idealista come Garibaldi il 'lavoro sporco' da fare. E senza alcun ringraziamento nè riconoscimento, postumo nè immediato. In fondo l'eroe dei due mondi' benchè disciplinato ed obbediente, non era uno stupido. Il resto è stato fatto dai Generali zelanti di Casa Savoia, come Cialdini, La Marmora & Co.I danni di questa finta unificazione li stiamo subendo ancora oggi, a distanza di 153 anni. E sopra una montagna di errori e menzogne spacciate per 'verità istituzionali'. Lettura necessaria ed indispensabile. Per palati forti o fini. Valutazione Ottima.

  • User Icon

    jubanne

    30/04/2012 13:18:08

    Solito, grande, Guerri. da leggere, da proporre nelle scuole al posto della solita bella versioncina edulcorata sulla storia d'Italia.

  • User Icon

    jubanne

    13/01/2012 09:54:31

    Giordano B. Guerri è uno dei pochi storici che esce dai canoni della storiografia ufficiale. Il libro è di facile lettura, Guerri ha il pregio di raccontarci la storia con la leggerezza di un romanzo. Interessante, da leggere per sfatare alcuni falsi miti dettati dal fazioso indottrinamento propugnato dalla storiografia ufficiale. Un gran bel libro, temi attuali più che mai.

  • User Icon

    ant

    31/08/2011 21:54:58

    Già il titolo la dice tutta(Antistoria..) poi scritto da un personaggio anti...conformista come Guerri fa sì che il libro sia una bella analisi di un determinato e importante periodo storico, visto in una prospettiva nuova e stimolante. Quello che m'interessa è esternare sensazioni condivisibii o no e soprattutto punti di vista. La cosa che mi ha più colpito di questo bel saggio storico che ripercorre nomi, luoghi e situazioni del nostro Risorgimento è l'analisi psicologica e comportamentale di esponenti di spicco di quell'epoca quasi sempre ai più sottaciuti o celati , per dirla francamente spesso e volentieri non se n'è mai parlato se non in termini più che dispregiativi sto parlando dei..."briganti". Bravo Guerri ad entrare nell'animo e poi succesivamente nella gesta di queste persone, descrivendo i perché e i percome tanti si davano alla macchia e conducevano stili di vita pari solo alle bestie pur di non sottostare o sottomettersi ai nuovi padroni(i Savoia). Non mancano naturalmente in questo testo le decrizioni di personaggi che bene o male chi più chi meno conosce direi benissimo(i Garibaldi, i Cavour, i Mazzini etc) ma queste pagine su di me non è che abbiano suscitato chissà quali interessi o emozioni. Bel testo da promuovere senz'altro

  • User Icon

    Potito

    05/06/2011 20:14:19

    Ottimo libro che apre nuovi senari sulla conquista del nord ai danni del sud. Lo consiglio a chi vuol realmente conoscere com'è veramenta andata l'Unità d'Italia e chi erano i briganti. Il libro, seondo me, sfata anche motli tabù, false ed atavici, sul regno borbonico.

  • User Icon

    Dino

    06/01/2011 01:20:20

    Guerri è uno storico che scrive in modo interessante, documentato e anche di piacevole lettura. Non fa eccezione "Il sangue del Sud" che, ricco di dati e notizie, si aggiunge nella mia biblioteca all'"Antistoria degli Italiani " e a "Fascisti" che ritengo fra le migliori divulgazioni esistenti per far comprendere i periodi trattati senza annoiare il lettore. Il libro si merita un punto in più, ma non mi è andato giù quel brutto "benedirono i salvatori" a pagina 194.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
  • Giordano Bruno Guerri Cover

    Giordano Bruno Guerri è uno scrittore e giornalista italiano, nato a Monticiano (Siena) nel 1950. È inoltre uno storico e studioso del XX secolo, specializzato sul ventennio fascista e sui rapporti fra stato italiano e Chiesa. Nel 1965 si trasferisce a Milano, dove completa il liceo e gli studi universitari in lettere presso l’Università Cattolica, laureandosi nel 1974. Nel corso degli anni Settanta lavora per la casa editrice Garzanti come correttore di bozze, pubblicando un importante manuale per correttori nel 1971. Negli anni successivi colleziona diverse esperienze nel campo del giornalismo e dell’editoria, come la nomina a direttore del mensile “Storia illustrata” nel 1985, quella a direttore editoriale per Mondadori nel 1986 e la collaborazione... Approfondisci
Note legali
Chiudi