Categorie

Gad Lerner

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 221 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788807722653
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lina Borghi

    21/05/2015 18.45.55

    Ho letto questo libro tutto d'un fiato; non conoscevo bene Gad Lerner, ora posso dire che in questo libro ne scopro tutta la sensibilità, l'intelligenza, la lucida tenacia della conoscenza della verità . Il libro a mio avviso è bellissimo (tanto per usare un superlativo come Tali) l'ho trovato appassionante anche nella tecnica narrativa secondo me efficace, tesa a mantenere sempre accesa la voglia di conoscere del lettore ( anche grazie a tutti i libri che l'autore cita dandone essenziali ragguagli- ed è ovvio che vorresti consultarli tutti..)grazie all'analisi dei conflitti personali a più livelli (familiari, politici) e all'umanità infinitamente dolorosa e poetica (quando parla di Bruno Shultz o del senso di vergogna rispetto al padre e alla nonna paterna) accanto al pensiero sempre acuto, razionale, sferzante. E' un libro che consiglio e regalerò, molto bello, ricco di elementi storici, interessante, scritto benissimo - compreso il finale che sembra un colpo di scena

  • User Icon

    Sara

    27/12/2013 14.03.37

    Un libro molto intenso anche se a tratti non di facile lettura. Ma ne vale sicuramente la pena. Ottima la scrittura di Lerner che non mi aspettavo così raffinata.

  • User Icon

    Mara

    14/12/2012 14.10.44

    Trovo che, dal punto di vista del ritmo narrativo, nuoce al libro il continuo "va e vieni" tra luoghi e momenti diversi, sul filo dei diversi viaggi che Lerner ha fatto nei luoghi delle sue origini. Quanto ai contenuti, fa riflettere quanto abbia pesato nella psiche delle persone ebree e nei rapporti fra le generazioni la rimozione e il silenzio forzato su un passato "indicibile" come quello della Shoah. E come ci si debba sentire fragili davanti alla domanda "cosa sarebbe stato di me, se i miei genitori avessero vissuto in Ucraina anziché in Medio Oriente, e se poi non avessero deciso di venire a stare in Italia?".

  • User Icon

    Fabrizio Porro

    28/09/2012 17.08.30

    Gad Lerner si presenta come un personaggio multietnico e multirazziale per lanciare al mondo, attraverso la sua esperienza, una morale di sinistra (?) condivisibile. Decisamente un libro interessante.Conoscere di persona l'Autore , è la ciliegina sulla torta: affabile, per nulla spocchioso, alla mano, disponibile con tutti. Pacato, signore elegante di una eleganza figlia di una Cultura importante ed antica. Tutto in linea e coerente con questo libro meraviglioso. Non perdetevelo.

  • User Icon

    Fabrizio Porro

    31/08/2012 00.48.18

    Gad Lerner si presenta come un personaggio multietnico e multirazziale per lanciare al mondo, attraverso la sua esperienza, una morale di sinistra (?) condivisibile. Decisamente un libro interessante.

  • User Icon

    Roberta

    21/06/2011 22.03.00

    Ho letto e amato questo libro scritto con intelligenza, serietà, acume, e pure con delle punte di ironia, meravigliosa forma di intelligenza per pochi. Se dovessi descrivere questo libro con una parola lo definirei CORAGGIOSO. Parlare della storia della propria famiglia che si intreccia con la Storia è capacità solo di pochi. Arrivare a parlare come ha fatto l'Autore, denudandosi davanti a tutti, di temi profondamente intimi e solo solo propri... beh, se questo non è coraggio. Credo sia anche derivante da una maturità consapevole di molte cose vissute, pensate ed elaborate, forse non proprio facilmente. Come spesso amo ricordare, è un piacere poter dire di essere compatrioti (perchè Lerner è un nostro compatriota) di questa Bella Persona. Il libro, a un certo putno, era talmente bello, affascinante ed interessante, che ho dovuto rallentare al minimo la mia velocità di lettura per farlo durare il più possibile. Scambiare due parole di persona con l'Autore poi, è la ciliegina sulla torta: affabile, per nulla spocchioso, alla mano, disponibile con tutti. Pacato, signore, elegante di una eleganza figlia di una Cultura importante ed antica. Tutto in linea e coerente con questo libro meraviglioso. Non perdetevelo.

  • User Icon

    camilla

    18/02/2010 08.45.33

    Quante verità nascoste nei nostri animi ha compreso gad lerner, distillando il suo pensiero fino a impensabile purezza. Durante Il lungo e a volte terribile viaggio in una storia che riguarda lui solo ma anche tutti gli altri esseri umani,Lerner compie una rivelazione . Ha capito, ha capito al di là di ogni (mia) immaginazione e lo ringrazio infinitamente. Non ha capito, forse, di essere un "giusto", proprio lui, il figlio del vero Lerner, il nipote della nonna paterna così ingombrante e, ora, liberata nella mente del nipote di ogni soma e, quindi di ogni insopportabile dolore. Credo che quando gad lerner avrà compreso di essere un "Giusto" perdonerà se stesso e anche il vero Lerner, così impacciato nella sua tela di ragno, quel maligno mostro razzista che opprime i predestinati e li perseguita senza fine.Un libro da avere e riprendere spesso , per pacificarsi.

  • User Icon

    Marco Tolotti

    12/02/2010 10.54.08

    Un bel libro scritto rispettando il grande acume di cui è dotato Gad Lerner. Questo, forse, non lo rende digeribile a tutti ma...è proprio qui che si rivela la bellezza del libro. Racconta posti ricchi di fascino, racconta tragedie che l'umanità ha il dovere di non dimenticare e...racconta di lui. Complimenti ancora a Gad Lerner

  • User Icon

    Luciano Stolfi

    27/01/2010 15.28.36

    Gran bel libro questo di Lerner. Di Lerner mi ricordo l'ormai storica e famosa trasmissione televisiva "Milano, Italia", ed ora eccoci qui a fare i conti con questo bellissimo libro. Questo è un libro della memoria, in cui Gad fa i conti con la propria famiglia, sia da parte di madre che da parte di padre. E' anche un libro di difficile lettura: si fa fatica a seguire i ragionamenti dell'autore, a seguire il filo del suo pensiero. Comunque è un libro intelligentissimo: nel mare magnum della letteratura italiana di questi ultimi anni, questo è davvero un bel libro, che fa riflettere e pensare. Complimenti a Gad Lerner e...al prossimo libro.

  • User Icon

    claudio

    24/12/2009 07.55.11

    Conoscevo Gad Lerner come giornalista, più televisivo che di quotidiani o settimanali. L'ho ascoltato di persona una volta a Verona e lo scorso settembre a Mantova al festival della Letteratura quando ha presentato Mendelsohn con il suo ultimo libro sui parenti scomparsi durante la Shoah. E lì aveva annunciato che anche lui stava seguendo una pista del genere e presto ne sarebbe uscito un libro. Ed eccolo, il libro sugli antenati di Lerner, sia da parte di padre, sia di madre. Ed ecco così i suoi viaggi alla ricerca: dal Libano all'Uceaina, passando per Israele. Lerner ha la forza di denunciare i rapporti con suo padre e sua madre, l'astio che aveva nei confronti della nonna paterna temperat dalla lettura -dopo che lei era morta da tempo- di un articolo di un giornale israeliano del 1961 in cui si magnificava il suo interesse per la salvezza degli ebrei. Un libro a volte amaro, ma con una grande speranza di fondo: la possibilità di convivere fra uomini di religioni diverse.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione