€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 9,99 €)

Descrizione
Roma, 1981: il professor Mario Tessandori viene ucciso con sette colpi di rivoltella da due brigatisti, nel cortile dell'università e sotto gli occhi di tutti. Muore tra le braccia di Lucio Astengo, suo amico e collega. Poche settimane dopo, Lucio Astengo scompare nel nulla. 2011. Caterina e Barbara Astengo, che avevano sei e dodici anni quando è scomparso il padre, mettono in vendita la casetta al mare della famiglia, oramai abbandonata da tempo. La casa è piena di ricordi di un'infanzia interrotta dalla sparizione del papà, di una famiglia spezzata e mai più ricomposta. In un angolo, c'è un vecchio telefono ancora attaccato alla presa. È uno di quei telefoni con la rotella, che fa nostalgia solo a guardarlo: Caterina solleva la cornetta e scopre che dà segnale di libero. Il fenomeno è inspiegabile, la linea è staccata, prova a fare dei numeri ma il telefono rimane muto... poi, quasi per gioco, le viene in mente di provare a fare il numero della loro casa di città di trent'anni prima. Questa volta, dall'altra parte sente squillare: le risponde una voce di bambina. È lei, a dodici anni, una settimana prima della scomparsa del papà. Il destino le ha dato una seconda occasione: se non per salvare il padre, almeno per scoprire la verità.
Descrizione
Roma, 1981: il professor Mario Tessandori viene ucciso con sette colpi di rivoltella da due brigatisti, nel cortile dell'università e sotto gli occhi di tutti. Muore tra le braccia di Lucio Astengo, suo amico e collega. Poche settimane dopo, Lucio Astengo scompare nel nulla. 2011. Caterina e Barbara Astengo, che avevano sei e dodici anni quando è scomparso il padre, mettono in vendita la casetta al mare della famiglia, oramai abbandonata da tempo. La casa è piena di ricordi di un'infanzia interrotta dalla sparizione del papà, di una famiglia spezzata e mai più ricomposta. In un angolo, c'è un vecchio telefono ancora attaccato alla presa. È uno di quei telefoni con la rotella, che fa nostalgia solo a guardarlo: Caterina solleva la cornetta e scopre che dà segnale di libero. Il fenomeno è inspiegabile, la linea è staccata, prova a fare dei numeri ma il telefono rimane muto... poi, quasi per gioco, le viene in mente di provare a fare il numero della loro casa di città di trent'anni prima. Questa volta, dall'altra parte sente squillare: le risponde una voce di bambina. È lei, a dodici anni, una settimana prima della scomparsa del papà. Il destino le ha dato una seconda occasione: se non per salvare il padre, almeno per scoprire la verità.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiana

    28/10/2013 21:50:52

    Molto bello e poetico, meno ingenuo del libro di Veltroni. Giovani registe crescono, ed è una grande sorpresa e quasi una meraviglia....

  • User Icon

    Umberto75

    26/08/2013 17:21:03

    E bravo il nostro Walter (Veltroni), forse è meglio se ti dai alla letteratura (mi piaccioni i tuoi articoli su ciack) e lasci stare la politica. Questo semplice film tratto da un suo libro ha in se il dono della freschezza dell'opera prima e tratta di un periodo storico con cui ancora stiamo facendo i conti (gli anni di piombo) pieno di misteri da svelare e vittime a cui dare degna sepoltura (in quanto prive di giustizia). Per non dimenticare.

  • User Icon

    cristina

    02/06/2013 16:29:22

    Avevo letto il libro di Veltroni diversi anni fa, e lo avevo dimenticato del tutto. Il film non me lo ha riportato alla mente per niente. In ogni caso al film do un voto basso perchè la trama, con questo escamotage da "ritorno al futuro", non può risultare credibile, e tutto perde di valore, persino la buona recitazione della Buy e la simpatia del solito Rubini. Sarebbe stato meglio persino farne il solito trito film di denuncia/inchiesta all'italiana. Ma mandar giù senza battere ciglio il tema dei mondi paralleli, in questo caso, non è proprio possibile!

Scrivi una recensione
  • Produzione: Fandango, 2013
  • Distribuzione: CG Entertainment
  • Durata: 92 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of); errori; trailers; cortometraggio: "Esca viva"; video musicale: "La scoperta dell'alba" Subsonica - "Ho chiuso i miei occhi" Gatto Ciliegia contro il grande freddo